MIDAS CONDIVIDI AGGIORNAMENTO CONSIGLI: Le montagne russe di Cerere stanno per salire di nuovo?

Di Rosie Murray-ovest

Aggiornato: 10:32 BST, 21 aprile 2024

Il tentativo del mondo di passare all’energia verde è stato finora un viaggio sulle montagne russe, e gli azionisti di Ceres Power hanno sperimentato molte di queste emozioni e sversamenti negli ultimi anni.

Ceres sviluppa celle a combustibile che possono essere installate quasi ovunque e possono trasformare l’idrogeno e l’ossigeno in elettricità. Ha inoltre sviluppato una tecnologia per produrre idrogeno dal vapore.

Ma anche se detiene i brevetti per queste tecnologie, non intende produrle da sola, basandosi invece su partnership con altre aziende per raccogliere royalties quando la produzione inizia.

Futuro più luminoso: dopo un forte calo, gli analisti affermano che Ceres vedrà ricavi in ​​aumento

Avremo bisogno di idrogeno pulito per raggiungere gli obiettivi di zero emissioni nette, ma il prezzo delle azioni Ceres si è gonfiato nel 2020 a causa dell’eccessivo entusiasmo per la tecnologia, prima di tornare con i piedi per terra quando gli investitori hanno finito il gas. Ad un certo punto Cerere valeva 2,7 miliardi di sterline. Oggi ne vale solo il dieci per cento.

Midas è stato un fan di lunga data di Cerere, nonostante il prezzo delle azioni che ha oscillato selvaggiamente, credendo che la sua tecnologia abbia applicazioni diffuse.

Tuttavia, nel 2022, coloro che hanno ascoltato l’invito di Midas a prendere parte ai profitti a 745p saranno grati di averlo fatto, dato che le azioni sono attualmente a 140p.

I risultati annuali di questa settimana erano attesi da tempo dopo essere stati ritardati dai revisori dei conti, ma alla fine non erano così grigi come un ritardo avrebbe potuto suggerire. I ricavi sono aumentati del 13% su base annua, mentre le perdite ante imposte sono aumentate da 51 milioni di sterline a 53 milioni di sterline rispetto allo scorso anno.

Le perdite furono superiori a quanto molti stimavano, a causa degli elevati costi operativi.

C’erano buone notizie – l’accordo recentemente firmato con Delta a Taiwan dovrebbe valere circa 20 milioni di sterline di vendite quest’anno – ma anche cattive notizie, con ritardi nella produzione nell’ambito della partnership Bosch e nel progetto di joint venture a tre tra Bosch, Weichai e Ceres in Cina “è improbabile che venga completato nella sua forma attuale”.

L’amministratore delegato Philip Caldwell afferma che i ricavi derivanti dalle licenze provenienti da nuovi partner compenseranno i ritardi a breve termine nelle royalties sulle celle a combustibile e ritiene che Ceres raddoppierà i ricavi nel 2024 rispetto al 2023.

VERDETTO DI MIDA: Cerere è un titolo ‘marmellata domani’. È ancora in perdita e l’atteggiamento meno brillante nei confronti dell’energia verde negli ultimi tempi ha colpito il sentiment. Escludendo un enorme passo avanti, è improbabile che riesca a riconquistare le vertiginose vette del mercato azionario raggiunte nel 2020. Tuttavia, man mano che le partnership firmate iniziano a dare i loro frutti, è probabile che il prezzo delle azioni scenderà dai minimi attuali. Gli azionisti di Ceres dovrebbero tenere.

Negoziato su: Mercato principale Ticker: CWR Contatto: ceres.tech o 01403 272463

Alcuni collegamenti in questo articolo potrebbero essere collegamenti di affiliazione. Se clicchi su di essi potremmo guadagnare una piccola commissione. Questo ci aiuta a finanziare This Is Money e a mantenerlo gratuito. Non scriviamo articoli per promuovere prodotti. Non permettiamo che alcun rapporto commerciale pregiudichi la nostra indipendenza editoriale.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Titoli dei giornali: “La recessione solleva” e l’Eurovision “discordia”
NEXT Quale prezzo è troppo alto per mantenere i conservatori nella Chiesa d’Inghilterra?