Nipote accusato di aver condannato a morte la nonna fuori di prigione

Nipote accusato di aver condannato a morte la nonna fuori di prigione
Nipote accusato di aver condannato a morte la nonna fuori di prigione

Un uomo accusato di essere responsabile della morte di sua nonna ha pagato una cauzione ed è uscito dalla prigione della contea.

Daquanya Chadnod Wilkerson è stato rilasciato domenica mattina versando una cauzione di 100.000 dollari, come mostrano i registri della prigione.

Dopo aver ascoltato lo Stato e la difesa il 3 maggio, il giudice circoscrizionale Lisa Herndon ha deciso di fissare una cauzione a $ 100.000 per Wilkerson.

Anche se è in libertà vigilata, Wilkerson deve indossare un monitor elettronico GPS e non può prestare assistenza a nessuna persona, secondo un’ordinanza del tribunale. Inoltre non può utilizzare i soldi della vittima e deve incontrarsi tra le 22:00 e le 5:00 del coprifuoco. Infine, non può avere alcun contatto con diverse persone, compresi i familiari collegati al caso.

L’uomo di Ocala, 26 anni, è accusato di omicidio colposo aggravato per negligenza nella morte della nonna di 66 anni. La donna è morta l’11 gennaio all’HCA Florida Ocala Hospital, tre giorni dopo essere stata trasportata alla struttura dai primi soccorritori.

Le autorità hanno detto che quando la vittima è stata trovata aveva urina, feci e sangue sul corpo. Le sue lenzuola e il suo materasso erano inzuppati di fluidi corporei e feci, hanno detto alle forze dell’ordine.

La detective Denise Drake del dipartimento di polizia di Ocala ha intervistato Wilkerson, che ha affermato di essere la badante di sua nonna. Aveva fatto dimettere la donna da una struttura di riabilitazione nell’ottobre del 20023, tre mesi dopo che era stata ricoverata in ospedale a causa di un ictus. Ad un certo punto, secondo il rapporto di arresto, la donna era in quello che è stato descritto come shock settico.

Wilkerson ha detto alla polizia che le ferite di sua nonna erano già lì quando è stata rilasciata dal centro di riabilitazione. Ma secondo l’investigatore non è stato così.

Lo stato era preoccupato che Wilkerson sarebbe stato a rischio di fuga se rilasciato su cauzione. Se condannato, rischia almeno 11 anni di carcere, e fino a 30 anni.

La difesa ha osservato che Wilkerson è nato e cresciuto nella contea di Marion, ha legami con la comunità e non rappresenta un pericolo per nessuno.

Morte del bambino: Ragazzo, 15 mesi, morto dopo aver ingerito farmaci. Genitori accusati di omicidio colposo aggravato

Al giudice è stato detto che Wilkerson attualmente vive con suo fratello a Gainesville. Ha detto al giudice che si presenterà in tribunale ogni volta che ne avrà bisogno.

Contatta Austin L. Miller all’indirizzo [email protected]

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Agustín Gerez, ex presidente di Enarsa: “Il ritardo nei lavori del governo ci è costato 600 milioni di dollari e in più ci sono tagli al gas”
NEXT Element Solutions Inc dichiara un dividendo del secondo trimestre di $ 0,08 per azione