I casi di rabbia segnalati in tutto il Nepal evidenziano l’urgente necessità di un piano di controllo completo

Foto: Pexels/ Markus Winkler

La malattia della rabbia viene continuamente segnalata in tutti i distretti del Nepal e anche le persone muoiono a causa di questa malattia oltre a esserne infettate. Le persone infette non solo soffrono di stress mentale, ma rischiano anche la morte a causa della mancanza di vaccinazioni e di consigli adeguati.

Non esiste alcun trattamento per la malattia della rabbia e viene trasmessa all’uomo da animali come volpi, solchi, pipistrelli, animali domestici, cani e gatti. Poiché cani e gatti vivono con le persone, questa malattia può essere facilmente prevenuta con la vaccinazione regolare.

Attualmente non esistono statistiche reali sui cani in Nepal, si stima che ci siano circa sei milioni di cani. Nello stesso Nepal si stanno svolgendo attività di diagnosi della malattia della rabbia e di produzione di vaccini. Tuttavia, a causa della procedura lunga e costosa, è disponibile solo nella valle di Kathmandu.

Recente epidemia di rabbia

A seconda delle regioni geografiche, il rischio di contrarre la rabbia è maggiore nelle regioni Terai e basso nelle
regioni montane. Sebbene le regioni collinari presentino un rischio moderato nella valle di Kathmandu, episodi di morsi di cane e casi di rabbia sono spesso riscontrati nelle regioni del Terai. La recente epidemia di rabbia è stata osservata a Kanchanpur, Accham e Kailali in mucche, maiali e cani. Campioni di cervello di questi animali sono stati testati per confermare il caso positivo alla rabbia. Il dottor Naresh Prasad Joshi, insieme ai tecnici, ha svolto un ruolo importante nella diagnosi delle malattie e nel controllo delle epidemie di rabbia in questi distretti.

Figura: rischio di rabbia secondo le regioni geografiche.

Piano strategico per il controllo e la prevenzione della rabbia

È possibile adottare diverse misure per il controllo e la prevenzione della rabbia. Ecco un elenco di azioni consigliate

• Il Laboratorio di Produzione di Vaccini, Tripureshwor, dovrebbe produrre più dosi di vaccino per gli animali.
• Gli uffici distrettuali dei servizi zootecnici e i comuni dovrebbero predisporre un budget per la vaccinazione antirabbica e la sterilizzazione necessarie.
• Dovrebbe esserci uno stanziamento di bilancio ogni anno per le vaccinazioni necessarie in tutti i distretti e dovrebbe essere obbligatorio stanziare un budget per il programma di controllo delle malattie zoonotiche (rabbia).
• Le campagne di sensibilizzazione dovrebbero essere realizzate utilizzando media diversi. Come la comunicazione di massa, manifesti, opuscoli, ecc.
• Le informazioni sulle malattie zoonotiche dovrebbero essere incluse nel curriculum scolastico.
• È necessaria una ricerca continua per rendere efficaci le vaccinazioni e la diagnosi delle malattie. Il Nepal Agricultural Research Council dovrebbe organizzare funzionari tecnici o virologi e scienziati per la ricerca, la diagnosi delle malattie, la vaccinazione degli animali e la produzione di vaccini per gli esseri umani.
• Ogni anno, in occasione della Giornata mondiale della rabbia, i comuni, gli uffici distrettuali dei servizi zootecnici (centri di servizio, sottocentri), i comitati di sviluppo comunitario, i gruppi di sviluppo della società e le relative organizzazioni non governative dovrebbero condurre una campagna di vaccinazione di una settimana e renderla partecipativa del pubblico. orientata. L’Ufficio distrettuale dei servizi per gli animali dovrebbe svolgere il ruolo di leadership nel lavoro di cui sopra.

Strategie di gestione

Non è possibile elaborare un piano di vaccinazione e sterilizzazione senza i dati attuali del cane. Sebbene in ogni ufficio veterinario distrettuale siano disponibili le statistiche degli altri animali, mancano le statistiche dei cani. Poiché in ogni distretto ci sono centri e sottocentri di servizio per gli animali, come per gli altri animali, l’ufficio distrettuale di servizio per gli animali, il dipartimento di servizio per gli animali e il comune devono tenere le statistiche dei cani.

Inoltre, la vaccinazione dei cani randagi dovrebbe essere effettuata regolarmente. Quindi, le agenzie governative, gli ospedali veterinari governativi, le università veterinarie e le organizzazioni non governative dovrebbero condurre programmi di sterilizzazione per ridurre il numero di cani.

Allo stesso modo, si dovrebbe sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dei cani e le persone dovrebbero essere ispirate ad adottare cuccioli abbandonati piuttosto che acquistarli dai negozi di animali.

Cose da fare dopo il morso di animali rabbiosi

La rabbia è prevenibile al 100% immediatamente dopo il morso del cane. È necessario recarsi al più presto possibile in un vicino ospedale governativo per il trattamento. Ecco le cose che dovrebbero essere fatte:

  1. Trattamento della ferita: lavare accuratamente la ferita per 15 minuti con sapone e applicare lo spirito o la tintura di iodio. Non suturare la ferita fino a 3 giorni.
  1. Vaccinazione
    • Pre-esposizione= 3 dosi (0, 7 e 21/28 giorni)
    • Post-esposizione=urgente
    • Primo contatto= 3 dosi (0,3,7 giorni)
    • Dalla seconda in poi = 2 dosi (0, 3 giorni)

3. Utilizzo del siero iperimmune nel morso di 3° grado
NOTA: Nessun altro trattamento oltre al lavaggio della ferita e all’immunizzazione è efficace e raccomandato.

Diverse organizzazioni stanno lavorando sul controllo della rabbia. Queste organizzazioni includono NVSA HICAST, Sneha Care, Animal Nepal e Magic Marble Foundation.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Alberto Fernández ha incolpato Milei della crisi del gas e lo ha trattato come un inetto
NEXT come funzioneranno questo giovedì 30 maggio