La testimonianza inizia nel 2009, processo per omicidio che coinvolge una ragazza scomparsa | Notizie, sport, lavoro

Robert L. Moore, a destra, è visto con il suo avvocato, Lou DeFabio, martedì durante la testimonianza nel processo per omicidio di Moore in un caso irrisolto del 2009 riguardante la scomparsa e il presunto omicidio della sedicenne Glenna J. White, 16 anni, da una casa. su Alden Avenue nella contea di Mahoning, tra Sebring e Alliance. (Foto di Ed Runyan)

YOUNGSTOWN – Le dichiarazioni di apertura del processo per omicidio di Robert L. Moore hanno messo a nudo i fatti che l’accusa e la difesa avrebbero preferito che la giuria non ascoltasse poiché il processo riprenderà oggi.

Moore, 53 anni, della zona dell’Alliance, è accusato di aver ucciso Glenna J. White, 16 anni, dopo che Moore l’aveva portata via da una casa in Alden Avenue a Smith Township il 2 giugno 2009, presumibilmente per portarla a casa, ma Glenna non è mai stata più vista. .

In primo luogo, l’accusa ha parlato delle prove che i giurati avrebbero sentito sul fatto che Moore fosse stato precedentemente condannato per l’omicidio di una donna nel 1993.

Pat Fening, vice procuratore della contea, ha detto ai giurati che i pubblici ministeri lo sono “ha permesso di utilizzare queste prove per stabilire un’impronta digitale comportamentale, in altre parole come modus operandi o MO e cioè caratteristiche simili a un’impronta digitale sufficientemente uniche da suggerire che l’atto precedente e il crimine attuale sono stati commessi dalla stessa persona.”

Fening ha detto che le prove lo dimostreranno “Nel 1993, (Moore) era uscito con una donna più giovane di lui per una notte di bevute. “L’imputato ha convinto la donna a tornare a casa con lui.” Fening ha detto che Moore le ha dato un passaggio e “ha fatto delle avances sessuali alla vittima, che è stata rifiutata da lei. “La vittima ha tentato la fuga scappando”.

Fening ha detto questo in risposta, Moore “l’ha inseguita, picchiata a morte a mani nude, l’ha portata fino alla vita alta, ha scaricato il suo corpo nel bacino idrico di Berlino e l’ha appesantita con un tronco.”

Lou DeFabio, l’avvocato di Moore, ha detto nella sua dichiarazione di apertura che è chiaro che anche l’accusa ha qualcosa che preferirebbe non sentire.

È che un testimone chiave, che fornisce gran parte delle prove che suggeriscono che Moore potrebbe aver fatto del male a Glenna, ha avuto problemi con la legge non molto tempo fa.

DeFabio ha detto agli imprecatori che il testimone lo era “in qualche guaio serio” l’anno scorso, però “non è successo niente.” E DeFabio lo ha detto a un detective “Ho cercato di procurarle una cauzione bassa in modo che potesse uscire di prigione perché hanno bisogno di lei per questo caso, perché questo è il loro caso.”

DeFabio ha detto anche il testimone “ha rilasciato dichiarazioni incoerenti ovunque” l’indagine e anche “è stato colto in una bugia” se lei “ho litigato con Glenna quella notte.”

Fening ha detto che Glenna era stata a casa ad Alden con il suo ragazzo e altri amici il 2 giugno 2009. Era la casa di Deanna Shreve, fidanzata di Robert L. Moore, e Moore era lì, dove viveva. La gente beveva e poi andava a letto.

Un po’ più tardi, Glenna “sveglia Erica Teis, urlando che l’imputato aveva appena tentato di violentarla,” Fening ha detto. “A questo punto, Glenna vuole solo tornare a casa, la casa distrutta da cui è scappata tante volte. “Era così terrorizzata dall’imputato quella sera.”

Ma Moore “insiste per portarla a casa da sola” e partirono con l’auto di Shreve per la casa della madre di Glenna in Webb Avenue ad Alliance, ha detto Fening.

Fening ha notato che il caso era iniziato come il caso di una persona scomparsa e le forze dell’ordine della contea di Stark hanno iniziato a dare seguito alle segnalazioni di persone che pensavano di aver visto la ragazza, ma non è stato rivelato nulla.

Quattordici mesi dopo, nell’agosto 2010, Teis ha visto un volantino di persone scomparse e ha rilasciato una dichiarazione alla polizia sulle cose accadute il 2 giugno 2009. Il caso è stato trasferito al dipartimento di polizia di Smith Township nella contea di Mahoning, ed è diventato un omicidio. indagine, ha detto Fening. Le prove fisiche furono poi raccolte nella casa di Alden Avenue. Tuttavia, il veicolo che Moore guidava con Glenna a bordo era stato distrutto in quel momento in un incendio.

Fening ha riconosciuto che i pubblici ministeri non hanno un organo, ma quello che hanno lo è “Glenna esce di casa con l’imputato quella notte, abbiamo l’imputato che torna a casa più tardi, coperto di sangue dalla vita in su, fango dalle ginocchia in giù. “Non ha ferite che potrebbero causare così tanto sangue.”

DeFabio ha detto che, poiché Glenna non è mai stata trovata, l’accusa non lo avrà mai fatto “prove della causa della morte, del luogo della morte, della modalità della morte, non hanno un filo di vestiti, non hanno assolutamente alcuna prova scientifica a sostegno di ciò che dicono.”

La prima testimone nel caso è stata Elizabeth White, la madre di Glenna, che ha riconosciuto di non essere una buona madre per Glenna a causa dei problemi di salute mentale e dei problemi con l’alcol di Elizabeth. Glenna ha vissuto con la madre di Elizabeth per i primi 10 anni di vita di Glenna perché Elizabeth non poteva prendersi cura di lei.

Glenna soffriva di una serie di problemi di salute mentale da bambina, comprese personalità multiple e ha tentato il suicidio, ha testimoniato Elizabeth.



Le ultime notizie di oggi e altro ancora nella tua casella di posta

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Chicago Fire è nuovo stasera? (1 maggio 2024)