Alla Lazio non è bastata la doppietta di Taty Castellanos e la Juventus giocherà la finale di Coppa Italia

Alla Lazio non è bastata la doppietta di Taty Castellanos e la Juventus giocherà la finale di Coppa Italia
Alla Lazio non è bastata la doppietta di Taty Castellanos e la Juventus giocherà la finale di Coppa Italia

Con un gol del polacco Arkadiusz Milik nei minuti finali della partita, il Juve Martedì ha evitato la rimonta di una Lazio che ha vinto il ritorno delle semifinali di Coppa Italia (2-1), assistita da una doppietta dell’argentino Valentín ‘Taty’ Castellanos, ma che è rimasta alle porte del finale del torneo portacoppe che la squadra torinese disputerà il 15 maggio.

Molto equilibrata è stata la partita della Lazio allo Stadio Olimpico di Roma. Sono arrivati ​​con due reti di svantaggio all’andata a causa dei gol dei serbi Dusan Vlahovic e Federico Chiesa, ma non hanno mai smesso di credere nella rimonta.

Guidati da Luis Alberto a centrocampo, in quella che sembra essere la loro ultima stagione, i laziali hanno preso il controllo della gara dal primo minuto. Della Juventus non c’è stata traccia fino alla fine, sul punto di dover giocare un gioco indecente. e tempi supplementari immeritati per il livello della partita giocata.

A ‘Taty’ sono bastati solo 12 minuti per portare la Lazio in parità. Il brasiliano Alex Sandro è stato anticompetitivo, l’attaccante argentino ha prevalso facilmente nel cuore dell’area per mettere il primo sul tabellone e per proprio conto con un colpo di testa entrato all’incrocio dei pali.

La Lazio pressa nei primi 45′ alla ricerca del meritato secondo gol, ma Castellanos si lascia scappare il raddoppio con un uno contro uno che non riesce a definire bene.

Non ha abbassato la testa, si è resettato all’intervallo ed è stato di nuovo letargico non appena ha ripreso, questa volta approfittando di un uno contro uno che Luis Alberto gli ha regalato su un piatto, con un assist perfetto. L’argentino non fallì e la squadra olimpica crollò, sognando la rimonta e una finale di Coppa in una stagione da dimenticare.

Ma proprio quando sembrava che si potesse andare ai supplementari, proprio quando la Lazio si sentiva degna di andare in finale, la ‘Juve’ ha ucciso il pareggio. Milik è dovuto uscire dalla panchina per risolvere i problemi in attacco di Chiesa e Vlahovic e segnare al primo pallone toccato.

Centrale laterale dell’americano Timothy Weah, anche lui recentemente introdotto, e sul secondo palo il cannoniere con più olfatto tra gli uomini di Massimiliano Allegri è parso convocare tutti gli juventini sullo stesso palco in sole 3 settimane, in una finale in cui ha Aspetta già il rivale, che lascerà Fiorentina-Atalanta.

La ‘Juve’ è di nuovo in lotta per il titolo. E, nonostante non sia nel suo momento migliore, ha buone possibilità di vincerlo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La NASA scopre un pianeta extrasolare potenzialmente abitabile
NEXT Un po’ di freddo e addio gas: continuate a remare, “dialogo” legislatori – Angolo della Politica Economia – Opinioni