La tariffa è posticipata? Perché e fino a quando il Governo ha deciso di fermare gli aumenti di luce e gas

Agevolazioni sulle tariffe luce e gas

Luis Caputo, su inflazione di marzo e pagamenti anticipati: “Molti sono rimasti colti in fallo”

Luis Caputo, ministro dell’Economia.

Luis Caputoha giustificato il rinvio degli aumenti delle tariffe dell’energia elettrica e del gas sostenendo che, per ora,”non dobbiamo gravare la classe media con ulteriori spese“.

A partire da questo mercoledì, la formula di aggiornamento mensile delle tariffe gas ed energia elettrica che il Governo ha studiato affinché gli aumenti concessi non siano in ritardo rispetto a inflazione che ad aprile si attesterebbe intorno al 9%secondo i consulenti.

Tuttavia, gli enti regolatori di entrambi i servizi, Enargas E IN RErispettivamente, non hanno pubblicato le nuove tabelle tariffarie in attesa di una definizione da parte dell’Economia.

LEGGI DI PIÙ ► Uno dopo l’altro, a maggio tutto aumenta: affitti, comunicazioni e benzina

Gli enti regolatori hanno già calcolato a quanto ammonterebbe l’aumento che corrisponderebbe alle imprese:

  • +10,69% per distributori elettrici
  • +12,5% per distributori di gas.
  • +12% per i trasportatori di gas.

L’economia doveva definire se procedere con la riduzione dei sussidi per i settori a reddito basso (N2) e medio (N3) nel settore del gas e dell’elettricità; se aumentasse i costi pagati dalle imprese, dalle industrie e dalle famiglie ad alto reddito e se autorizzasse l’adeguamento mensile delle tariffe per le imprese.

Alla fine, nulla di tutto ciò accadrà e tutto continuerà com’era o peggio, poiché l’inflazione e la svalutazione mensile rimangono a un tasso del 7% e del 2% mensile e gli utenti residenziali a reddito medio e basso richiedono sempre più sussidi.

Tasse sul carburante a giugno

stazione di servizio benzina fuel.jpeg

Benzina e diesel sono aumentati del 4% dal 1° maggio.

L’esecutivo ha pubblicato un decreto in Bollettino ufficialeattraverso il quale viene posticipata la data in cui entrerà in vigore l’aggiornamento corrispondente all’Imposta sul reddito. Carburanti

Il Governo ha deciso di rinviare al 1° giugno 2024 l’aggiornamento corrispondente al quarto trimestre del 2023 delle tasse sui carburanti e sull’anidride carbonica per la benzina senza piombo, la benzina vergine e il diesel.

In questo modo il provvedimento garantisce prevedibilità al settore e stabilisce che non ci sarà alcun aumento, per questi concetti, a maggio.

PER SAPERNE DI PIÙ ► Santa Fe: la benzina è aumentata e non è più disponibile per meno di 1.000 dollari al litro

Nonostante il rinvio dell’aumento delle tasse, benzina e diesel sono aumentati del 4% dal 1° maggio a causa della svalutazione mensile del peso rispetto al dollaro del 2% e dell’aumento del prezzo del petrolio. Se fosse stato applicato l’aggiornamento previsto, si stima che l’incremento avrebbe raggiunto l’8%.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il calo dei prezzi del greggio potrebbe orientare le importazioni indiane verso Iraq ed Emirati Arabi Uniti
NEXT Blog in tempo reale sul prezzo delle azioni Hcl Tech per il 20 maggio 2024