Omicidio di Caroline Glachan: donna incarcerata per aver ucciso una studentessa

Omicidio di Caroline Glachan: donna incarcerata per aver ucciso una studentessa
Omicidio di Caroline Glachan: donna incarcerata per aver ucciso una studentessa
Didascalia immagine, Il corpo di Caroline Glachan fu scoperto sulle rive del fiume Leven nell’agosto 1996

5 minuti fa

Una donna è stata condannata ad almeno 17 anni di carcere per l’omicidio di una studentessa avvenuta nel West Dunbartonshire quasi 30 anni fa.

Donna Marie Brand è stata giudicata colpevole di aver ucciso la quattordicenne Caroline Glachan, insieme a Robert O’Brien e Andrew Kelly, a Renton nell’agosto 1996.

I tre sono stati condannati per l’omicidio dopo un processo durato due settimane a gennaio, ma la sentenza di Brand è stata rinviata a causa di una malattia.

Lunedì il 44enne è stato condannato all’ergastolo dall’Alta Corte di Glasgow.

Dovrà scontare almeno 17 anni prima di poter richiedere la libertà condizionale.

La madre di Brand ha gridato “non è stata lei” a Lord Braid quando ha emesso la sentenza.

Il corpo di Caroline fu scoperto sulle rive del fiume Leven il 25 agosto 1996.

Lord Braid ha descritto l’omicidio come “brutale, depravato e soprattutto malvagio”.

O’Brien, 45 anni, è stato condannato ad almeno 22 anni di prigione, mentre Kelly, 44 anni, è stata condannata ad almeno 18 anni.

Fonte immagine, UFFICIO DELLA CORONA

Didascalia immagine, Robert O’Brien, Andrew Kelly e Donna Marie Brand sono stati giudicati colpevoli di omicidio.

Durante il processo, la giuria apprese che Caroline, di Bonhill, era “infatuata” di O’Brien.

La notte del suo omicidio, si era data appuntamento presso un ponte sul fiume Leven verso mezzanotte.

Successivamente è stata uccisa in quello che i pubblici ministeri hanno descritto come un “attacco orribile e violento”.

Caroline ha subito almeno 10 colpi alla testa e ampie fratture del cranio. Alla giuria è stato detto che potrebbe essere stata viva, ma priva di sensi, quando è entrata in acqua.

Il suo corpo è stato scoperto da un passante, a faccia in giù nel fiume, ore dopo.

È stata avviata un’indagine per omicidio, ma non ci sono stati progressi fino a quando il caso non è stato riesaminato dalla squadra investigativa principale della polizia scozzese nel 2019.

Gli agenti hanno interrogato nuovamente i residenti di una strada di Renton dove O’Brien, Kelly e Brand avevano affermato di aver trascorso la notte dell’omicidio.

Una vicina del piano di sopra ha detto di aver visto quattro persone – tra cui Kelly e la sua ragazza, la defunta Sarah Jane O’Neill – lasciare l’appartamento prima di mezzanotte.

Kelly e O’Neill avevano fatto da babysitter a due ragazzi, ed erano stati raggiunti da O’Brien e dalla sua ragazza, Brand.

Quando uscirono portarono con sé Archie Wilson, di quattro anni, e il suo fratellino Jamie.

Quella scoperta ha permesso agli agenti di corroborare un resoconto fornito da Archie il giorno dopo l’aggressione di Caroline.

Archie aveva detto a sua madre, Betty, che era stato al fiume e che aveva visto litigare e Caroline cadere in acqua.

Il giudice aveva precedentemente detto a O’Brien che era stato “il principale autore” dell’attacco, descrivendolo come un “assalto omicida”.

Ha detto che Kelly aveva avuto un ruolo minore, ma era comunque coinvolta nell’infliggere “violenza omicida” all’adolescente.

Questa notizia dell’ultima ora è in fase di aggiornamento e maggiori dettagli saranno pubblicati a breve. Aggiorna la pagina per la versione più completa.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il magnate potrebbe testimoniare al suo processo – El Financiero
NEXT I genitori dell’ostaggio vogliono negoziare personalmente con Hamas