La Malesia offre la “diplomazia dell’orango” agli importatori di olio di palma

La Malesia offre la “diplomazia dell’orango” agli importatori di olio di palma
La Malesia offre la “diplomazia dell’orango” agli importatori di olio di palma
Didascalia immagine, Gli oranghi sono originari delle isole del Borneo e di Sumatra

La Malesia ha dichiarato che intende iniziare a regalare oranghi ai principali partner commerciali che acquistano il suo olio di palma.

Il ministro delle materie prime Johari Abdul Ghani ha affermato che il Paese spera di generare la stessa buona volontà della Cina con la sua “diplomazia del panda”.

Ma il gruppo ambientalista WWF ha affermato che l’attenzione dovrebbe concentrarsi sulla protezione degli oranghi nel loro habitat naturale.

Le grandi scimmie, originarie della Malesia e dell’Indonesia, sono una specie in grave pericolo di estinzione poiché il disboscamento e l’espansione agricola – in particolare per le piantagioni di palma da olio – sono accusati della contrazione delle foreste pluviali naturali in cui vivono.

Informazioni sull’articolo
  • Autore, Robert Greenall
  • Ruolo, Notizie della BBC
  • 38 minuti fa

Con un nome che significa “uomo della foresta”, ci sono circa 105.000 oranghi nell’isola del Borneo e poche migliaia a Sumatra, dice il WWF.

Johari ha affermato che ai maggiori importatori di olio di palma come Cina, India e Unione Europea verranno offerte le scimmie in dono.

“Ciò dimostrerà alla comunità globale che la Malesia è impegnata nella conservazione della biodiversità”, ha affermato su X.

“La Malesia non può adottare un approccio difensivo nei confronti della questione dell’olio di palma. Dobbiamo invece mostrare ai paesi del mondo che la Malesia è un produttore di olio di palma sostenibile e si impegna a proteggere le foreste e la sostenibilità ambientale”.

La mossa è vista come un gesto di buona volontà per convincere quei paesi che la Malesia è seriamente intenzionata a sviluppare la propria economia, e un segno del suo desiderio di mantenere in vita questa specie in via di estinzione.

Non è innaturale pensare che il tipo di soft power associato alla diplomazia cinese dei panda possa essere sfruttato dagli oranghi.

Ma i gruppi ambientalisti hanno espresso preoccupazione riguardo al piano.

“Il WWF sostiene la conservazione in situ della fauna selvatica e sarebbe urgente che i partner commerciali venissero portati in Malesia per sostenere questa iniziativa, invece di mandare gli oranghi fuori dal paese”, si legge in una dichiarazione citata da Reuters.

E Justice for Wildlife Malaysia ha detto all’agenzia che il piano richiedeva ulteriori ricerche e ha esortato il governo a prendere in considerazione misure diplomatiche alternative.

L’olio di palma viene utilizzato in un’ampia gamma di prodotti: alimenti come cioccolato e margarina, nonché cosmetici e saponi.

È molto efficiente da coltivare, ma prospera nelle zone tropicali. La sua diffusione ha portato alla distruzione della foresta pluviale naturale e le piantagioni sono spesso descritte come deserti verdi perché non hanno la biodiversità delle foreste che hanno sostituito.

Per riprodurre questo contenuto, abilita JavaScript o prova un browser diverso

Didascalia video, Guarda: l’orango selvatico cura le proprie ferite
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Avviso bandiera rossa, sospensione del permesso di incendio per Delta Junction – Informazioni sugli incendi boschivi in ​​Alaska
NEXT Massey e Perez centrano gli homer guidando i Royals nella vittoria per 8-3 sui Tigers