Secondo uno studio, un farmaco dimagrante potrebbe ridurre il rischio di infarto del 20 | ricerca medica

Secondo uno studio, un farmaco dimagrante potrebbe ridurre il rischio di infarto del 20 | ricerca medica
Secondo uno studio, un farmaco dimagrante potrebbe ridurre il rischio di infarto del 20 | ricerca medica

Secondo uno studio, un’iniezione dimagrante potrebbe ridurre il rischio di attacchi di cuore e apportare benefici alla salute cardiovascolare di milioni di adulti in tutto il Regno Unito, in quella che potrebbe essere la più grande svolta medica dopo le statine.

È emerso che i partecipanti che assumevano il farmaco semaglutide, il principio attivo di marchi tra cui Wegovy e Ozempic, avevano un rischio inferiore del 20% di infarto, ictus o morte dovuta a malattie cardiovascolari.

Lo studio, presentato al Congresso europeo sull’obesità (ECO) e condotto da ricercatori dell’University College di Londra, ha anche scoperto che semaglutide ha apportato benefici cardiovascolari ai suoi partecipanti, indipendentemente dal loro peso iniziale o dalla quantità di peso perso. Ciò suggerisce che le persone con lieve obesità o che hanno perso solo una piccola quantità di peso potrebbero avere un miglioramento degli esiti cardiovascolari.

Il professor John Deanfield, direttore dell’Istituto nazionale per la ricerca sugli esiti cardiovascolari e autore principale dello studio, ha affermato che i risultati mostrano che il farmaco dovrebbe essere prescritto di routine per trattare le malattie cardiovascolari e che milioni di persone in tutto il Regno Unito potrebbero assumerlo. farmaci nei prossimi anni.

“Questo fantastico farmaco è davvero un punto di svolta. Este [study] suggerisce che esistono meccanismi potenzialmente alternativi per il miglioramento degli esiti cardiovascolari con semaglutide oltre la perdita di peso… Chiaramente, sta succedendo qualcos’altro che avvantaggia il sistema cardiovascolare”, ha detto Deanfield.

Lo studio ha coinvolto 17.604 adulti di età pari o superiore a 45 anni con un indice di massa corporea superiore a 27 provenienti da 41 paesi. Ai partecipanti, che avevano anche precedentemente sperimentato un evento cardiovascolare come un infarto, è stata prescritta una dose settimanale di 2,5 mg di semaglutide o un placebo per un periodo medio di 40 mesi.

Degli 8.803 pazienti nel gruppo semaglutide, 569 (6,5%) hanno manifestato un evento end-point cardiovascolare primario, come un attacco cardiaco, rispetto a 701 (8%) degli 8.801 pazienti nel gruppo placebo.

Semaglutide con il marchio Wegovy è stato prescritto dal servizio sanitario nazionale per la perdita di peso dal 2023.

Deanfield ha affermato che negli anni ’90 le statine – farmaci che abbassano il colesterolo – erano considerate una svolta medica e rivoluzionaria nel trattamento della pratica cardiologica, e ha affermato che semaglutide potrebbe essere vista come altrettanto rivoluzionaria per quanto riguarda il miglioramento della salute cardiovascolare. “Ora disponiamo di una classe di farmaci che potrebbero trasformare allo stesso modo molte malattie croniche legate all’invecchiamento”, ha affermato.

Il professor Jason Halford, presidente dell’Associazione europea per lo studio dell’obesità, ha affermato che poiché il farmaco potrebbe migliorare la salute cardiovascolare, potrebbe essere economicamente vantaggioso che venga prescritto su larga scala.

“Penso che nei prossimi 10 anni assisteremo a un cambiamento radicale nell’approccio all’assistenza sanitaria”, ha affermato. “Una volta che i costi diminuiranno, i risparmi sui costi per il servizio sanitario nazionale saranno significativi. Ci sono già persone al Tesoro che pensano ai risparmi per l’economia grazie all’opportunità di aumentare la produttività. “Devi rendere la tua forza lavoro il più in forma possibile”.

Secondo la British Heart Foundation, circa 7,6 milioni di persone nel Regno Unito vivono con malattie cardiache o circolatorie.

Un altro studio basato sullo stesso studio clinico ha rilevato che i partecipanti a cui è stato prescritto semaglutide hanno perso in media il 10,2% del peso corporeo e 7,7 cm della vita in un periodo di quattro anni, mentre il gruppo placebo ha perso l’1,5% del peso corporeo e 1,3 cm dalla vita.

Uno studio separato che ha esaminato un nuovo farmaco dimagrante ha scoperto che potrebbe essere molto più efficace di quelli già presenti sul mercato. Retatrutide, un’iniezione settimanale, agisce sopprimendo l’appetito e anche aiutando il corpo a bruciare più grassi, secondo il suo studio clinico di fase 2.

Lo studio su 338 partecipanti che convivevano con l’obesità ha mostrato che i partecipanti hanno perso il 24% del loro peso corporeo in un periodo di 48 settimane. I ricercatori affermano che è più efficace per la perdita di peso rispetto a Ozempic o Wegovy, che funzionano solo sopprimendo l’appetito.

Il professor Naveed Sattar, dell’Università di Glasgow, che ha lavorato su sperimentazioni su altri trattamenti per la perdita di peso, ha dichiarato: “Cinque o 10 anni fa, non avremmo mai potuto immaginare farmaci che avrebbero causato questo tipo di perdita di peso. Lo studio suggerisce che la retatrutide non ha ancora raggiunto il plateau, quindi probabilmente si vedrà una maggiore perdita di peso. Se somministrassimo questo farmaco ancora più a lungo, penso che potrebbe raggiungere quasi il 30% del peso corporeo di qualcuno”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Incendio vicino a Devil’s Lake sotto inchiesta | Notizie, sport, lavoro
NEXT I vigili del fuoco del Regno Unito condannati per un incendio durato giorni