Perché gli Stati Uniti esportano petrolio greggio nazionale e raffinano il petrolio estero?

Perché gli Stati Uniti esportano petrolio greggio nazionale e raffinano il petrolio estero?
Perché gli Stati Uniti esportano petrolio greggio nazionale e raffinano il petrolio estero?

Se noti che nelle prossime settimane pagherai di più alla pompa, potrebbe essere perché stai acquistando una diversa miscela di benzina man mano che le scorte di gas invernale si esauriscono e le raffinerie a livello nazionale passano alla produzione di miscele estive.

Per alimentare queste raffinerie, lo scorso anno gli Stati Uniti hanno importato più di 8,5 milioni di barili di petrolio al giorno. Nel frattempo, anche gli Stati Uniti hanno esportato più di 10 milioni di barili al giorno.

Aspetta cosa? Perché vendiamo quel petrolio invece di usarlo noi stessi?

E’ soprattutto un problema di chimica. Il petrolio greggio che stiamo acquistando è denso e contiene molto zolfo, per questo viene chiamato heavy sour. La roba che stiamo tirando fuori non lo è e non lo è, quindi si chiama light sweet.

“Tutta questa variazione nella chimica del petrolio significa che non è possibile raffinare tutto il petrolio allo stesso modo. Devono passare attraverso processi diversi”, ha affermato Hugh Daigle, professore di ingegneria petrolifera presso l’Università del Texas ad Austin.

Ha detto che le nostre raffinerie sono state progettate per trattare il petrolio proveniente dal Messico e dal Venezuela. “E gran parte di questo tende ad essere relativamente pesante e relativamente ricco di zolfo”, ha detto.

Poi, poco più di un decennio fa, il fracking dello scisto è decollato negli Stati Uniti, così come la fornitura di petrolio dolce leggero. Ma anche se le raffinerie statunitensi potessero premere un interruttore e iniziare a raffinare quel petrolio, l’analista di GasBuddy Patrick De Haan ha detto che sta emergendo dai posti sbagliati.

“La necessità sono le infrastrutture”, ha detto. “Potresti produrre tutto questo petrolio greggio dolce e leggero in Texas. Ma se non disponi di oleodotti che collegano le raffinerie nazionali per trasportarlo, come potrai utilizzarlo?”

Quindi importare petrolio greggio estero è più economico. Nel frattempo, ha affermato De Haan, la domanda di energia rinnovabile sta rendendo gli investimenti nei combustibili fossili più rischiosi.

Oltre agli ostacoli infrastrutturali, l’economista Kevin Hack dell’Energy Information Administration ha affermato che gli Stati Uniti ottengono un accordo migliore dai paesi con forniture di petrolio fortemente acide.

“Poiché è più difficile raffinarli, tendono ad avere un prezzo più basso rispetto al petrolio greggio dolce e leggero”, ha detto.

Quindi compriamo e perfezioniamo le cose più economiche e vendiamo le nostre cose più costose a posti che non possono farlo. C’è un ulteriore sconto: la maggior parte del nostro petrolio proviene dal nostro vicino più prossimo.

“Inoltre, i produttori canadesi non hanno molta possibilità di spostarlo fuori dal Canada”, ha detto Hack.

Questa forte relazione con il Canada rende l’offerta petrolifera statunitense più resistente alle turbolenze geopolitiche. Gli analisti petroliferi indicano come esempio la guerra in corso della Russia contro l’Ucraina. Si è verificato un aumento del prezzo del gas quando i paesi hanno smesso di acquistare petrolio russo, ma in tempi relativamente brevi il mercato globale ha raggiunto nuovamente l’equilibrio.

Stanno accadendo molte cose nel mondo. Nonostante tutto, Marketplace è qui per te.

Ti affidi a Marketplace per analizzare gli eventi del mondo e raccontarti come ti influenzano in modo accessibile e basato sui fatti. Contiamo sul vostro sostegno finanziario per continuare a renderlo possibile.

La tua donazione oggi alimenta il giornalismo indipendente su cui fai affidamento. Per soli $ 5 al mese, puoi contribuire a sostenere Marketplace in modo che possiamo continuare a riferire sulle cose che contano per te.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il fumo degli incendi canadesi soffoca l’Upper Midwest per il secondo anno consecutivo
NEXT Bitfarms licenzia il CEO ad interim dopo una causa legale