Idoneità al condono del prestito studentesco: Chi ha diritto al prossimo round di condono del prestito studentesco?

TIo ho Amministrazione Biden ha compiuto un passo significativo nell’affrontare la crisi del debito studentesco donando 6,1 miliardi di dollari prestiti studenteschi per 317.000 persone che hanno frequentato gli Istituti d’Arte. Questa catena di scuole a scopo di lucro ha chiuso i battenti lo scorso autunno a causa di accuse di frode, lasciando molti studenti gravati dai debiti e da un senso di tradimento.

Il presidente Joe BidenL’amministrazione di ha lavorato per affrontare l’incredibile cifra di 1.700 miliardi di dollari di debito studentesco della nazione. Quest’ultimo sforzo fa parte di quel piano, dopo una battuta d’arresto quando la Corte Suprema ha bloccato un’iniziativa più ampia di condono dei prestiti universitari lo scorso anno.

IL Istituti d’arteche aveva filiali in città come Atlanta, Fort Worth, New York e Tampa, ha chiuso definitivamente a settembre dopo la Dipartimento dell’educazione ha scoperto che l’istituto aveva travisato i tassi di occupazione e gli stipendi dei suoi laureati. Segretario dell’Istruzione Michele Cardona ha espresso indignazione, affermando che gli studenti che avevano preso prestiti per frequentare queste scuole “hanno ottenuto poco se non bugie in cambio”.

“Dobbiamo continuare a proteggere i mutuatari dalle istituzioni predatorie e lavorare per un sistema di istruzione superiore che sia accessibile agli studenti e ai contribuenti”, ha sottolineato Cardona.

Gli istituti d’arte hanno falsamente affermato l’80% di inserimento lavorativo

Il presidente Biden è intervenuto anche lui, sottolineando che la sua amministrazione ha ora condonato un totale di 29 miliardi di dollari di debiti per 1,6 milioni di studenti che sono stati sfruttati dai loro college, hanno subito chiusure improvvise o sono stati coperti da accordi giudiziari correlati.

Oltre a quest’ultimo annuncio, l’amministrazione Biden ha già condonato oltre 160 miliardi di dollari a quasi 4,6 milioni di mutuatari. Questo sforzo continuo riflette l’impegno dell’amministrazione a fornire sollievo a coloro che sono gravati dal debito studentesco.

L’indagine sull’Art Institutes ha rivelato risultati allarmanti, inclusa la falsa affermazione della società secondo cui l’80% dei suoi laureati ha trovato lavoro nel proprio campo di studio entro sei mesi dalla laurea.

La cifra attuale non ha mai superato il 57%, secondo l’ Dipartimento dell’educazione. Inoltre, la scuola avrebbe travisato i guadagni dei suoi diplomati e annualizzato i redditi stimati dei laureati che avevano lavori temporanei.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cosa è aperto e chiuso oggi lunedì 27 maggio
NEXT Decretata preemergenza nella fornitura di Gas per mancanza di Lavori Nazione – Economia