Ispettore della NASA allarmato per gli estesi danni allo scudo termico del veicolo lunare dell’astronauta

Ispettore della NASA allarmato per gli estesi danni allo scudo termico del veicolo lunare dell’astronauta
Ispettore della NASA allarmato per gli estesi danni allo scudo termico del veicolo lunare dell’astronauta

Nel novembre 2022, la NASA ha lanciato la sua prima missione in orbita lunare senza equipaggio, Artemis I, dando il via alle maggiori ambizioni dell’agenzia di riportare gli esseri umani sulla superficie lunare.

Il viaggio, che ha visto il lancio di una navicella spaziale Orion a bordo del razzo Space Launch System (SLS) dell’agenzia, è andato in gran parte come previsto, con la capsula in orbita attorno alla Luna e il suo ritorno nel corso di tre settimane.

Sfortunatamente, secondo un recente rapporto dell’ufficio dell’ispettore generale della NASA, la capsula Orion ha subito un duro colpo durante il viaggio, che potrebbe mettere a repentaglio l’imminente missione di follow-up con equipaggio dell’agenzia spaziale, denominata Artemis II.

Secondo il rapporto, gli ingegneri hanno trovato estese crepe nello scudo termico di Orion in più di 100 posizioni. E questo è solo uno dei sei problemi delineati dall’ispettore generale, suggerendo che la NASA ha il suo bel da fare prima di poter lanciare un equipaggio di quattro persone sulla Luna e ritorno non prima di settembre 2025.

“Il volo di prova dell’Artemis I ha rivelato problemi critici che devono essere affrontati prima di inviare l’equipaggio alla missione Artemis II”, si legge nel rapporto.

Le cose sarebbero potute andare molto peggio durante Artemis I. I frammenti che si staccavano dallo scudo termico, visibili nelle riprese della telecamera registrate dalla capsula, “hanno creato una scia di detriti invece di sciogliersi come previsto”.

“Anche se non c’erano prove di impatto con il modulo dell’equipaggio, la quantità e le dimensioni dei detriti avrebbero potuto causare danni strutturali sufficienti a causare il cedimento di uno dei paracadute dell’Orion”, ha aggiunto il watchdog. “Se lo stesso problema dovesse verificarsi nelle future missioni Artemis, potrebbe portare alla perdita del veicolo o dell’equipaggio.”

“Il team sta attualmente sintetizzando i risultati di una serie di test e analisi che informano la teoria principale su ciò che ha causato i problemi”, ha detto il portavoce della NASA Rachel Kraft Ars Tecnicaaggiungendo che un team indipendente valuterà la situazione, un processo che “dovrebbe essere completato quest’estate”.

Oltre ai problemi con lo scudo termico, gli ingegneri hanno scoperto anche “anomalie” nei bulloni di separazione della navicella e nella distribuzione dell’energia.

Fortunatamente, la NASA sta “intervenendo per affrontare questi problemi”, aggiungendo una protezione termica per colmare eventuali lacune causate dallo scioglimento e dall’erosione del materiale e impedire il surriscaldamento dei bulloni.

Secondo quanto riferito, gli ingegneri hanno anche affrontato le persistenti “anomalie nella distribuzione dell’energia” probabilmente causate dalle radiazioni spaziali “apportando modifiche al software”.

Infine, il lancio del razzo SLS ha comportato notevoli danni alla piattaforma di lancio, richiedendo riparazioni per oltre 26 milioni di dollari, cinque volte il budget originale stanziato per tale scopo.

Insomma, resta da vedere se la missione verrà effettivamente lanciata nella seconda metà del prossimo anno. Apportare modifiche significative allo scudo termico, già installato su Orion, in questa fase potrebbe ritardare notevolmente il lancio.

La NASA sta anche valutando diverse traiettorie di rientro per ridurre al minimo i danni in caso di ritorno dell’equipaggio, inclusa la rotazione del veicolo o l’esecuzione di una manovra di “salto” al di sopra dell’atmosfera terrestre.

Nonostante alcuni rischi considerevoli, Victor Glover, astronauta della NASA e membro dell’equipaggio dell’Artemis II, rimane imperturbabile.

“Abbiamo molte persone coinvolte di cui ci fidiamo”, ha detto Glover Ars. “Abbiamo le persone giuste. Se c’è una soluzione, la troveremo.”

Altro sulla missione: La nuova grafica Artemis II della NASA è così dannatamente fantastica, voi tutti

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Hamas pubblica il primo segno di vita per il conduttore israeliano Nadav Popplewell
NEXT “Avremmo dovuto qualificarci per i playoff ormai”: RR All-Rounder lancia un avvertimento prima della partita del CSK