La testimonianza del gran giurì appena aperta del cameriere di Trump aiuta a spiegare il desiderio dell’FBI di perquisire Mar-a-Lago

La testimonianza del gran giurì appena aperta del cameriere di Trump aiuta a spiegare il desiderio dell’FBI di perquisire Mar-a-Lago
La testimonianza del gran giurì appena aperta del cameriere di Trump aiuta a spiegare il desiderio dell’FBI di perquisire Mar-a-Lago

cnn

Il cameriere di Donald Trump ha detto agli investigatori prima che l’FBI perquisisse Mar-a-Lago nel 2022 di aver scelto a caso scatole di documenti da restituire agli archivi nazionali e Trump stesso ha ordinato che altre dozzine di scatole situate nel resort non sarebbero state restituite, secondo quanto recentemente riportato. atti giudiziari non sigillati.

I documenti esaminati dalla CNN gettano nuova luce sul ruolo critico che Walt Nauta, ora coimputato di Trump nel caso dei documenti riservati, ha svolto nel dare all’FBI la giustificazione per eseguire il mandato di perquisizione nel resort dell’ex presidente in Florida.

Nauta ha testimoniato davanti a un gran giurì due mesi prima della perquisizione dell’agosto 2022 sulle scatole che aveva preso dal magazzino di Mar-a-Lago nel gennaio 2022.

Quando un gran giurato chiese a Nauta se avrebbe “semplicemente scelto qualcuno dalla parte superiore”, Nauta disse “sì”, secondo una trascrizione appena aperta e un affidavit di mandato di perquisizione dell’FBI non redatto.

Ad un certo punto nel processo di scelta delle scatole da far esaminare da Trump prima di restituirle agli Archivi, Nauta ha detto che Trump “aveva detto, okay, è tutto”.

Il racconto di Nauta è stato corroborato da un secondo testimone, la cui identità non è pubblicamente nota. Entrambi hanno affermato che Trump ha dato l’ordine di non consegnare più scatole agli Archivi nazionali.

I documenti recentemente aperti mostrano che gli investigatori hanno parlato con dozzine di testimoni e hanno ottenuto informazioni sui meccanismi interni a Mar-a-Lago e alla Casa Bianca di Trump che non erano incluse nei documenti di accusa iniziali contro Trump e Nauta ma che potevano essere utilizzate durante il processo. In particolare, i documenti si aggiungono al quadro su come l’FBI sapesse che nel club di Trump c’erano ulteriori scatole che probabilmente contenevano documenti riservati.

Trump è stato accusato dal procuratore speciale Jack Smith di cattiva gestione criminale dei documenti di sicurezza nazionale e di tentativo di ostacolare la giustizia dopo che il governo federale ha citato in giudizio il loro ritorno. Nauta e un altro coimputato, Carlos De Oliveira, sono stati incriminati come co-cospiratori per ostacolare la giustizia. Tutti e tre si sono dichiarati non colpevoli. La data del processo non è stata ancora fissata.

La testimonianza del gran giurì di Nauta potrebbe essere utilizzata nel processo contro Trump

L’affidavit del mandato di perquisizione di Mar-a-Lago recentemente non oscurato e la testimonianza del gran giurì di Nauta sono stati inclusi negli atti giudiziari come parte di numerose sfide che Trump e Nauta stanno lanciando contro il caso di Smith.

Nauta, che alla fine ha smesso di collaborare con il procuratore speciale, ora sostiene di essere stato perseguito selettivamente e in modo vendicativo perché si era rifiutato di tornare davanti al gran giurì per un altro giro di testimonianze a meno che non fossero state soddisfatte determinate condizioni, secondo le memorie della corte che ha presentato nel caso. che il giudice sta ancora valutando.

L’avvocato di Nauta ha rifiutato di commentare questa storia. Anche gli avvocati di Trump, alcuni dei quali lo stanno attualmente difendendo nel processo penale in corso a Manhattan relativo ai pagamenti in denaro sotto copertura, non hanno rilasciato commenti.

03:33 – Fonte: CNN

Gli ospiti di Mar-a-Lago hanno un accesso speciale a Trump?

La testimonianza del gran giurì di Nauta potrebbe diventare una parte importante di un eventuale processo contro Trump. Anche se Nauta si rifiutasse di testimoniare, i pubblici ministeri potrebbero cercare di utilizzare le dichiarazioni del gran giurì su Trump nella loro presentazione alla giuria.

L’indagine penale sulla cattiva gestione delle informazioni riservate è iniziata dopo che gli Archivi hanno esaminato le prime 15 scatole recuperate da Mar-a-Lago e sono stati allarmati dai documenti governativi sensibili che i funzionari degli Archivi hanno trovato in essi.

Gli avvocati di Trump hanno risposto a un mandato di comparizione per tutti i documenti recanti marcature riservate presso il resort consegnando una busta contenente materiali nel giugno 2022. All’epoca, uno dei suoi avvocati ha firmato una dichiarazione in cui affermava che era stata effettuata una “perquisizione diligente” delle scatole. per individuare tutti questi documenti.

Nella dichiarazione giurata per la perquisizione di Mar-a-Lago, settimane dopo, gli investigatori hanno sottolineato ciò che i funzionari del Dipartimento di Giustizia e dell’FBI avevano osservato nel resort quando avevano raccolto le dichiarazioni di Nauta e di un altro testimone, per spiegare come avevano concluso che c’erano molte più scatole di documenti sensibili della Casa Bianca di Trump rispetto alle 15 raccolte dagli Archivi nazionali.

Le dichiarazioni dei testimoni, disse all’epoca l’FBI alla corte, indicavano che le scatole di documenti erano state scelte a casaccio per essere restituite agli Archivi nazionali e che Trump stesso aveva ordinato che altre dozzine di scatole non sarebbero state restituite.

Nauta è stato indicato come “Testimone 5” nel mandato, ma può essere identificato confrontando la dichiarazione giurata con la trascrizione della sua apparizione al gran giurì del giugno 2022 che è stata aperta nei giorni scorsi, così come altri dettagli emersi nel procedimento penale .

Nella dichiarazione giurata, l’FBI ha affermato che Nauta e altri avevano “raccolto le quindici scatole dal magazzino all’ingresso della suite residenziale personale del FPOTUS” a Mar-a-Lago in modo che Trump potesse esaminarle personalmente. (FPOTUS si riferisce a “ex presidente degli Stati Uniti”).

“Anche se c’erano molte più scatole FPOTUS delle quindici scatole, l’FPOTUS non ha esaminato il resto delle scatole FPOTUS prima del ritiro della NARA”, ha scritto l’agente dell’FBI alla corte per giustificare la perquisizione.

Secondo la dichiarazione giurata, il Dipartimento di Giustizia ha raccolto i filmati di sorveglianza della Trump Organization Mar-a-Lago nei giorni immediatamente successivi alla testimonianza del gran giurì di Nauta. Il filmato ha catturato Nauta mentre trasportava scatoloni nel resort nei giorni precedenti e successivi a quelli in cui un avvocato di Trump era stato incaricato di esaminare gli scatoloni alla ricerca di materiale riservato che era stato citato in giudizio durante le indagini.

L’FBI ha detto alla corte che la sua revisione del filmato ha mostrato che il “Testimone 5” aveva spostato più di 60 scatole dal magazzino di Mar-a-Lago ma ne aveva restituite solo meno della metà, prima che l’avvocato esaminasse le scatole in quella stanza. .

Nauta cerca di eliminare prove da account telefonici ed e-mail

Dopo che Nauta ha reso la testimonianza del gran giurì, l’aiutante di Trump ha sostituito il suo avvocato iniziale con uno fornitogli tramite Trump-world.

Quel nuovo avvocato, Stanley Woodward, ha respinto la richiesta dei pubblici ministeri che Nauta tornasse davanti al grand jury per ulteriori testimonianze perché i pubblici ministeri si sono rifiutati di offrire a Nauta la possibilità di testimoniare in condizioni che lo avrebbero protetto dalle accuse, secondo il verbale del tribunale.

In una serie separata di documenti resi pubblici nel caso della corte federale della Florida, Nauta chiede anche al giudice distrettuale americano Aileen Cannon di respingere le prove che i pubblici ministeri hanno ottenuto perquisindo il suo telefono e i suoi account di posta elettronica. Afferma che l’FBI ha descritto in maniera errata le sue dichiarazioni giurate al gran giurì per affermare che aveva mentito durante le indagini.

Nauta sostiene inoltre che il mandato di comparizione non era valido e che all’epoca non era a conoscenza del fatto che il suo spostamento delle scatole avesse qualche collegamento con le richieste del mandato di comparizione.

L’ufficio del procuratore speciale ha affermato in una dichiarazione del tribunale che il rifiuto di Nauta alle dichiarazioni giurate è “non plausibile”.

I pubblici ministeri federali hanno informato per iscritto un giudice la scorsa settimana che avrebbero continuato a rendere pubbliche le versioni aggiornate della documentazione di perquisizione di Mar-a-Lago man mano che avrebbero fatto ulteriori rivelazioni nel procedimento penale.

Hannah Rabinowitz della CNN ha contribuito a questo rapporto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Costi per la sicurezza antincendio Rydon: £ 19 milioni e in crescita
NEXT Affluenza alle urne del 25% nelle prime ore delle votazioni