Secondo giorno del processo per omicidio del cugino accusato della morte di Zion Foster

Secondo giorno del processo per omicidio del cugino accusato della morte di Zion Foster
Secondo giorno del processo per omicidio del cugino accusato della morte di Zion Foster

EASTPOINTE, Michigan. – Mercoledì mattina sarebbe dovuto proseguire un processo per omicidio contro un uomo accusato di aver ucciso suo cugino adolescente Zion Foster, scomparso da Eastpointe nel 2022.

Il processo a carico di Jaylin Brazier, 24 anni, accusato di omicidio di secondo grado e manomissione di prove, è iniziato martedì 7 maggio. Il processo dovrebbe riprendere la mattina dell’8 maggio, probabilmente dopo le 9:00. Puoi seguire la prova in diretta su Local 4+ – in streaming nel lettore video sopra.

Brazier è accusato di essere responsabile della scomparsa e della morte della diciassettenne Foster, che avrebbe trascorso i suoi ultimi momenti con sua cugina. La famiglia di Foster ha denunciato la sua scomparsa il 10 gennaio 2022. È stata vista l’ultima volta il 4 gennaio 2022, quando è stata prelevata dalla sua casa di Eastpointe da Brazier.

La madre parla dopo che la polizia ha fermato la ricerca dei resti di Zion Foster nella discarica

La polizia alla fine ha rintracciato il cellulare di Foster a casa di Brazier durante le indagini, portandoli a Brazier.

Le prime accuse di Brazier in questo caso

Entro tre settimane dalla scomparsa di Foster, la polizia aveva arrestato Brazier e lo aveva accusato di aver mentito alla polizia.

Brazier inizialmente disse alla polizia di non aver visto affatto il cugino scomparso, consentendo alle autorità e ai membri della famiglia di cercare Foster per settimane. La madre di Foster ha detto che Brazier ha persino aiutato a cercare Foster in quel momento.

Brazier in seguito ha detto alla polizia che stava fumando marijuana con Foster quando lei ha improvvisamente smesso di respirare ed è morta. Ha poi ammesso di essere stato preso dal panico e di aver gettato il corpo di Foster in un cassonetto, ma ha insistito sul fatto che non era responsabile della sua morte.

I pubblici ministeri hanno chiesto nel marzo 2022 se Foster fosse davvero morto quando presumibilmente gettato nel cassonetto. Le autorità hanno cercato il corpo di Foster in una discarica di Lenox Township per settimane nel 2022, ma non hanno avuto successo e hanno interrotto la ricerca nell’ottobre di quell’anno.

—> Court dipinge un’immagine di come l’adolescente di Eastpointe Zion Foster è scomparsa, dove potrebbe essere il suo corpo

Brazier è stato accusato di aver mentito alle autorità durante le indagini. Ha accettato il patteggiamento ed è stato condannato nel 2022 da 23 mesi a 4 anni di prigione. È stato rilasciato dal carcere nel 2023 dopo aver scontato 10 mesi.

Jaylin Brazier alla sua condanna del 30 marzo 2022 per aver mentito alla polizia durante un’indagine. (WDIV)

Brazier accusato di omicidio

Nonostante il corpo di Foster non sia mai stato ritrovato, l’ufficio del procuratore della contea di Wayne ha accusato Brazier nel giugno 2023 in relazione alla morte di Foster. Il pubblico ministero Kym Worthy ha sostenuto che c’erano prove sufficienti per avviare il caso contro Brazier, nonostante non avesse il corpo di Foster.

Dopo aver ascoltato prove significative all’udienza preliminare di Brazier nell’agosto 2023, un giudice ha ordinato a Brazier di essere processato con le sue ultime accuse.

Una giuria è stata selezionata lunedì 6 maggio 2024. Il processo a Brazier sarebbe dovuto iniziare il martedì successivo.

L’avvocato di Brazier, Brian Brown, insiste che il suo cliente è innocente.

Brazier ha già ammesso alla polizia di non aver pensato di chiamare i servizi di emergenza quando ha notato che c’era qualcosa che non andava in suo cugino la notte in cui fumavano marijuana insieme. Ha detto alla polizia che era spaventato e in preda al panico, e non nel giusto stato d’animo a causa della marijuana, e che ha portato il suo corpo in un cassonetto a Highland Park.

“Non so esattamente come sia morta o cosa l’abbia causata”, ha detto in precedenza Brazier. “L’ho saputo solo un minuto, era bella, stava bene. Si è rilassata per un minuto e subito dopo era… era morta. Non so cosa lo abbia causato. Non sono stato io a causarlo, o qualcosa del genere. “Ho reagito stupidamente per paura e panico come non avevo mai provato prima in vita mia.”

Quando ordinò a Brazier di essere processato, il giudice Kenneth King della 36a corte distrettuale definì Brazier una “persona malata” e chiese perché l’uomo non avesse chiesto aiuto per qualcuno che avrebbe dovuto amare.

Ci si aspettava che una quantità significativa di prove sarebbe stata rivelata al processo di Brazier. Clicca qui per vedere la testimonianza dei testimoni dell’udienza preliminare di Brazier lo scorso autunno.

Copyright 2024 di WDIV ClickOnDetroit – Tutti i diritti riservati.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Uno studio individua la colpa dietro la morte improvvisa di embrioni marini: “Abbiamo bisogno di un’azione urgente”
NEXT I governi locali faticano a distribuire la loro quota di miliardi provenienti dagli insediamenti di oppioidi