L’Ucraina segna la sua terza Pasqua in guerra mentre si trova sotto il fuoco dei droni e delle truppe russe

L’Ucraina segna la sua terza Pasqua in guerra mentre si trova sotto il fuoco dei droni e delle truppe russe
L’Ucraina segna la sua terza Pasqua in guerra mentre si trova sotto il fuoco dei droni e delle truppe russe

KIEV, Ucraina (AP) – Mentre l’Ucraina celebrava la sua terza Pasqua in guerra, la Russia domenica ha lanciato una raffica di droni concentrati nell’est dell’Ucraina, ferendo più di una dozzina di persone, e ha affermato che le sue truppe hanno preso il controllo di un villaggio che avevano preso di mira.

L’aeronautica ucraina ha affermato che la Russia ha lanciato durante la notte 24 droni Shahed, di cui 23 sono stati abbattuti.

Sei persone, tra cui un bambino, sono rimaste ferite in un attacco di droni nella regione orientale di Kharkiv, ha riferito il governatore regionale. Ha detto Oleh Syniehubov. Altri dieci sono rimasti feriti in un attacco aereo domenica pomeriggio sulla capitale regionale di Kharkiv, chiamata anche Kharkiv, ha detto Syniehubov, aggiungendo che la città è stata attaccata da una bomba aerea.

Gli incendi sono scoppiati quando i detriti dei droni abbattuti sono caduti sugli edifici nella vicina regione di Dnipropetrovsk. Non sono state segnalate vittime.

Il Ministero della Difesa russo ha annunciato domenica che le sue truppe hanno preso il controllo del villaggio di Ocheretyne, che è stato nel mirino delle forze russe nella regione di Donetsk, nell’Ucraina orientale. Le riprese dei droni ottenute dall’Associated Press hanno mostrato il villaggio martoriato dai combattimenti. Non si vede una sola persona nel filmato ottenuto venerdì scorso, e nessun edificio a Ocheretyne sembra essere rimasto indenne dai combattimenti.

I funzionari di Kiev hanno esortato i residenti a seguire i servizi pasquali ortodossi online per motivi di sicurezza. Serhiy Popko, capo dell’amministrazione cittadina di Kiev, ha avvertito che “anche in giorni di festa così luminosi, possiamo aspettarci azioni malvagie da parte dell’aggressore”.

Nel suo discorso di Pasqua, il presidente Volodymyr Zelenskyy ha invitato gli ucraini a essere “uniti in un’unica preghiera comune”.

In un video girato davanti alla cattedrale di Santa Sofia a Kiev, indossando la tradizionale camicia ricamata Vyshyvanka, Zelenskyy ha detto che Dio “ha un gallone con la bandiera ucraina sulla spalla”. Con “un tale alleato”, ha detto Zelenskyj, “la vita vincerà sicuramente sulla morte”.

La maggioranza degli ucraini si identifica come cristiani ortodossi, sebbene la chiesa sia divisa. Molti appartengono alla Chiesa ortodossa indipendente dell’Ucraina. La rivale Chiesa ortodossa ucraina è rimasta fedele al patriarca di Mosca fino alla separazione dalla Russia dopo l’invasione del 2022 ed è vista con sospetto da molti ucraini.

A Mosca, sabato sera, i fedeli, tra cui il presidente Vladimir Putin, hanno gremito la cattedrale di Cristo Salvatore, punto di riferimento di Mosca, per una funzione pasquale notturna guidata dal patriarca Kirill, capo della Chiesa ortodossa russa e schietto sostenitore del Cremlino.

I cristiani ortodossi orientali di solito celebrano la Pasqua più tardi rispetto alle chiese cattoliche e protestanti, perché usano un metodo diverso per calcolare la data del giorno santo che segna la risurrezione di Cristo.

___

Morton ha riferito da Londra.

___

Segui la copertura della guerra dell’AP su https://apnews.com/hub/russia-ukraine

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Tariffa del gas: la protezione promossa da Melella è riuscita a riunire l’intero arco politico della Terra del Fuoco
NEXT Opportunità di sviluppo economico e sociale nel progetto minerario della Tinga Valley