I funzionari del Maryland rilasciano la tempistica e la stima dei costi per la ricostruzione del ponte

I funzionari del Maryland rilasciano la tempistica e la stima dei costi per la ricostruzione del ponte
I funzionari del Maryland rilasciano la tempistica e la stima dei costi per la ricostruzione del ponte

ANNAPOLIS, Md. (AP) – Il Maryland prevede di ricostruire il Francis Scott Key Bridge in poco più di quattro anni per un costo stimato tra 1,7 e 1,9 miliardi di dollari, ha detto giovedì un funzionario dei trasporti statali.

Lo stato prevede di costruire una nuova campata entro l’autunno del 2028, ha affermato David Broughton, portavoce del Dipartimento dei trasporti del Maryland. Ha detto che la stima dei costi è preliminare e che le specifiche tecniche dettagliate non sono state confermate.

Mentre continuano gli sforzi di salvataggio, le autorità hanno anche annunciato mercoledì scorso di aver recuperato il corpo di una quinta persona scomparsa dopo l’incidente crollo del ponte il 26 marzoche ha chiuso il porto di Baltimora, uno dei porti più trafficati del Paese.

Sei membri di una squadra di lavori stradali sono precipitati verso la morte quando una nave portacontainer ha perso potenza e si è schiantata contro una delle colonne portanti del ponte. Il Key Bridge Response Unified Command ha annunciato che la vittima trovata mercoledì è stata identificata come Miguel Angel Luna Gonzalez, 49 anni, di Glen Burnie, nel Maryland. Tutte le vittime erano immigrati latini che sono venuti negli Stati Uniti dal Messico, Guatemala, El Salvador e Honduras.

“Continuiamo a pregare per Miguel Angel Luna Gonzalez, la sua famiglia e tutti coloro che lo amano, riconoscendo l’angoscia che hanno vissuto dal crollo del Key Bridge”, ha affermato il Governatore. Wes Moore ha detto in una dichiarazione giovedì. “Preghiamo per il conforto, preghiamo per la guarigione e preghiamo per la pace nel sapere che la persona amata è finalmente tornata a casa”.

Mercoledì le squadre di soccorso hanno trovato uno dei veicoli da cantiere scomparsi e hanno informato la polizia di stato del Maryland, hanno detto i funzionari. Gli investigatori della polizia di stato, gli agenti di polizia dell’autorità dei trasporti del Maryland e l’FBI sono intervenuti sulla scena e hanno recuperato il corpo all’interno di un camion rosso. Hanno prestato assistenza anche la squadra di recupero subacqueo della Polizia di Stato e l’unità della scena del crimine.

Nel frattempo, il broker della polizza assicurativa del ponte ha confermato giovedì che sarà effettuato un pagamento di 350 milioni di dollari allo stato del Maryland in quello che dovrebbe essere il primo di molti pagamenti legati al crollo.

Secondo il broker WTW, Chubb, la compagnia che ha assicurato il ponte, si sta preparando a effettuare il pagamento di 350 milioni di dollari. Douglas Menelly, portavoce di WTW, giovedì ha confermato i piani per il pagamento, riportato per la prima volta dal Wall Street Journal. Chubb non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento giovedì.

L’Autorità dei trasporti del Maryland ha dichiarato giovedì che il tesoriere dello stato ha presentato un reclamo il giorno del crollo del ponte “contro la nostra polizza sulla proprietà da 350 milioni di dollari e ha messo in avviso la nostra polizza di responsabilità di primo livello da 150 milioni di dollari per conto di MDTA”.

“Ci aspettiamo che l’intera polizza immobiliare venga pagata a breve”, ha affermato l’agenzia in un comunicato stampa.

I funzionari dei trasporti del Maryland hanno notato che le stime statali per il costo di ricostruzione del ponte sono in linea con progetti simili di questa portata e complessità. I finanziamenti federali, i proventi assicurativi e altri rimborsi porteranno una varietà di risorse verso lo sforzo di ricostruzione e recupero, hanno detto i funzionari, e lo stato sta perseguendo altre opzioni di recupero per ridurre al minimo i costi netti per i contribuenti e i clienti dei pedaggi.

La nave portacontainer Dali è ferma tra i rottami dal crollo, ma equipaggi pianificare di rimettere a galla e rimuovere la nave, consentendo la ripresa di un maggior traffico marittimo attraverso il porto di Baltimora. I funzionari si aspettano di rimuoverlo entro il 10 maggio, secondo un comunicato stampa del porto di Baltimora.

Le squadre di salvataggio e demolizione stavano ancora lavorando 24 ore su 24 per rimuovere i rottami dal luogo del crollo. Ora sono concentrati principalmente nel liberare la Dali da un’enorme campata d’acciaio che si è schiantata sulla prua della nave.

Ciò consentirà alla nave di essere rimessa a galla e ricondotta nel porto di Baltimora. Permetterà inoltre alla maggior parte del traffico marittimo di riprendere attraverso il trafficato porto della costa orientale.

Giovedì mattina, le squadre si stavano preparando per una demolizione controllata che avrebbe abbattuto la campata più grande rimasta e la avrebbe fatta rotolare in acqua. Quindi un’enorme benna idraulica solleverà le sezioni di acciaio risultanti sulle barre.

Anche la benna idraulica, che i funzionari hanno definito la più grande del paese, era in movimento giovedì mattina. Muovendosi molto lentamente, l’artiglio gigante discese nelle profondità del fiume Patapsco ed emerse con una trave d’acciaio nelle sue capriate. Stava operando in tandem con la Chesapeake 1000, una delle gru più grandi della costa orientale.

___

Hanno contribuito a questo rapporto le giornaliste dell’Associated Press, Denise Lavoie a Richmond, Virginia, e Lea Skene a Baltimora.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I 5 must-have della stagione ai prezzi speciali di Parfois
NEXT È stata completata la saldatura di due tratti della deviazione del Gasdotto Nord