L’inflazione sta rallentando. Ecco perché i prezzi continuano a non scendere: NBC 5 Dallas-Fort Worth

L’inflazione sta rallentando. Ecco perché i prezzi continuano a non scendere: NBC 5 Dallas-Fort Worth
L’inflazione sta rallentando. Ecco perché i prezzi continuano a non scendere: NBC 5 Dallas-Fort Worth
  • I dati storici suggeriscono che un fattore chiave nel ridurre i prezzi è il rallentamento della spesa dei consumatori.
  • Nonostante quasi la metà degli americani affermi di trovarsi in una situazione finanziaria peggiore rispetto a cinque anni fa, continuano a spendere.
  • Le vendite al dettaglio sono aumentate del 2,1% su base annua nel primo trimestre del 2024 e la spesa al consumo è aumentata a febbraio e marzo.

Jenn Lueke, 27 anni, è una sviluppatrice di ricette con sede a Boston che crea contenuti online che mostrano alle persone come mangiare bene con un budget limitato.

“Penso che non sia un segreto che i prezzi stiano aumentando praticamente in ogni area in questo momento”, ha detto Lueke alla CNBC.

Circa due terzi, il 65%, degli adulti statunitensi intervistati da CNBC/SurveyMonkey questa primavera hanno affermato che l’inflazione è il principale motore del loro stress finanziario. La stessa quota ha affermato che vivono di stipendio in stipendio. Quasi la metà ritiene di trovarsi in una situazione finanziaria peggiore rispetto a cinque anni fa.

Nel gennaio dello scorso anno, Lueke ha avviato una serie sui social media in cui ha preso una lista della spesa compresa tra $ 50 e $ 75 e l’ha trasformata in cinque diverse ricette per le loro famiglie. È stata ispirata a mostrare alle persone che possono ancora mangiare bene riducendo i costi della spesa.

Zac Staffiere per la CNBC

Jennifer Lueke, 27 anni, crea una ricetta economica per il suo pubblico di milioni di persone sui social media.

“È davvero difficile. Non sono qui per condividere positività tossica su come fare acquisti con un budget limitato”, ha detto Lueke. “Sto solo cercando di dare alle persone la sensazione di poter avere un po’ di controllo, almeno in quest’area dei costi del cibo.”

Disinflazione, deflazione e “illusione monetaria”

“Penso che gli americani siano un po’ perplessi quando vedono notizie di un calo dell’inflazione, eppure non notano alcun calo dei loro prezzi”, ha affermato Lindsay Owens, direttore esecutivo del think tank no-profit Groundwork Collaborative.

Esiste un’importante differenza tra l’aumento più lento dell’inflazione – un fenomeno chiamato disinflazione – e l’inversione dell’inflazione, che porterebbe a un calo dei prezzi. Gli economisti chiamano quest’ultima deflazione, che è tipicamente associata a un’economia in contrazione e a potenziali recessioni.

I dati storici mostrano che i prezzi aumentano molto più facilmente di quanto scendano. Quando diminuiscono, di solito è il risultato di una minore spesa da parte delle persone, cosa che attualmente non avviene. Le vendite al dettaglio sono aumentate del 2,1% su base annua nel primo trimestre di quest’anno e la spesa al consumo è aumentata a febbraio e marzo.

“Questo ciclo è un concetto chiamato illusione monetaria”, ha detto Sabrina Romanoff, psicologa clinica.

“Le persone con l’illusione monetaria… non tengono conto del livello di inflazione in un’economia”, ha detto. “Così credono erroneamente che un dollaro oggi valga la stessa cifra che valeva l’anno prima.”

Gli esperti hanno espresso preoccupazione per possibili “sacche di guai” poiché i saldi totali delle carte di credito negli Stati Uniti hanno raggiunto il livello record di 1,08 trilioni di dollari nel terzo trimestre del 2023. Quasi la metà, il 49%, degli americani con carte di credito afferma di avere con sé un saldo di mese in mese, secondo un sondaggio di novembre 2023 di Bankrate.

Anche i dati sull’aumento salariale possono sembrare incoerenti con l’esperienza dei consumatori. I salari sono in aumento da gennaio 2022, ma il ritmo dell’aumento ha rallentato e, in media, sta semplicemente tenendo il passo con l’aumento dei prezzi. Un’analisi di Bankrate stima che il divario tra inflazione e salari non si colmerà completamente fino al quarto trimestre del 2024.

“Per molti americani, la crescita salariale è attesa da tempo”, ha detto Owens. “Sono passati anni, se non decenni in alcuni casi, con salari stagnanti o piccoli aumenti.”

Guarda il video sopra per saperne di più sul motivo per cui i prezzi probabilmente non torneranno a scendere.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il titolo Nutresa è salito in Borsa dopo le offerte di acquisto
NEXT Conflitto con Lula: Petrobras non ha voluto scaricare la nave del gas e le stazioni di metano e l’industria sono rimaste senza gas