I giovani agenti di polizia hanno giustificato l’inseguimento del veicolo che si è schiantato, uccidendo due persone

I giovani agenti di polizia hanno giustificato l’inseguimento del veicolo che si è schiantato, uccidendo due persone
I giovani agenti di polizia hanno giustificato l’inseguimento del veicolo che si è schiantato, uccidendo due persone

Due giovani agenti di polizia che hanno inseguito un’auto fino allo schianto mortale a Wellington sono stati ritenuti giustificati nell’inseguire il veicolo, nonostante abbiano violato la politica della polizia.

Nelle prime ore del 26 marzo 2023, un’auto che trasportava cinque persone è stata vista sfrecciare con il semaforo rosso su Waterloo Quay da due agenti a bordo di un’auto di pattuglia, che hanno acceso i fari e la sirena, inseguendo il veicolo.

L’auto si è schiantata contro un edificio in Cable Street poco più di un chilometro dopo, lasciando il conducente e un passeggero morti e altri tre feriti.

L’Autorità indipendente di condotta della polizia (IPCA) ha stabilito che l’incidente è stato causato dal conducente, il diciannovenne CJ-Lee Taingahue, che era sotto l’effetto di alcol e droghe, guidava pericolosamente e perdeva il controllo del veicolo, non dalla polizia. decisione degli ufficiali di perseguire.

Taingahue aveva un livello di alcol nel sangue di 174 milligrammi di alcol per 100 millilitri di sangue e aveva anche tetraidrocannabinolo (THC), il principio attivo della cannabis, e catinoni sintetici (Dimetilpentylone e Pentylone) nel suo sistema. Aveva una licenza per studenti.

La polizia ha successivamente stabilito che durante il viaggio a Wellington, Taingahue guidava a velocità estremamente elevate, superando a un certo punto i 180 chilometri orari, dove il limite di velocità era di 100 km/h.

Dalle interviste della polizia con i passeggeri sopravvissuti è emerso che tutti avevano detto a Taingahue di rallentare, ma dopo che l’auto della polizia ha iniziato l’inseguimento, Taingahue è stato preso dal panico e ha aumentato la velocità.

L’IPCA ha rilevato: “Riteniamo opportuno che la polizia tentasse di fermare la Mazda. Tuttavia, attivando le luci di emergenza e la sirena nel tentativo di farlo, è probabile che la polizia abbia inavvertitamente influenzato il conducente ubriaco a continuare a guidare”. “pericolosamente.”

“[The two officers] ha violato la politica della polizia, ma questo non è stato un fattore determinante nell’incidente mortale.”

L’autorità ha notato la relativa inesperienza dei due agenti, che si erano entrambi recentemente diplomati alla Facoltà di Polizia e facevano coppia senza supervisione immediata, ma hanno stabilito che non avevano avuto un ruolo nel causare l’incidente.

“Non riteniamo che questo sia stato un fattore determinante nell’incidente, anche se gli agenti più esperti potrebbero aver considerato come avrebbe reagito un conducente in fuga e potrebbero aver utilizzato la radio della polizia più prontamente.”

La polizia ha affermato in un comunicato: “Accettiamo che in questo caso gli agenti abbiano violato la politica sui conducenti in fuga non completando una valutazione del rischio, in cui non ha avuto luogo una conversazione tra gli agenti riguardo alla linea di condotta che avrebbero intrapreso se l’autore del reato non riuscire a fermarsi.

“L’altra violazione riscontrata è che gli agenti non avevano informato il Centro comunicazioni di emergenza il prima possibile che il veicolo era fuggito dalla polizia.”

Una revisione della polizia di Wellington ha raccomandato una maggiore formazione alla guida e politiche di inseguimento presso il Police College.

Di conseguenza, la polizia ha affermato che la quantità di tempo dedicata alla formazione degli autisti presso l’Università di polizia è raddoppiata, passando da 4,5 giorni a 9 giorni, inclusa una sessione pratica specificatamente focalizzata sulla risoluzione sicura degli incidenti degli autisti in fuga.

Il sovrintendente del comandante del distretto di Wellington, Corrie Parnell, ha detto di sentirsi vicino alle persone coinvolte.

“Purtroppo, questo incidente è stato il risultato delle cattive decisioni di un giovane guidatore; la decisione di ignorare l’amico che gli aveva detto di non guidare, la decisione di ignorare i passeggeri che gli chiedevano di rallentare e la decisione di fuggire dalla polizia.

“Queste decisioni hanno colpito un certo numero di persone, compreso il personale dei servizi di emergenza che ha cercato con tutte le sue forze di salvare vite umane sul lato di una strada centrale di Wellington.

“Il nostro messaggio al pubblico rimane lo stesso: se sei sotto l’influenza, per favore non metterti mai al volante.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV 50 frasi e poesie del Memorial Day 2024 per onorare i soldati nel Memorial Day negli Stati Uniti | MESCOLARE
NEXT In diretta: incendio di un camion A417 blocca la strada con lunghi ritardi