La forza aumenta le speranze finali con un’abbagliante vittoria di punti bonus su Drua

La forza aumenta le speranze finali con un’abbagliante vittoria di punti bonus su Drua
La forza aumenta le speranze finali con un’abbagliante vittoria di punti bonus su Drua

La Western Force è salita al nono posto ed è saldamente nella mischia delle finali del Super Rugby Pacific dopo la schiacciante vittoria di sabato sera per 48-10 punti bonus sul Fijian Drua all’HBF Park.

Ha eguagliato il loro secondo punteggio più alto nel Super Rugby e ha lanciato una carica di fine stagione per i primi otto. La vittoria con punti bonus ha fatto sì che la Force balzasse di tre posizioni al nono posto, a soli due punti da Drua, ottavo.

La squadra WA ha segnato sei mete con Ben Donaldson, mediano d’apertura, impeccabile, segnando 23 punti in sei trasformazioni, due rigori e una meta nel finale per coronare una prestazione eccezionale.

La Forza è entrata in partita sapendo che non avrebbe fatto altro che una vittoria e ha dato risultati, con artisti del calibro di Donaldson, Hamish Stewart e Bayley Kuenzle eccezionali.

I padroni di casa hanno ottenuto la loro terza vittoria della stagione e avranno la possibilità di spingersi ulteriormente quando affronteranno i Waratahs all’HBF Park sabato (calcio d’inizio alle 17:35).

L’allenatore Simon Cron è stato in grado di portare l’esperienza dei Wallabies nella formazione titolare sotto forma del mediano di mischia Nic White e della seconda linea Izack Rodda.

I due sono stati cruciali per la vittoria e un altro nazionale, il terzino Kurtley Beale, ha mostrato ancora una volta la sua classe inserendosi nella linea di fondo, mostrando mani e gioco di gambe abili e mettendo a segno alcuni calci precisi.

Il pilone Harry Hoopert è uscito dalla panchina a metà del secondo tempo per fare la sua prima apparizione nel Super Rugby in 708 giorni dopo un terribile infortunio che lo ha visto saltare la stagione 2023 a causa di un infortunio al legamento crociato anteriore subito mentre giocava per l’Australia A dovere e un infortunio al ginocchio dal prestagionale 2024.

La Force ha fatto un inizio perfetto, il capitano Jeremy Williams ha fatto un break sensazionale prima di servire l’ala Chase Tiatia nel primo minuto.

Hanno continuato il loro ottimo inizio 13 minuti più tardi con una mossa di rimessa laterale ben elaborata, con il tallonatore Tom Horton e il centro Hamish Stewart che avanzavano con il flanker Carlo Tizzano che si schiantava.

Donaldson ha allungato il vantaggio a 17 punti con una penalità subito dopo.

Gli attaccanti si sono schiantati e si sono fatti strada per il campo nel primo periodo. Le loro schiene erano leggere sui loro piedi.

La loro rapida difesa è stata fisica contro gli ospiti che correvano duramente e il loro controllo e il feroce lavoro di ruck, le pulizie e la fisicità hanno negato il libero possesso palla dei Fijiani.

A volte è stato caotico e avvincente mentre i Fijiani lottavano per rientrare in partita grazie a una mischia dominante, con il mediano d’apertura Isaiah Armstrong-Ravula che trasformava un rigore dalla lunga distanza poco prima dell’intervallo.

Dopo l’intervallo un Fiji affamato ha alzato il ritmo, guadagnando più collisioni.

Rigori consecutivi li hanno portati in profondità nella metà campo della Force e l’esterno Selestino Ravutaumada si è tuffato in angolo. Convertito.

Ancora più caos regnava nelle salve iniziali.

La Force non è riuscita a completare un’intercettazione di Bayley Kuenzle, la palla è rimbalzata come un flipper sotto i pali della Force e White è stato mandato nel cestino prima che il Drua colpisse per dare un po’ di tregua ai padroni di casa.

Dopo tutto ciò, la Force si è fatta strada in campo, ha forzato una mischia da cinque metri e un ruck, Michael Wells è andato oltre con il suo primo tocco dopo essere arrivato dalla panchina.

La meta ha ridato slancio alla Force, la loro linea difensiva ha ritrovato compostezza e Donaldson ha allungato il vantaggio a 17 punti con un’altra penalità.

La quarta meta è arrivata dopo che il numero 8 Reed Prinsep si è lanciato nello spazio e ha servito Lopeti Faifua per attraversare intatto.

I cinque punti continuavano ad arrivare con Beale, Horton e Kuenzle che si combinavano per un bel punteggio con Donaldson che tagliava, mostrando alla difesa delle Fiji un paio di colpi di tacco puliti, per guarnire la torta.

Forza 48

Mete: Tiatia (1′), Tizzano (14′), Wells (55′), Faifua (68), Kuenzle (72), Donaldson (78)

Conversioni: Donaldson (6/6)

Rigori: Donaldson (2/2)

Drua delle Fiji 10

Tentativi: Ravutaumada (43′)

Conversioni: Armstrong-Ravula (1/1)

Rigori: Armstrong-Ravula (1/1)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Le ragazze di Cedar Crest trovano l’oro
NEXT Come avrebbe potuto l’Arca sopravvivere alle sollecitazioni del diluvio?