La NASA pubblica foto satellitari delle inondazioni record negli Emirati Arabi Uniti

La NASA pubblica foto satellitari delle inondazioni record negli Emirati Arabi Uniti
La NASA pubblica foto satellitari delle inondazioni record negli Emirati Arabi Uniti

“Alcune aree sono rimaste allagate il 19 aprile, quando Landsat 9 è passato sopra la regione per la prima volta dopo le tempeste”, ha scritto la NASA sul sito web dell’Osservatorio della Terra.

Le improvvise inondazioni che si sono formate il 16 aprile hanno portato l’acqua a inghiottire le auto, sommergendole completamente in alcune aree, portando centinaia di conducenti ad abbandonare i loro veicoli sulle strade per sfuggire all’innalzamento del livello dell’acqua.

Il paese desertico, normalmente arido, nel Golfo è stato colpito da circa un anno di pioggia in meno di un giorno, più di quanto si sia mai visto in una singola tempesta da quando sono iniziate le registrazioni per gli Emirati Arabi Uniti nel 1949.

Foto satellitare di una parte di Dubai il 3 aprile, scattata da Landsat 9, un satellite di osservazione della terra gestito da una partnership tra l’US Geological Survey (USGS) e la National Aeronautics and Space Administration (NASA).

Osservatorio della Terra della NASA

Foto satellitare di una parte di Dubai, Emirati Arabi Uniti, scattata il 19 aprile mentre Landsat 9 passava sulla regione per la prima volta da quando i temporali record hanno colpito il paese il 15 e 16 aprile. L’immagine acquisita con il satellite OLI-2 (Operational Land Imager 2) mostra inondazioni in numerose parti dell’emirato. L’immagine è in falsi colori (fasce 6-5-3) per enfatizzare la presenza dell’acqua, che appare di colore blu.

Osservatorio della Terra della NASA

La prima immagine della NASA mostra parte di Dubai e l’area circostante il 3 aprile, scattata da Landsat 9, un satellite di osservazione della Terra gestito da una partnership tra l’US Geological Survey e la NASA. La seconda è stata scattata il 19 aprile, quando Landsat 9 è passato sulla regione per la prima volta da quando i temporali record hanno colpito il paese.

La seconda immagine, acquisita con il satellite OLI-2 (Operational Land Imager 2), “mostra allagamenti in numerose parti dell’emirato. L’immagine è in falsi colori (fasce 6-5-3) per enfatizzare la presenza di acqua, che appare blu”, ha scritto la NASA.

Il diluvio ha chiuso scuole e attività commerciali, ha bloccato centinaia di voli e ha distrutto automobili, attività commerciali e altre proprietà. Ha gettato la vita quotidiana nel caos poiché molti residenti hanno perso elettricità e acqua corrente o sono rimasti intrappolati nelle loro case o negli aeroporti, o ovunque si trovassero quando la tempesta ha colpito.

Il Centro nazionale di meteorologia degli Emirati Arabi Uniti ha affermato che le parti orientali del paese hanno misurato fino a 250 millimetri di pioggia in meno di 24 ore. Al contrario, in un anno intero gli Emirati Arabi Uniti vedono tipicamente da 5,5 a 8 pollici di pioggia all’anno.

A causa della mancanza di infrastrutture di drenaggio e del fatto che gli spazi urbani del paese sono asfaltati, gran parte dell’acqua non ha potuto defluire, aggravando le inondazioni in molte aree.

Gli sforzi di pulizia del paese sono in corso e permangono ancora numerosi problemi in alcune aree dove le infrastrutture sono state gravemente danneggiate e molti residenti affermano di non avere ancora acqua corrente o elettricità.

Le immagini Landsat 9 mostrano la capitale degli Emirati Arabi Uniti Abu Dhabi e l’area circostante il 3 aprile (a sinistra) e il 19 aprile (a destra), prima e dopo le tempeste. Il 19 aprile si può vedere l’acqua coprire la Sheikh Zayed Road, un’importante arteria stradale che attraversa Dubai e Abu Dhabi. Macchie di aree allagate sono visibili anche a Khalifa City e Zayed City, aree residenziali a sud-est del centro di Abu Dhabi.

Osservatorio della Terra della NASA

Un condominio a più piani vicino al confine tra Dubai e l’emirato di Sharjah si è rotto e si è ribaltato a causa dei danni strutturali causati dalla tempesta ed è stato completamente evacuato domenica perché rischia di crollare.

La banca centrale degli Emirati Arabi Uniti ha emesso una direttiva alle banche locali e alle compagnie di assicurazione per consentire la differimento del rimborso dei prestiti di sei mesi, nel tentativo di aiutare i residenti e le imprese colpiti dall’alluvione.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I talebani trascurano i siti storici: crollano sezioni della storica fortezza di Ghazni
NEXT “Non cambierà la realtà del terreno”: l’EAM sul Nepal, comprese le aree indiane, nella nuova valuta