ScienceCraft per l’esplorazione del pianeta esterno (SCOPE)

ScienceCraft per l’esplorazione del pianeta esterno (SCOPE)
ScienceCraft per l’esplorazione del pianeta esterno (SCOPE)

Mahmooda Sultana
Centro di volo spaziale Goddard della NASA

Le missioni nel sistema solare esterno sono una parte importante degli obiettivi della NASA perché questi mondi raramente visitati, in particolare i giganti del ghiaccio Nettuno e Urano, custodiscono segreti sulla formazione e l’evoluzione del nostro sistema solare e di innumerevoli altri. Tuttavia, a causa dei costi elevati, dei lunghi tempi di viaggio e dei tempi ristretti per l’implementazione della missione, l’esplorazione del sistema solare esterno è stata estremamente limitata in oltre 60 anni di esplorazione spaziale. In questo NIAC, stiamo sviluppando un’architettura di missione che affronta tutte queste sfide utilizzando ScienceCraft e consente missioni scientifiche nel sistema planetario esterno. Sciencraft integra uno strumento scientifico e un veicolo spaziale in un’unica struttura monolitica e leggera. Stampando uno spettrometro ultraleggero basato su punti quantici, sviluppato da PI Sultana, direttamente sulla vela solare, creiamo un’architettura rivoluzionaria per veicoli spaziali che consente un parallelismo e una velocità di raccolta dati senza precedenti e viaggi rapidi attraverso il sistema solare. A differenza delle vele solari convenzionali che servono solo a spingere piccoli cubetti, ScienceCraft sfrutta la sua area per la spettroscopia, ampliando i confini dell’esplorazione scientifica del sistema solare esterno. ScienceCraft offre un’attraente piattaforma a basse risorse che può abilitare

missioni scientifiche a un costo significativamente inferiore e forniscono un gran numero di opportunità di lancio come carico utile secondario. Sfruttando questi vantaggi, proponiamo un concetto di missione su Tritone, un corpo planetario unico nel nostro sistema solare, nella breve finestra che si chiude intorno al 2045 per rispondere a domande scientifiche avvincenti sull’atmosfera, la ionosfera, i pennacchi e la struttura interna di Tritone. Nella Fase I, abbiamo eseguito uno studio di fattibilità end-to-end per una missione Nettuno-Tritone utilizzando un ScienceCraft, oltre a identificare le tecnologie chiave necessarie per tale missione e i pali alti che dobbiamo affrontare. Come parte della fase II, prevediamo di maturare ulteriormente il concetto di missione, sviluppare e dimostrare alcune delle tecnologie chiave, affrontare i grandi poli identificati nella fase I e sviluppare una tabella di marcia per l’implementazione di SCOPE.

Selezione Fase I 2024

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Raptor fallito dell’astronave è andato storto
NEXT Wi Ha Joon e Jung Ryeo Won si avvicinano mentre affrontano una crisi in “The Midnight Romance In Hagwon”