L’omicidio della stella del calcio evidenzia il problema della criminalità in Sud Africa con l’avvicinarsi delle elezioni

L’omicidio della stella del calcio evidenzia il problema della criminalità in Sud Africa con l’avvicinarsi delle elezioni
L’omicidio della stella del calcio evidenzia il problema della criminalità in Sud Africa con l’avvicinarsi delle elezioni

JOHANNESBURG (Reuters) – Nella cittadina sudafricana dove Luke Fleurs è cresciuto, alcuni amici si sono uniti a delle bande prima di raggiungere l’età del liceo, ma Fleurs ha trovato un’altra strada: era così brillante nel calcio che è diventato un giocatore professionista nella squadra sudafricana. topclub.

La storia di successo di Fleurs si è conclusa bruscamente il mese scorso quando è stato ucciso in una stazione di servizio di Johannesburg da qualcuno che gli aveva rubato l’auto.

L’omicidio del 24enne non solo ha suscitato dolore nell’opinione pubblica a causa del suo profilo di difensore dei Kaizer Chiefs, ma ha anche evidenziato il problema della criminalità in Sud Africa. Il Sudafrica ha uno dei tassi di omicidi più alti al mondo, con una media di 75 al giorno.

La frustrazione degli elettori per l’incapacità del governo di frenare l’aumento del tasso di criminalità è uno dei motivi per cui si prevede che l’African National Congress, al governo, perderà la maggioranza nelle elezioni del 29 maggio, dopo 30 anni al potere.

Il crimine faceva parte del contesto in cui Fleurs è cresciuta a Mitchell’s Plain, un sobborgo di Città del Capo dove il governo dell’era dell’apartheid trasferì le famiglie di razza mista.

“Abbiamo dato la nostra benedizione affinché si trasferisse a Johannesburg per sfuggire alla violenza e alle bande in patria, solo per incontrare la sua morte al culmine della sua promettente carriera calcistica”, ha detto suo padre Theo Fleurs a Reuters in un’intervista.

Ha detto che Luke era un bambino socievole, la cui madre si è guadagnata il soprannome di “Mamma Magica” per aver dato da mangiare a tutti gli amici che portava a casa per cena.

“È stato in questi gruppi di amici che molti hanno perso la strada e si sono uniti alle bande locali già all’età di 12 anni”, ha detto Theo Fleurs, bidello di scuola superiore e allenatore di calcio, aggiungendo che molti ragazzi locali idolatravano lo stile di vita dei gangster.

La passione di Luke per lo sport lo teneva fuori dai guai, ma da giovane adulto aveva un buon amico che era in prigione per omicidio e un altro ucciso in una sparatoria.

Quando ho saputo della sparatoria mi ero già trasferito a Johannesburg. La sua reazione alla notizia è stata quella di promettere di fare ancora meglio in modo da poter essere d’ispirazione per i suoi amici a casa, ha detto suo padre.

FARLO VIA CON L’OMICIDIO

Con 45 ogni 100.000 persone nel 2022/23, il tasso di omicidi in Sud Africa è stato il più alto degli ultimi 20 anni, mostrano i dati della polizia, più o meno equivalente a quello dell’Ecuador e superiore a quello dell’Honduras, un paese afflitto da un’estrema violenza tra bande.

Secondo i dati del governo, il tasso di omicidi negli Stati Uniti, uno dei più alti nel mondo sviluppato, è stato di sei su 100.000 nel 2022.

Gli alti livelli di povertà, disoccupazione e disuguaglianza hanno creato un terreno fertile per il radicamento della criminalità in Sud Africa, aggravato dalla proliferazione di gruppi criminali organizzati e da un’ondata di armi illegali negli ultimi anni, dicono gli analisti.

L’approccio dello Stato, in gran parte incentrato sul reclutamento di più poliziotti, è cambiato poco dagli anni ’90, ha affermato David Bruce, consulente in materia di polizia per l’Institute for Security Studies con sede in Sud Africa.

“Il sistema di polizia sudafricano deve adattarsi a un nuovo mondo”, ha affermato Bruce.

Il manifesto elettorale dell’ANC afferma che, tra le altre misure, modernizzerà la polizia, svilupperà capacità per combattere la criminalità informatica e la violenza delle bande e implementerà un approccio basato sui dati.

La percentuale di casi di omicidio risolti è in calo. Nel 2022/23 ci sono stati 27.494 omicidi e 2.982 condanne, secondo i dati del governo.

“Fondamentalmente, un omicidio su 10 viene risolto dalla polizia”, ​​ha affermato Ziyanda Stuurman, analista senior di Eurasia Group e autrice di un libro sulla polizia in Sud Africa.

“C’è la convinzione generale che puoi farla franca uccidendo qualcuno e non verrai mai catturato.”

Sei uomini sono stati accusati dell’omicidio di Luke Fleurs dopo che la polizia ha rintracciato la sua auto rubata a Soweto, la più grande cittadina del Sud Africa. Hanno indicato che si dichiareranno non colpevoli.

La maggior parte dei sospettati, tra i 20 ei 30 anni, sono cresciuti a Soweto e sono disoccupati. Durante una recente udienza di ballo, si sono seduti nervosamente sulla panchina, con le loro famiglie riunite dietro di loro.

“Quando li ho visti non ho sentito alcun odio nei loro confronti, nei confronti degli autori, solo tristezza mi ha preso per quello che hanno fatto a mio figlio e al Sud Africa”, ha detto Theo Fleurs.

“Ho provato a farmi guardare e basta, ci ho provato davvero, volevo che sentissero quello che sento io”, ha detto. Nessuno di loro incontrò il suo sguardo.

(Segnalazione aggiuntiva di Esa Alexander a Cape Town e Sfundo Parakozov a Johannesburg; Scrittura di Nellie Peyton; Montaggio di Estelle Shirbon e Emelia Sithole-Matarise)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Non dimenticherò un solo giorno, dice Klopp prima dell’addio
NEXT Il fumo degli incendi boschivi canadesi soffoca l’Upper Midwest per il secondo anno