La Spagna promette di bloccare l’offerta ostile del BBVA per la banca rivale | nazionale

La Spagna promette di bloccare l’offerta ostile del BBVA per la banca rivale | nazionale
La Spagna promette di bloccare l’offerta ostile del BBVA per la banca rivale | nazionale

La nuova offerta di BBVA è arrivata tre giorni dopo che il consiglio di amministrazione di Sabadell aveva respinto una proposta di fusione, affermando che “non era nel migliore interesse” della banca.

La proposta di acquisizione valuta Sabadell, il quarto gruppo bancario spagnolo per capitalizzazione, a quasi 11,5 miliardi di euro (12,3 miliardi di dollari).

L’operazione verrebbe effettuata alle stesse condizioni dell’approccio iniziale: uno scambio di una nuova azione BBVA ogni 4,83 azioni Sabadell, un premio del 30% rispetto al prezzo di chiusura del 29 aprile di entrambe le banche, ha affermato BBVA.

“Si tratta di un’offerta straordinariamente attraente”, ha detto il presidente della BBVA Carlos Torres Vila in una conferenza stampa, aggiungendo che i due finanziatori sono “complementari”.

Un’acquisizione creerebbe una potenza bancaria in grado di competere con Santander – la principale banca spagnola – così come con giganti europei come HSBC e BNP Paribas.

Ma il governo di sinistra del primo ministro Pedro Sanchez ha prontamente condannato l’iniziativa, così come ha fatto il governo regionale della Catalogna, dove Sabadell è nato e dove ha una forte presenza.

Il ministro del Lavoro Yolanda Diaz ha affermato che ciò è contrario agli “interessi” della Spagna perché “distruggerebbe molti posti di lavoro”.

Il ministro dell’Economia Carlos Cuerpo ha avvertito che il governo “avrà l’ultima parola quando si tratterà di autorizzare l’operazione” che secondo lui sarebbe “potenzialmente dannosa”.

L’offerta pubblica di acquisto necessita del via libera della Banca Centrale Europea e delle autorità garanti della concorrenza nei paesi in cui operano i finanziatori, tra cui Spagna e Gran Bretagna.

Ma Torres Vila si è detto convinto “che il governo e le altre autorità apprezzeranno il vero valore dell’operazione”, che secondo lui aumenterà la “capacità di prestito” alle imprese e ai privati.

– ‘Sottovaluta notevolmente’ Sabadell –

BBVA, che opera anche in Messico, Argentina e Turchia, è il secondo gruppo bancario spagnolo in termini di capitalizzazione. Ha 74,1 milioni di clienti e impiega quasi 121.000 persone.

Sabadell opera in 14 paesi e conta quasi 20 milioni di clienti e circa 19.000 lavoratori.

Non è stato possibile raggiungere immediatamente un portavoce di Sabadell per un commento.

Lunedì la banca aveva affermato che l’offerta iniziale “sottovaluta significativamente il potenziale del Banco Sabadell e le sue prospettive di crescita autonome”.

Ha inoltre sottolineato il recente “calo e volatilità del prezzo delle azioni BBVA” che riflette “l’incertezza sul valore della proposta”.

BBVA ha poi informato Sabadell in una lettera che non aveva “spazio” per migliorare la sua offerta, che considerava generosa.

Nelle contrattazioni del primo pomeriggio le azioni di Sabadell sono aumentate di circa il 3%, mentre il BBVA è sceso di oltre il 6%.

– Consolidamento bancario –

Le due banche avevano inizialmente annunciato un progetto di fusione nel novembre 2020 con l’obiettivo di superare meglio la crisi economica innescata dalla pandemia di Covid-19.

Ma è stata cancellata solo 10 giorni dopo, con Sabadell che ha affermato che l’offerta di BBVA non rifletteva il valore reale della sua attività.

Nei mesi successivi, Sabadell ha intrapreso un importante piano di ristrutturazione per ridurre i costi che ha portato a 1.800 licenziamenti, con BBVA che ha attraversato un processo simile, perdendo 3.000 posti di lavoro.

Da allora entrambi si sono ripresi, così come il più ampio settore bancario spagnolo che ha registrato profitti record negli ultimi mesi, nonostante un’eccezionale tassa sulle entrate inaspettate imposta dal governo di sinistra spagnolo per aiutare le famiglie a far fronte all’impennata dei prezzi al consumo.

BBVA ha registrato un aumento del 19% nell’utile netto del primo trimestre a 2,2 miliardi di euro. Sabadell ha registrato un utile netto record di 308 milioni di euro, in crescita del 50%.

Il settore bancario spagnolo ha subito una prima ondata di consolidamento durante la crisi finanziaria globale del 2008, con il collasso delle casse di risparmio provinciali che sono state assorbite dagli attori più grandi.

Ha subito un ulteriore consolidamento nel 2021 quando Caixabank ha rilevato Bankia, creando il terzo gruppo bancario più grande della Spagna, seguito dall’acquisizione di Liberbank da parte di Unicaja, creando il quinto prestatore nazionale più grande della Spagna.

vab/ds/lth

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Dal Teatro Colón, Olga e un febbrile Migue Granados rendono omaggio a Luis Alberto Spinetta
NEXT Come installare i canali DTT su Fire TV Stick per guardare i canali gratuiti