Le promesse fatte finora da Donald Trump nella sua campagna per un secondo mandato

Le promesse fatte finora da Donald Trump nella sua campagna per un secondo mandato
Le promesse fatte finora da Donald Trump nella sua campagna per un secondo mandato

Trump ha promesso di utilizzare il Dipartimento di Giustizia per attaccare critici ed ex alleati. In diversi video e discorsi, l’ex presidente ha anche esposto piani per sventrare l’attuale sistema giudiziario licenziando “procuratori marxisti radicali che stanno distruggendo l’America”.

“Nominerò un vero procuratore speciale per perseguire il presidente più corrotto della storia degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, e l’intera famiglia criminale Biden”, ha affermato Trump nel giugno 2023. “Cancellerò completamente il Deep State”.

Trump ha dichiarato in un video della campagna dell’anno scorso che avrebbe ripristinato un ordine esecutivo del 2020 per rimuovere i burocrati “canaglia” e proporre un emendamento costituzionale per i limiti di mandato dei membri del Congresso.

“Nominerò un vero procuratore speciale per perseguire il presidente più corrotto della storia degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, e l’intera famiglia criminale Biden”.

Per affrontare quella che ha definito la relazione “inquietante” tra le piattaforme tecnologiche e il governo, l’ex presidente ha dichiarato in un video del gennaio 2023 che avrebbe messo in atto un periodo di riflessione di sette anni prima che i dipendenti di agenzie come l’FBI o la CIA possano lavorare per piattaforme che supervisionano i dati degli utenti di massa.

Trump ha aggiunto in diversi comunicati elettorali che avrebbe incaricato il Dipartimento di Giustizia di indagare sulla censura online, vietare alle agenzie federali di “colludere” per censurare i cittadini e sospendere i soldi federali alle università che partecipano ad “attività di sostegno alla censura”.

In un discorso del settembre 2023 al Pray Vote Stand Summit del Family Research Council a Washington, DC, Trump ha anche pubblicizzato l’intenzione di continuare a nominare giudici conservatori.

“Nominerò ancora una volta solidi giudici conservatori per fare ciò che devono fare sullo stampo dei giudici Antonin Scalia; Samuel Alito, un gran gentiluomo; e un altro grande gentiluomo, Clarence Thomas”, ha detto.

Trump si è anche impegnato a “nominare procuratori statunitensi che saranno l’esatto opposto dei procuratori distrettuali di Soros e di altri che vengono nominati in tutti gli Stati Uniti”.

In un discorso del settembre 2023 a Washington, DC, Trump annunciò anche che avrebbe nominato una task force per esaminare i casi di persone che, secondo lui, erano state “ingiustamente perseguitate dall’amministrazione Biden”. Trump ha sottolineato di voler “studiare la situazione molto rapidamente e firmare la grazia o la commutazione il primo giorno”.

È una mossa che potrebbe portare alla potenziale grazia di molti rivoltosi dell’insurrezione del 6 gennaio 2021 – cosa che avevo suggerito avrebbe fatto in un municipio della CNN nel maggio 2023.

*Solo le promesse sulle nomine dei giudici e sui limiti del mandato del Congresso sono simili alle campagne precedenti

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT I giudici federali lanciano una mappa del Congresso della Louisiana, portando nuova incertezza sul futuro di un seggio alla Camera