Il governo provinciale garantisce la continuità dei lavori per completare il Gasdotto Gran Santa Fe

Il governo provinciale garantisce la continuità dei lavori per completare il Gasdotto Gran Santa Fe
Il governo provinciale garantisce la continuità dei lavori per completare il Gasdotto Gran Santa Fe

Martedì 14.5.2024

/

Ultimo aggiornamento 19:52

Il governo provinciale, attraverso Enerfe, ha firmato l’accordo con la Víctor Contreras – Semisa UTE per avanzare la parte finale della posa del gasdotto Gran Santa Fe o Metropolitano, con l’obiettivo di completare i lavori nell’aprile 2025.

Il rispettivo accordo è stato firmato ieri nella città di Buenos Aires tra il presidente di Enerfe, Rodolfo Giacosa, e i rappresentanti delle imprese di costruzione aggiudicatarie della posa del gasdotto che andrà a beneficio di circa 100.000 utenti, che rappresentano più di 250.000 abitanti. nei comuni di Santa Fe, Esperanza, Recreo, Monte Vera, San José del Rincón, Arroyo Aguiar, Arroyo Leyes e Angel Gallardo. La linea raggiungerà inoltre circa 7.000 industrie e imprese e 1.600 enti che oggi non hanno la possibilità di avere gas naturale attraverso la rete.

La trattativa tra Enerfe e le imprese di costruzione riguarda debiti per mancato pagamento dal giugno 2023 più rideterminazioni dei prezzi ed è di 1.088 milioni, ha detto Giacosa a El Litoral.

L’opera non solo fornirà un servizio alle persone che non lo avevano, ma mira anche a promuovere la generazione di nuove industrie con il conseguente aumento della domanda di lavoro per una vasta area del dipartimento di La Capital. Punto chiave della posa e di grande impatto visivo è stato il passaggio sotto la laguna di Setubal. In ogni caso, rimangono ancora diversi passaggi chiave, tra cui sotto l’Avenida Circunvalación – Strada Nazionale 11 – e persino il trasporto dei tubi da San José del Rincón ad Arroyo Leyes.

“Il lavoro in sé non è stato paralizzato perché le aziende lavoravano nelle officine per costruire attrezzature per il collegamento al gasdotto principale, riduzione della pressione, stazioni di sollevamento e altre attrezzature”, ha spiegato Giacosa che ha ammesso la paralisi sul fronte edilizio. La consultazione con Enerfe è nata dalle preoccupazioni dei lettori di El Litoral che hanno inviato fotografie di tubi in attesa di essere interrati nelle zone di Arroyo Aguiar e Monte Vera. La protezione catodica dei tubi è stata effettuata il mese scorso, ha detto il funzionario.

Guarda anche

Guarda anche

La nuova discesa della laguna di Setúbal mostra la sua trasformazione in delta

La firma del contratto prodotto ieri prevede il completamento di 1.800 metri di posa in sette punti diversi per collegare tutte le tubazioni. Oltre all’attraversamento della tangenziale ovest, si attende anche l’attraversamento della strada provinciale 2 e la posa del terrapieno di difesa della zona costiera.

Il gasdotto Gran Santa Fe prenderà il gas naturale dal GNEA all’altezza di Esperanza e passerà a sud di Recreo e Monte Vera quasi al confine con la città di Santa Fe, che potrà aggiungere al sistema i quartieri settentrionali. Da Monte Vera è prevista un’estensione fino ad Arroyo Aguiar mentre dalla nuovissima città passerà sotto Setúbal fino a San José del Rincón e Arroyo Leyes.

Metano

Il gasdotto Greater Santa Fe ha flussi pianificati sufficienti per facilitare l’installazione di nuove stazioni CNG. Inoltre, rafforzando l’offerta di gas naturale disponibile nel nord della città di Santa Fe, si faciliterà l’installazione di nuove stazioni di metano.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Madre uccisa da un branco di cani e bambini feriti nelle zone rurali della Georgia
NEXT L’esercito spara contro un drone pakistano a J&K, costringendolo a ritirarsi