Perché Headspace sta lanciando servizi diretti al consumatore

Perché Headspace sta lanciando servizi diretti al consumatore
Perché Headspace sta lanciando servizi diretti al consumatore

Martedì, Headspace ha annunciato che si confronterà con aziende del calibro di Talkspace e BetterHelp portando i suoi servizi digitalizzati di salute mentale direttamente ai consumatori, a partire dal coaching sulla salute mentale basato su testo. È previsto che anche i servizi di teleterapia diventino disponibili per i consumatori entro la fine dell’anno sull’app Headspace.

Headspace, che è stata fondata nel 2010 e ha venduto la sua piattaforma principalmente ai datori di lavoro, aiuta gli utenti a migliorare la propria salute mentale attraverso esercizi di meditazione ed consapevolezza. Nel 2021, la società ha completato una fusione da 3 miliardi di dollari con Ginger, un fornitore di servizi digitali di coaching, terapia e psichiatria sulla salute mentale.

Sull’app Headspace, i consumatori statunitensi possono ora accedere alla guida individuale dei coach di salute mentale dell’azienda. Questi coach aiutano gli utenti ad affrontare le sfide della vita che potrebbero non richiedere l’intervento di un terapista, come lo stress quotidiano, una rottura o l’avvio di un nuovo lavoro.

“Il coaching può essere un intervento incredibilmente efficace per molte persone che potrebbero aver bisogno di un piccolo supporto extra, ma oggi non c’è nessuna azienda che abbia reso questo tipo di assistenza disponibile ai consumatori su larga scala, creando un’enorme opportunità in un momento in cui le persone continuano a lottano con la loro salute mentale”, ha affermato Christine Hsu Evans, presidente di Headspace.

Gli allenatori di salute mentale di Headspace incontrano i membri tramite sessioni basate su testo, che il membro può programmare in qualsiasi momento. Gli utenti che pianificano una sessione di coaching tramite il canale consumer dell’app possono aspettarsi di fissare un appuntamento entro 48 ore dopo aver completato alcune domande di onboarding, ha spiegato Evans.

In collaborazione con il membro, gli allenatori di Headspace lavorano per costruire un piano di salute mentale orientato agli obiettivi e adattato agli obiettivi del membro, ha affermato.

“Si tratta di un livello di assistenza a basso costo e più accessibile che può aiutare la maggior parte dei nostri membri a rimanere in linea con gli obiettivi e a sentirsi supportati”, ha affermato Evans.

Quasi la metà degli americani non ottiene benefici tramite un datore di lavoro. Per questo motivo, Headspace ha “sentito forte e chiaro” dai suoi membri consumatori che vogliono che l’azienda vada oltre l’offerta solo di contenuti sulla salute mentale e sulla consapevolezza, ha aggiunto Evans.

Stabilendo un canale diretto al consumatore, Headspace può ora offrire i suoi servizi a chiunque, ha dichiarato.

Ciò significa che l’azienda è ora in competizione con altre app per la salute mentale che offrono i loro servizi direttamente ai consumatori. Evans, tuttavia, ritiene che Headspace possa distinguersi dalla massa.

“La maggior parte dei fornitori di servizi di salute mentale abilitati alla tecnologia offrono un modello incentrato sulla terapia o esclusivamente sulla terapia, in cui la cura della salute mentale termina al termine della sessione. E la realtà è che la maggior parte delle persone non ha bisogno di un terapista, ma molti potrebbero trarre vantaggio dall’approccio basato sulle competenze adottato con il coaching sulla salute mentale, rendendo il coaching un ottimo primo passo per le persone che affrontano lo stress quotidiano, l’ansia e le sfide della vita”, ha affermato. spiegato.

A suo avviso, il coaching sulla salute mentale sta “rapidamente ottenendo un’adozione e un’accettazione diffusa” nella comunità sanitaria.

Foto: spazio di testa

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Avvertimento urgente di Martin Lewis a chiunque guadagni meno di £ 60.000 con un “assegno di 10 minuti”