Il governo è stato sollecitato ad adottare una nuova legislazione sulla diffamazione in occasione della Giornata mondiale della libertà di stampa

Mentre in Irlanda e nel mondo si celebra la Giornata mondiale della libertà di stampa 2024, NewsBrands Ireland e Irlanda localegli organismi di settore dei media nazionali e locali, chiedono al governo di mantenere l’impegno dichiarato di emanare rapidamente la legislazione sulla diffamazione.

La pubblicazione prioritaria del disegno di legge (emendamento) sulla diffamazione è inclusa nell’attuale programma legislativo del governo e, secondo una coalizione di redattori che hanno scritto al Taoiseach, “è fondamentale che le riforme, ora prioritarie per il governo, siano attuate il più rapidamente possibile”. possibile e, certamente, entro i tempi legislativi probabilmente limitati dell’attuale Dáil.

Sarebbe un duro colpo per la libertà dei media e per la democrazia stessa se questa importante opportunità di varare una nuova legislazione sulla diffamazione dovesse svanire ora”.

Commentando l’invio della lettera, Dan Linehan, presidente di Local Ireland e direttore generale di Irish Times Regionals, ha dichiarato: “Nel marzo 2023, il disegno di legge sullo schema generale della diffamazione (emendamento) è stato pubblicato da An Taoiseach Simon Harris, allora ministro della Giustizia, dopo una lunga revisione della legge sulla diffamazione del 2009 Stiamo ancora aspettando che il governo pubblichi un disegno di legge (emendamento) sulla diffamazione e attui la riforma della legislazione sulla diffamazione promessa da tempo. “Chiediamo al governo di farlo prima della pausa estiva”.

Colm O’Reilly, presidente di NewsBrands Ireland e direttore operativo del Business Post, ha aggiunto: “La Giornata mondiale della libertà di stampa ricorda il ruolo cruciale della stampa libera in una democrazia sana e vi sono ampie prove che l’attuale legislazione sulla diffamazione non è adatta allo scopo. Queste leggi ostacolano la capacità della stampa di indagare ed esporre questioni serie e importanti di interesse pubblico a causa dei livelli di rischio e di costi potenzialmente devastanti per gli editori”.

Abolizione delle giurie

Lo schema generale del disegno di legge (emendamento) sulla diffamazione raccomanda l’abolizione delle giurie nelle azioni di diffamazione e NewsBrands Ireland e Local Ireland affermano che questo è il cambiamento più importante alla nostra legislazione sulla diffamazione. I processi con giuria sono imprevedibili, richiedono molto tempo e sono costosi.

Le loro decisioni mancano di trasparenza. Numerosi riconoscimenti della giuria, che hanno concesso risarcimenti notevolmente superiori a quelli disponibili in azioni per lesioni personali gravi, sono serviti a gettare discredito sul sistema legale. Una decisione motivata di un giudice conferisce prevedibilità al processo e risponde alla necessità di maggiore apertura e trasparenza nella vita pubblica.

Inoltre, un processo davanti a una giuria allunga notevolmente il tempo necessario per gestire un caso. Spesso durano il doppio dei casi equivalenti davanti a un giudice. Ciò comporta un notevole aumento delle spese legali e una notevole perdita di tempo in tribunale.

Serious Harm Test NewsBrands Irlanda e Irlanda locale chiedono da diversi anni un test del danno grave e sostengono fermamente la raccomandazione del comitato giustizia dell’Oireachtas secondo cui un test del danno grave dovrebbe essere applicato a tutte le azioni di diffamazione.

Lo schema generale del disegno di legge (emendamento) sulla diffamazione cerca di limitare il test ai casi che coinvolgono aziende, autorità pubbliche e rivenditori. Come nel caso dei punti vendita al dettaglio, i media irlandesi si trovano ad affrontare, quasi quotidianamente, accuse di diffamazione ingiustificate ed esagerate.

In una dichiarazione congiunta, NewsBrands e Local Ireland affermano che i costi per difendere queste affermazioni sono significativi e spesso irrecuperabili anche quando la difesa ha successo.

“Un test di danno serio per tutti i procedimenti per diffamazione fungerebbe da deterrente contro affermazioni vessatorie e allevierebbe i rischi per l’Irlanda associati al ‘turismo della diffamazione’. Tutti i ricorrenti hanno la possibilità di far esaminare il loro caso dall’Ufficio del difensore civico della stampa, compresi coloro che non soddisfano il test del danno grave”, si legge.

In un momento in cui la libertà di stampa è sotto attacco in molte parti del mondo, entrambe le organizzazioni affermano che dovrebbero essere compiuti tutti gli sforzi possibili per sostenere una stampa libera e vitale qui in patria.

“Il governo può ora fare una forte dichiarazione a sostegno della libertà di stampa attuando la riforma della legislazione sulla diffamazione senza ulteriori ritardi.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Oggi e 20 anni fa: quali cittadini dei paesi dell’UE vivono in Estonia? | Notizia
NEXT 12 incendi, 22 incidenti di servizi speciali