Si sapeva cosa avrebbe fatto la NASA in caso di un possibile impatto di un asteroide contro la Terra

L’agenzia spaziale americana ha rivelato che sta rivedendo attentamente i suoi protocolli di emergenza in caso di un evento cosmico catastrofico. La dottoressa Kelly Fast, esperta di difesa planetaria, sottolinea l’importanza di rilevare e monitorare gli asteroidi potenzialmente pericolosi prima che rappresentino una vera minaccia per il nostro pianeta. Nelle sue stesse parole, “È essenziale trovare questi corpi celesti prima che loro trovino noi, ed essere pronti a intervenire se necessario”.

La NASA scansiona lo spazio alla ricerca di asteroidi

L’Ufficio di coordinamento della difesa planetaria della NASA è attivamente impegnato nella scansione dello spazio alla ricerca di potenziali asteroidi che potrebbero rappresentare una minaccia per la Terra. Mantenere una sorveglianza costante del cosmo è fondamentale per anticipare eventuali rischi e adottare misure proattive per proteggere la nostra casa planetaria.

immagine.png

La NASA ha rivelato che sta rivedendo attentamente i suoi protocolli di emergenza in caso di un evento cosmico catastrofico.

La NASA si prepara per un possibile impatto di un asteroide

L’esperto ha dettagliato il processo di preparazione necessario per affrontare una situazione di questo tipo, sottolineando l’importanza di identificare gli asteroidi potenzialmente pericolosi prima che rappresentino una vera minaccia per il nostro pianeta. Secondo le sue parole, “L’impatto di un asteroide è l’unico disastro naturale che potrebbe essere evitato”sottolineando così la necessità di mantenere un controllo attivo su questi oggetti celesti.

L’Ufficio di Coordinamento della Difesa Planetaria della NASA sostiene gli sforzi per scoprire gli asteroidi e calcolare le loro traiettorie in un lontano futuro. Il dottor Fast ha spiegato che se la minaccia dell’impatto di un asteroide viene identificata con anni o decenni di anticipo, esiste la possibilità di condurre una missione diversiva. Tuttavia, ha sottolineato che il primo compito nella difesa planetaria è individuare e monitorare efficacemente questi asteroidi.

Nel caso in cui una minaccia di impatto fosse confermata, la NASA emetterebbe una notifica ufficiale, inizialmente indirizzata al governo del Paese colpito, per poi estenderla a livello globale e comunicarla alle Nazioni Unite. Secondo i protocolli attuali, se l’asteroide fosse distante anni, si tenterebbe di deviarlo per evitare l’impatto. Tuttavia, se l’intervallo di tempo è inferiore a cinque anni prima dell’impatto previsto, verrebbe presa in considerazione l’opzione di distruggere l’asteroide anziché deviarlo.

immagine.png

La NASA si sta preparando per un possibile impatto di un asteroide.

I test effettuati

Nel 2022, la NASA ha effettuato la missione Double Asteroid Redirection Test (DART), in cui ha fatto esplodere un asteroide nello spazio profondo. Questa iniziativa mirava a testare la fattibilità della deviazione di asteroidi potenzialmente pericolosi prima che costituiscano una minaccia per la Terra. L’esperimento scientifico, che aveva un budget di 324 milioni di dollari, ha prodotto risultati promettenti determinando la spinta necessaria per deviare l’asteroide in caso di impatto imminente.

Durante la missione, la navicella spaziale DART si è scontrata deliberatamente con l’asteroide Dimorphos, una luna di un pianeta minore noto come Didymos. Sebbene all’epoca Dimorphos non rappresentasse una minaccia per la Terra, fu una simulazione riuscita per testare la capacità della tecnologia spaziale di alterare l’orbita di un oggetto spaziale. L’asteroide si trovava a circa 11 milioni di chilometri dal nostro pianeta al momento dell’impatto, il che ha garantito la sicurezza terrestre durante l’esperimento.

I risultati dell’esperimento DART sono stati incoraggianti, poiché sono riusciti a ridurre l’orbita di Dimorphos in un periodo di tempo significativo. Sebbene l’obiettivo iniziale fosse quello di ridurre l’orbita di 73 secondi, l’impatto della sonda DART è riuscito ad accorciarla di 32 minuti, indicando un notevole successo nella capacità della tecnologia spaziale di mitigare il rischio di impatti di asteroidi.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Equinox Gold apre la miniera di Greenstone con il primo spruzzo d’oro in Ontario
NEXT Aumento dell’800% della bolletta del gas al Centro Sportivo Comunale