Il prezzo di Bitcoin (BTC) raggiunge i 62.000 dollari mentre DOGE, SHIB e NEAR guidano il rimbalzo delle criptovalute dopo i dati sui lavori soft

Il prezzo di Bitcoin (BTC) raggiunge i 62.000 dollari mentre DOGE, SHIB e NEAR guidano il rimbalzo delle criptovalute dopo i dati sui lavori soft
Il prezzo di Bitcoin (BTC) raggiunge i 62.000 dollari mentre DOGE, SHIB e NEAR guidano il rimbalzo delle criptovalute dopo i dati sui lavori soft

Venerdì le criptovalute sono rimbalzate guidate dal guadagno di bitcoin (BTC), alimentando la speranza che il peggio del calo possa essere passato.

BTC è salito di quasi il 5% per un breve periodo sopra i 62.000 dollari durante le ore mattutine degli Stati Uniti a seguito di un andamento più freddo del previsto. Rapporto sull’occupazione di aprile negli Stati Uniti che ha alleviato le preoccupazioni sull’aumento dei tassi di interesse. Al momento della stesura di questo articolo, il bitcoin passava di mano a 61.600 dollari, in crescita del 4,4% e sovraperformando il mercato generale Indici CoinDesk 20 (CD20) Avanzamento del 3% nelle ultime 24 ore.

Ether (ETH) ha recuperato il livello dei 3.000 dollari e nello stesso periodo è cresciuto del 3%, mentre le principali altcoin dogecoin (DOGE), shiba inu (SHIB) e Near Protocol’s VICINO è balzato del 5%-10%.

Il rally è avvenuto quando l’economia statunitense ha aggiunto 175.000 posti di lavoro in aprile, meno rispetto al consenso degli analisti di 245.000 e 315.000 del mese precedente, secondo il rapporto del governo sui salari non agricoli. Ha inoltre mostrato che il tasso di disoccupazione è aumentato al 3,9% dal 3,8% di marzo.

A seguito del rapporto, gli operatori di mercato hanno visto una probabilità del 68% per almeno un taglio dei tassi entro settembre, rispetto al 57% di una settimana fa. Dati FedWatch ECM indicato.

La correzione di Bitcoin da metà marzo ha coinciso con le crescenti preoccupazioni che i politici della Federal Reserve adottassero un atteggiamento più aggressivo di fronte all’inflazione vischiosa negli ultimi mesi, con alcuni trader che hanno addirittura respinto la possibilità di un taglio dei tassi quest’anno. Ciò ha aiutato l’indice del dollaro USA a raggiungere il livello più alto da novembre, spesso un segnale ribassista per asset rischiosi come le criptovalute.

Oltre ai dati sui lavori soft, gli analisti di Coinbase David Han e David Duong hanno preso nota della riunione del FOMC di questa settimana in cui i politici non hanno indicato alcun interesse a tagliare i tassi, ma hanno ridotto il ritmo del deflusso del bilancio della banca centrale, spesso definito quantitativo. campagna di inasprimento (QT) – come segnale accomodante.

“Crediamo che la dichiarazione più accomodante del previsto da parte del FOMC abbia segnalato il picco dello slancio rialzista del dollaro contro entrambi i mercati valutari. [foreign currencies] e coppie crittografiche”, hanno scritto Han e Duong.

Arthur Hayes, ex CEO dell’exchange di criptovalute BitMEX, ha detto nel suo ultimo saggio All’inizio di venerdì il bitcoin ha probabilmente toccato il minimo di questa settimana di $ 56.000, ma ha avvertito gli investitori di aspettarsi una salita graduale invece di una rapida ripresa ai massimi di marzo poiché i mercati si raffredderanno per i prossimi mesi. “Bitcoin ha toccato un minimo locale […] All’inizio di questa settimana,” ha chiesto Hayes. “Sì,” ha concluso. “Mi aspetto che i prezzi scendano, si sminuzzino e inizino una lenta risalita.”

Parlando del futuro, prevede “un’impennata fino a oltre 60.000 dollari e poi un’azione dei prezzi all’interno di un range compreso tra 60.000 e 70.000 dollari fino ad agosto”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il primo aereo spaziale cargo è già al Kennedy Center
NEXT Trump supera per la prima volta Biden nell’incasso mensile della campagna presidenziale