L’approccio unico di Sacramento State contribuisce a porre fine pacificamente alla protesta nei campus

L’approccio unico di Sacramento State contribuisce a porre fine pacificamente alla protesta nei campus
L’approccio unico di Sacramento State contribuisce a porre fine pacificamente alla protesta nei campus

Sacramento, California – All’inizio di questa settimana, il presidente della Sacramento State University Luke Wood ha supervisionato la fine pacifica di a protesta nel campus sulla guerra Israele-Hamas, uno dei tanti che hanno avuto luogo nelle università di tutto il paese nelle ultime settimane.

L’accampamento di Sacramento State è crollato non con la violenza, ma con il dialogo.

“Vogliamo prenderci il tempo per ringraziare Luke Wood per non aver seguito l’esempio di altre amministrazioni e per non aver chiamato la polizia di Sacramento”, ha detto mercoledì uno studente in una conferenza stampa.

“Questo è ciò che molti studenti cercano davvero, è assumere una posizione morale su ciò che sta accadendo nel mondo”, ha detto Wood a CBS News.

Il 42enne Wood, che afferma di cercare di guidare con empatia, è cresciuto in affidamento, ha sofferto attacchi di fame e di essere senza casa e si è laureato nella scuola che ora supervisiona.

“Ho fatto 92 sessioni di ascolto, 75 minuti ciascuna, con oltre 1.500 tra studenti, docenti e personale”, ha detto Wood.

L’accampamento filo- nel cortile della biblioteca della scuola è iniziato il 29 aprile.


Il presidente della Sacramento State University parla della fine pacifica della protesta nei campus (intervista completa)

“Devo prima dirti come mi sento come persona, come individuo e davvero come uomo di colore, ho un livello di ansia elevato”, ha detto Wood. “Quando le persone hanno paura, rispondono con un meccanismo protetto, che non sempre porta ai migliori risultati.”

La protesta conclusa Mercoledì, poiché l’università ha condiviso una nuova politica in cui “dirige i suoi ausiliari… a indagare su strategie di investimento socialmente responsabili che includono il non avere investimenti diretti in società e fondi che traggono profitto dal genocidio, dalla pulizia etnica e da attività che violano i diritti umani fondamentali”.

Wood lo ha ribadito a CBS News non stiamo investendo nel futuro degli studenti impegnandoci in rapporti con aziende che traggono profitto dalla guerra.”

Sebbene sia preoccupato per la possibilità di perdere il sostegno di alcuni donatori e legislatori statali, Wood è fiducioso nella sua decisione di sostenere la nuova politica.

“Mi interessa molto ciò che pensano i nostri donatori”, ha detto Wood. “Mi interessa molto ciò che pensano i nostri legislatori. Ma alla fine, la mia responsabilità è per la , la sicurezza, l’apprendimento e lo sviluppo di questo campus”.

La laureata in scienze politiche Sarah Bukhari, che era all’interno dell’accampamento, ha detto di non solo aver alzato la voce, ma di aver anche ritrovato la sua voce.

“Mi sento ascoltato”, ha detto Bukhari. “Non ti mentirò. Ho pianto un paio di volte. Ho 29 anni e per tutta la mia vita nessuno mi ha chiesto cosa pensavo delle relazioni arabo-americane”.

Questo è esattamente il sentimento che Wood spera di promuovere.

“Il messaggio qui è quello di creare un ambiente in cui le persone possano impegnarsi in un dialogo onesto e aperto, senza essere denigrate o cancellate”, ha affermato Wood.

Elisa Preston

Elise Preston è una corrispondente della CBS News con sede a Los Angeles. Scrive per tutte le trasmissioni e piattaforme, tra cui “CBS Evening News with Norah O’Donnell”, “CBS Mornings”, “CBS Saturday Morning” e “CBS Weekend News”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Quattro persone della stessa famiglia hanno fatto a pezzi la Costituzione, non permettono riserve basate sulla religione”: il Primo Ministro Modi
NEXT Crollo dell’accaparramento a Mumbai: uomo che ha affisso un cartellone pubblicitario arrestato da Udaipur | Notizie indiane