Le indagini sull’omicidio della nonna si estendono in 3 stati

KANSAS CITY, Missouri (KCTV) – Gli investigatori hanno un corpo e prove provenienti da tre luoghi. Hanno scritto abbastanza rapporti da riempire nove raccoglitori e hanno viaggiato in tre stati. Dopo tre anni e innumerevoli ore di indagini, non ci sono ancora risposte per una famiglia metropolitana.

Un sergente dell’ufficio dello sceriffo della contea di Clay apre il fascicolo sull’omicidio irrisolto di Alesha Reade più di tre anni dopo che l’ufficio aveva iniziato a indagare sul vasto caso.

LA SCENA

Per gli investigatori, il caso di Alesha Reade è iniziato su una scena del crimine, proprio come ogni altro caso.

Presto, hanno realizzato che questo caso sarebbe stato molto diverso da altre indagini per omicidio.

Tutto è iniziato il 10 febbraio 2021, nel letto di un torrente rurale lungo il fiume Missouri. Il giorno successivo, gli agenti stavano cercando meticolosamente tre località della contea di Clay vicino a Cameron Road e a sud di Missouri City.

Da allora, l’indagine ha coinvolto viaggi in altri tre stati.

Ma torniamo all’inizio.

Questo mistero è iniziato quando una persona che camminava al freddo ha trovato quelli che credeva potessero essere resti umani e ha chiesto aiuto.

I resti erano in uno stato tale che quando l’ufficio dello sceriffo della contea di Clay li trovò, non avevano modo di identificare immediatamente la vittima.

Il sergente Chris Johnson è il supervisore dell’unità investigativa criminale dell’ufficio dello sceriffo della contea di Clay. È stato il primo investigatore sulla scena dopo che qualcuno che camminava nella zona ha trovato i resti nel letto di un torrente nel tardo pomeriggio.

Il sergente Chris Johnson è il supervisore dell’unità investigativa criminale dell’ufficio dello sceriffo della contea di Clay.(KCTV5)

“Gli agenti mi avevano inviato le immagini dei resti che erano stati ritrovati perché non sapevamo esattamente cosa fossero, il che mi ha spinto a contattare il medico legale dell’epoca e ho condiviso quelle immagini con il medico legale per determinare se fossero animali o in realtà umano” ha detto Johnson.

Johnson inviò le immagini al medico legale e a un antropologo e stabilì che si trattava dei resti di un essere umano.

Gli investigatori alla fine hanno identificato la donna come Alesha Reade, 45 anni.

I resti di Alesha Reade sono stati trovati nella contea di Clay, Missouri, nel febbraio 2021.(KCTV5)

Reade era una figlia, sorella, madre e nonna, con una famiglia a cui manca ancora oggi.

Dicono che sarebbe così orgogliosa che suo figlio ora studi legge.

Ha anche dei nipoti che a malapena si ricordano di lei.

La famiglia di Alesha Reade ha fornito questa foto di lei con i suoi nipoti.
La famiglia di Alesha Reade ha fornito questa foto di lei con i suoi nipoti.(Famiglia di Alesha Reade)

Le sue sorelle cercano di mantenere viva la sua memoria ascoltando e condividendo i messaggi di posta vocale che hanno salvato durante i momenti più felici della loro vita.

La famiglia di Alesha Reade ha fornito un messaggio vocale che ha lasciato prima che qualcuno la uccidesse.

Ora condividono pubblicamente uno dei messaggi per mostrare quanto significasse per la sua famiglia.

LA SCENA

La famiglia e gli investigatori di Reade sono rimasti in contatto negli ultimi tre anni mentre le indagini si spostavano in tutto il paese e nella metropolitana.

Come diranno gli investigatori, questa indagine è stata dura. Hanno combattuto una dura battaglia dal momento in cui hanno scoperto il corpo di Reade.

Era febbraio e Kansas City era nel bel mezzo di un periodo di freddo pungente.

“Stavamo camminando, facendo queste ricerche sul campo, avevamo dei furgoni che seguivano il nostro personale. Quindi potremmo informarvi, se volete, dei centri di riscaldamento, in modo che possano entrare lì. per fermarsi dove si trovavano. E avremmo potuto provare a fare la griglia nel miglior modo possibile in modo da non perdere nulla”, ha detto Johnson.

“I cani che sono usciti, sai, hanno dovuto cambiare i loro cani in modo che potessero stare al caldo anche loro.”

Anche la posizione dei resti di Reade non ha aiutato.

“Là fuori, in una strada di contea, è molto buio. Potresti avere una luce accesa su una casa vicino alla zona”, ha detto Johnson.

Sebbene gli agenti siano riusciti a raccogliere prove quella prima notte, hanno affermato che non era una situazione ideale.

“Quindi non dovevamo, non eravamo in grado di incapsulare o documentare la scena nel modo in cui volevamo effettivamente quella sera”, ha detto Johnson.

Invece di concentrarsi immediatamente sulle prove trovate sulla scena, Johnson ha detto che hanno fatto quello che potevano. Gli investigatori hanno avviato le indagini preliminari come caso di persone scomparse e hanno contattato altri dipartimenti di polizia della zona.

Anche le condizioni dei resti hanno rappresentato un problema mentre gli investigatori della contea di Clay cercavano di rintracciare un assassino.

“Era una femmina bianca, lo sapevamo, forse la taglia, ma c’erano informazioni molto vaghe, quindi abbiamo fatto quello che potevamo preliminarmente quella sera, e poi abbiamo ricominciato da capo la mattina seguente”, ha detto Johnson.

L’INVESTIGAZIONE

Il giorno dopo la scoperta, gli investigatori si divisero e vinsero.

Johnson e un altro sergente si concentrarono sull’identificazione della loro vittima.

“Il nostro sergente delle prove all’epoca, abbiamo effettivamente risposto all’ufficio del medico legale per raccogliere campioni di tessuto dei resti trovati in modo da poterli portare al laboratorio criminale della polizia del Kansas Missouri in modo da poter iniziare l’analisi”, ha detto Johnson.

Altri investigatori sono tornati sulla scena nella contea di Clay.

Sapevamo di dover continuare a cercare.

Si sono concentrati sull’area a sud di dove hanno trovato i resti di Reade.

Si è trasformato in un compito arduo.

“Il problema delle forze dell’ordine della contea è la quantità di terreno, la quantità di area che devi coprire, il terreno irregolare, ovviamente, senza luci. Quindi, sai, utilizzando il supporto aereo, che è stato estremamente utile”, ha detto Johnson.

Lo sforzo è stato ripagato.

“…gli investigatori erano sulla scena e avevano esplorato più a sud e trovato prove che dovevamo esaminare nell’area più vicina all’area di Missouri City”, ha detto Johnson. “E così facendo, siamo stati in grado di trovare ulteriori resti umani”.

Non appena furono scoperti gli altri resti, Johnson disse che altri agenti furono chiamati sulla scena.

“Collaboriamo con persone provenienti da molteplici divisioni diverse all’interno della nostra agenzia, dal nostro processo civile alla nostra divisione di detenzione, alle nostre tattiche speciali e al nostro team di risposta, l’ufficio dello sceriffo della contea di Platte ha risposto per aiutarci, MO-SAR, che è il servizio di ricerca e salvataggio del Missouri ricerca canina. Quando abbiamo avviato una grande tela, abbiamo contattato il dipartimento di polizia di Kansas City e abbiamo chiesto anche il supporto della loro unità aerea”, ha detto Johnson.

Mentre gli investigatori perquisivano meticolosamente la zona, una spinta al caso arrivò sotto forma di denuncia di persona scomparsa depositata a Independence, Missouri. Le informazioni contenute in quel rapporto aiutarono gli agenti a identificare Reade molto più velocemente che se dovessero fare affidamento su qualcosa come il DNA o le impronte digitali.

Johnson ha anche affermato di aver confrontato campioni di tessuto per identificare Reade.

LA VOCE DI UNA VITTIMA

Il sergente Johnson ha detto di essere motivato a trovare l’assassino di Reade. Parte di quella motivazione proveniva dalla voce di Reade.

Dopo che la famiglia di Reade ha presentato la denuncia della persona scomparsa a Independence, Johnson e i suoi investigatori hanno riorientato le indagini.

“Abbiamo iniziato a raccogliere informazioni, quando è stata vista l’ultima volta, quando qualcuno le ha parlato l’ultima volta. E alla fine, questo è ciò che ci ha portato alla stazione di servizio Fav Trip sulla 23rd Street a Independence”, ha detto Johnson.

Gli investigatori hanno parlato con i dipendenti che lavoravano al distributore di benzina. Si è scoperto che sapevano esattamente chi la polizia stava cercando di identificare.

“Siamo stati in grado di raccogliere video di sorveglianza in quel momento, quindi la squadra di investigatori è stata in grado di riportarli al nostro posto di comando. E abbiamo iniziato a guardarlo ed è stato allora che siamo riusciti a raccoglierlo e ad ascoltare il video”, ha detto Johnson.

Gli investigatori non erano pronti per quello che hanno sentito in quel video.

Fu allora che tutti lo sentimmo e capimmo quanto fosse spaventata.

Proprio come l’ha detto. Il suono della sua voce, lo sguardo sul suo viso, erano paura.

Anche se Johnson non condividerà ciò che Reade ha detto in quel video perché fa parte di un’indagine attiva, Johnson ha detto che ogni investigatore che lavora nella sua squadra ha guardato il video e ascoltato la voce di Alesha.

“Quindi questa è la nostra motivazione nel caso in cui sapessimo quanto fosse spaventata di notte e quanto soffrisse”, ha detto Johnson.

Ad un certo punto, qualcuno è intervenuto per aiutare Reade alla stazione di servizio. Gli investigatori hanno detto che il Buon Samaritano ha dato un passaggio a Reade. Hanno controllato il suggerimento, ma ha solo sollevato ulteriori domande.

“Quella notte nel negozio era presente una buona samaritana che si rese di aver bisogno di aiuto. E lui le ha dato un passaggio, siamo stati in grado di identificare chi fosse quella persona, alla fine localizzarlo ed escludere che fosse coinvolto in tutto questo sulla base delle nostre interviste investigative e di altri indizi investigativi che abbiamo ottenuto sul caso,” Johnson Egli ha detto.

Gli investigatori ora credono che Reade si sia trovata faccia a faccia con qualcun altro dopo aver ottenuto il passaggio, e quella è la persona, o le persone, che l’hanno uccisa.

DOMANDE RESTANTI

Johnson ha detto di essere fiducioso nelle loro indagini sui movimenti di Reade fino alla notte della sua morte. Ma ci sono ovviamente delle lacune che Johnson e il suo team stanno lottando per colmare dopo che lei ha lasciato la stazione di servizio.

“Abbiamo risposto a molti suggerimenti in questo caso. Ma le persone ci hanno chiamato con molti consigli e ci hanno dato alcune informazioni positive su cui continuare a lavorare. E ci sono ancora alcune informazioni là fuori”, ha detto Johnson. “Abbiamo bisogno di qualcuno che chiuda il cerchio per noi.”

Gli investigatori hanno affermato che hanno bisogno di prove e testimoni per confermare alcune informazioni.

  • Solo un paio di persone possono spiegare cosa è successo
  • Gli investigatori hanno un’idea dei fatti
  • Ho intervistato persone che possono rispondere a queste domande

Il fascicolo del caso Reade è già enorme, ma sta crescendo.

“Questo è il fascicolo del caso di Alesha proprio qui. Fino a questo punto, e diventerà ancora più grande. Posso quasi garantirlo”, ha detto Johnson.

Il fascicolo dell'ufficio dello sceriffo della contea di Clay sull'omicidio di Alesha Reade riempie nove raccoglitori.
Il fascicolo dell’ufficio dello sceriffo della contea di Clay sull’omicidio di Alesha Reade riempie nove raccoglitori.(KCTV5)

Il caso richiede nove raccoglitori pieni di oltre 300 rapporti, mandati di perquisizione e telefonate. I raccoglitori non includono tutte le interviste faccia a faccia o i viaggi in altri tre stati avvenuti nell’ambito dell’indagine.

La squadra investigativa della contea di Clay si è incontrata anche con altre agenzie della contea per esaminare il caso. Si sono incontrati due volte in tre anni.

Tutti e 20 gli investigatori dell’ufficio dello sceriffo trascorrono un’intera settimana nel 2023 lavorando su piste proprio su questo caso.

Non sarò felice, ma sarò soddisfatto una volta che i sospettati nel caso, sai, in realtà, la giustizia avrà la meglio su Alicia.

Johnson ritiene che ogni sforzo li abbia avvicinati alle risposte, ma ha affermato che al suo team mancano ancora le informazioni chiave per chiudere il caso di Reade.

“A 1.148 giorni da quando ciò è accaduto, pensano di averla fatta franca. Voglio che sappiano che non l’hanno fatta franca”, ha detto Johnson.

Ma per farlo, Johnson ha detto che ha bisogno di qualcuno abbastanza coraggioso da farsi avanti e aiutarlo.

“Fatti avanti e basta. Sappiamo che sai che hai paura. Ma sappiamo anche che è la persona giusta che sa esattamente cosa è successo ad Alicia. Vuole giustizia per lei. Sa che quello che le è successo non se lo meritava, sa che vorrebbe conoscerti ancora, con la sua famiglia con sua figlia, i suoi nipoti. Vuole essere qui e abbiamo bisogno che la persona che ha fatto questo sia ritenuta responsabile”, ha detto Johnson.

La ricompensa standard della hotline TIPS della Crime Commission per Clay County arriva fino a $ 2.000. Ma la famiglia di Alesha ha incrementato la somma, portandola a 7.000 dollari. I suggerimenti alla hotline sono anonimi chiamando il numero 816-474-TIPS.

Copyright 2024 KCTV. Tutti i diritti riservati.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Video: hanno rubato tubi di rame e lasciato un intero isolato senza gas
NEXT Perché si ricorda oggi il Giorno della Memoria? Negli Usa