Ministro: Il DPA non verrà utilizzato per bloccare l’accesso a informazioni legittime | Storie di piombo

Ministro: Il DPA non verrà utilizzato per bloccare l’accesso a informazioni legittime | Storie di piombo
Ministro: Il DPA non verrà utilizzato per bloccare l’accesso a informazioni legittime | Storie di piombo

La senatrice Dott.ssa Dana Morris Dixon, ministro senza portafoglio presso l’Ufficio del Primo Ministro con responsabilità per le competenze e la trasformazione digitale, ha dichiarato che il governo non ha intenzione di utilizzare il Data Protection Act (DPA) per impedire ai giamaicani di accedere a informazioni governative legittime.

Venerdì il ministro del Gabinetto ha risposto a una domanda di Peter Bunting, leader dell’opposizione al Senato, che chiedeva a Morris Dixon di fornire una risposta del governo all’azione dell’Amministrazione fiscale giamaicana (TAJ) di bloccare un’operazione Spigolatrice richiesta di liberare i nomi dei proprietari di due immobili in locazione.

Lo ha detto il TAJ La Spigolatrice il 2 aprile di quest’anno, le disposizioni del DPA, che ha rifiutato di fornire, hanno impedito di rivelare chi possiede una proprietà ad Annotto Bay, St Mary, e un’altra a Mandeville, Manchester.

Tuttavia, l’Ufficio del Commissario per l’Informazione (OIC), che è l’ente regolatore ai sensi del DPA, ha contraddetto l’affermazione del TAJ secondo cui la legge blocca il rilascio dei nomi dei proprietari delle proprietà che l’ente governativo ha affittato.

Da allora il TAJ ha indicato che stava cercando “guida” da parte dell’OIC sulla questione.

Sono trascorse tre settimane da quando l’OIC ha risposto alla questione e ad oggi sembra che la consultazione del TAJ con l’autorità di regolamentazione non abbia portato ad alcuna chiusura.

Morris Dixon ha detto ieri ai suoi colleghi che “l’OIC rimane in contatto con il TAJ su quella particolare questione”.

“La legge sulla protezione dei dati non è mai stata concepita come una legge che impedirebbe al pubblico di ottenere informazioni legittime richieste dal governo e non le utilizzeremo come tali”, ha insistito il ministro.

“Esiste il diritto di capire cosa sta facendo il governo e quindi per le richieste che arrivano, le informazioni verranno fornite e, laddove vi siano dubbi sul fatto che le norme sulla protezione dei dati lo impediscano, l’OIC prenderà posizione”, lei spiegò.

La Spigolatrice ha richiesto le informazioni a seguito di un rapporto del revisore generale che ha innescato un ampio dibattito e indignazione pubblica a marzo per le rivelazioni secondo cui il TAJ aveva speso quasi 400 milioni di dollari per affittare due edifici rimasti non occupati fino ad agosto dello scorso anno.

[email protected]

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Copa Sudamericana: la gendarmeria ha sequestrato cocaina e marijuana dopo aver ispezionato gli autobus dei tifosi del Belgrano
NEXT Meteo a Guadalajara oggi: previsioni per mercoledì 29 maggio 2024