Garbiñe Muguruza e la sua reazione al cattivo gusto e al sessismo di alcune domande

Dopo aver raggiunto la vetta (è due volte campionessa del Grande Slam, vincitrice delle WTA Finals ed ex numero 1 del mondo), Garbine Muguruza ha annunciato, alla fine dello scorso aprile, il suo ritiro. Nonostante l’ex tennista abbia iniziato un nuovo capitolo della sua vita, lontano dal campo – come lei stessa ha raccontato, nello scoop, a CIAO!, sposerà il suo compagno, Arthur Borges, il 5 ottobre -, non ha voluto per mancare ad un appuntamento imprescindibile per il mondo dello sport, la consegna dei Premi Laureusche si sono svolti per la prima volta a Madrid.

La presenza di Garbiñe ha generato una grande aspettativa, visto che solo pochi giorni fa aveva reso pubblica la sua decisione di lasciare il tennis. Tuttavia, la sua permanenza sul tappeto rosso è stata segnata da un momento diventato presto virale sui social, quando gli è stato chiesto del suo cambiamento fisico. Ora Garbiñe ci racconta cosa ha pensato in quel momento.

©FOTO
Alla fine dello scorso aprile, Garbiñe ha annunciato il suo ritiro dal tennis

– Parlando l’altro giorno della pensione, ci sono stati molti commenti maliziosi e orribili sul tuo cambiamento fisico… Hai reagito in modo fenomenale.

– Vediamo. Ovviamente sono rimasto scioccato. Ero sul tappeto rosso con indosso un vestito spettacolare, che ho adorato, sentendomi favolosa, e all’improvviso mi si avvicina una ragazza con il microfono e mi dice: cosa ne pensi di non so cosa. All’inizio non capivo la domanda. E lui: “No, ti criticano per il cambiamento fisico”. Certo, sono rimasto… ho detto: farò il gentile perché alla fine quella ragazza, beh, non lo so, glielo avranno detto, glielo hanno chiesto… non lo so . Quindi non volevo rispondere male, ma è vero che non mi è piaciuto per niente. E’ stato davvero un peccato, in un momento in cui si festeggiava la gara… Ma ho un aspetto fantastico. Alla fine faccio tanti pesi, vado in palestra tutti i giorni. Non ho il corpo che avevo quando giocavo alle Olimpiadi… è semplicemente impossibile.

“Nella mia vita sarò in forma come quando andai a giocare alle Olimpiadi. Ora la mia priorità è essere forte perché mi piace essere forte, sano e in forma”.

– È anche assurdo perché puoi vedere quanto sei felice sul tuo viso ed è incredibile. Alla fine si è il riflesso di quello che si ha dentro

– Il fatto è che sono stato un po’… anche cattivo. Tipo: “Ho un aspetto così brutto?” Ma poi ho detto: niente, sciocchezze. Perché, guarda, sembro super felice e, a parte questo, fisicamente, non posso avere la stessa disciplina che avevo prima, facendo una dieta in cui non mangiavo un solo pezzo di caramella e allenandomi otto ore al giorno. giorno. Non sarò mai così in forma nella mia vita come lo ero quando andai a giocare alle Olimpiadi. Ora la mia priorità è essere forte perché mi piace essere forte, sano e in forma. E benvenuto è il rotolo che ho qui. Non sai quanto sono felice di seguire una dieta equilibrata, non tanto concentrata sull’essere il più fibrosa possibile, ma una dieta di tutto. Quindi, comunque, sono felice che tu me lo abbia chiesto perché io ho pensato… e in più ho pensato: pensi che i calciatori, che cambiano anche molto…

– Tutti voi che praticate sport d’élite siete soggetti a diete così rigide, che devono cambiare, ma è una questione di natura.

– Ho solo pensato: secondo te che… che ne so, non voglio fare nomi neanche io, ma ho visto anche persone che sono peggiorate molto, e secondo te ai ragazzi viene chiesto: “Noi ci vediamo con la pancia, eh?” “? Sono sicuro che ai bambini non vengono chieste queste cose. Comunque.

Garbiñe Muguruza HOLA 4162©@DEAR_MARCO
La tennista ha molto da festeggiare: il 5 ottobre sposerà Arthur Borges

CIAO! È vietata la riproduzione totale o parziale del presente reportage e delle sue fotografie, anche citandone l’origine.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Maruti Suzuki Brezza CNG ottiene nuove caratteristiche di sicurezza, qualche impatto sul prezzo? Controlla i dettagli
NEXT I produttori di acciaio avvertono i ministri che il Regno Unito è a rischio di dumping