BERNAMA – LE SOCIETA’ COINVOLTE NELL’APPROVAZIONE INDENNITA DI OLIO DA CUCINA SOVVENZIONATO VERRANNO DENUNCIATE

BANGI, 5 maggio (Bernama) — I nomi delle aziende sovvenzionate di riconfezionamento di olio da cucina identificate per aver commesso pratiche illecite relative ai beni controllati saranno rivelati una volta ricevuto il rapporto completo, ha affermato il ministro del Commercio interno e del costo della vita (KPDN) Datuk. Armizan Mohd Ali.

Ha detto che diversi stati devono ancora completare il processo di audit e presentare i loro rapporti al ministero.

“Una volta finalizzati i rapporti di audit, annunceremo le azioni da intraprendere quest’anno e i miglioramenti da apportare”, ha detto ai giornalisti presiedendo oggi qui il primo Richiamo Mart.

Il 10 marzo, Armizan ha dichiarato che KPDN avrebbe divulgato l’elenco delle società coinvolte nell’appropriazione indebita di olio da cucina sovvenzionato, che ne ha interrotto la distribuzione sul mercato. Ha avvertito di azioni severe, tra cui l’annullamento e la revoca della licenza, contro i trasgressori.

Nel frattempo, ha affermato che coloro che vendono olio da cucina online sovvenzionato senza aderire ai prezzi e alle quantità fissate dal governo dovranno affrontare azioni legali per aver violato il Control of Supplies Act 1961 (Act 122).

Armizan ha affermato che l’olio da cucina sovvenzionato è tra gli articoli controllati elencati nella legge 122, insieme ad altri 11 articoli come zucchero, farina, benzina e diesel.

Una ricerca sui social media ha rivelato che gli articoli vengono venduti sfusi, al prezzo di 90 RM per tre scatole contenenti 50 pacchetti di olio da cucina sovvenzionati e 900 RM per 50 scatole contenenti 850 pacchetti.

Ha inoltre esortato il pubblico a collaborare presentando reclami formali alla KPDN in merito a qualsiasi cattiva condotta relativa agli articoli controllati prima di condividerli sui social media.

“Quando gli incidenti vengono condivisi, i colpevoli possono tentare di nascondere le loro malefatte. Effettuate segnalazioni formali attraverso i portali e le piattaforme forniti e vi assicuro che verranno intraprese azioni immediate”, ha affermato.

In un altro sviluppo, Armizan concorda con la dichiarazione del ministro delle industrie e delle materie prime delle piantagioni, Datuk Seri Johari Ghani, che esorta il dipartimento doganale reale malese (JKDM) a essere più fermo e approfondito nel condurre ispezioni dei prodotti etichettati con la campagna di boicottaggio. prodotti a base di olio di palma che entrano nel paese.

“Ciò completerà l’ecosistema, garantendo non solo l’applicazione ma anche la regolamentazione di questi beni dal punto di ingresso fino alla loro distribuzione nei locali commerciali”, ha affermato.

Recentemente la KPDN ha fatto irruzione in un minimarket a Putrajaya per sospetta vendita di prodotti alimentari con la scritta “No Palm Oil” (NPO) scritta sulla confezione di plastica.

— BERNAMA


BERNAMA fornisce notizie e informazioni aggiornate, autentiche e complete che vengono diffuse tramite BERNAMA Wires; www.bernama.com; BERNAMA TV su Astro 502, unifi TV 631 e MYTV 121 canali IFLIX e BERNAMA Radio sulle frequenze FM93.9 (Klang Valley), FM107.5 (Johor Bahru), FM107.9 (Kota Kinabalu) e FM100.9 (Kuching).

Seguici sui social media:
Facebook : @bernamaofficial, @bernamatv, @bernamaradio
Twitter: @bernama.com, @BernamaTV, @bernamaradio
Instagram: @bernamaofficial, @bernamatvofficial, @bernamaradioofficial
Tic toc: @bernamaofficial

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La NASA vuole rimuovere tutti i detriti spaziali dall’orbita e propone un’idea per farlo
NEXT I deputati americani promettono di riattivare le spedizioni di armi a Taiwan “il più presto possibile”