L’assassino di Natalie Scheublin condannato per omicidio di primo grado – NBC Boston

L’assassino di Natalie Scheublin condannato per omicidio di primo grado – NBC Boston
L’assassino di Natalie Scheublin condannato per omicidio di primo grado – NBC Boston

Un uomo di Salem, nel Massachusetts, è stato condannato per omicidio di primo grado per l’omicidio accoltellato di una donna nel 1971 nella sua casa di Bedford.

Arthur Massei, 78 anni, è stato arrestato nel marzo 2022, più di 50 anni dopo la morte di Natalie Scheublin, secondo l’ufficio del procuratore distrettuale del Middlesex. Martedì, una giuria lo ha condannato per omicidio di primo grado nella sua morte, oltre a un’accusa aggiuntiva legata al tentativo di pagare un testimone per offrire una falsa testimonianza nel suo caso.

Scheublin, una donna di 54 anni, madre di due figli, fu trovata morta nel seminterrato di casa sua il 10 giugno 1971 da suo marito, Raymond Scheublin, che all’epoca era presidente della Lexington Trust Bank. Era a faccia in giù sul pavimento con le caviglie legate, un bavaglio improvvisato intorno al collo e molteplici coltellate, hanno detto i pubblici ministeri.

Dalla casa non è stato portato via nulla di valore significativo, tranne la sua macchina, una Chevrolet Impala del 1969, che è stata poi ritrovata a breve distanza al Bedford VA Hospital, e un mazzo di chiavi di banca. L’auto sembrava essere stata spazzata via, ma gli investigatori sono riusciti a recuperare un’impronta digitale dal finestrino. Massei fu successivamente collegato al caso nel 1999 grazie a una nuova tecnologia di rilevamento delle impronte digitali che non era disponibile al momento dell’indagine iniziale.

Massei fu intervistato nel 2000 ma negò qualsiasi coinvolgimento nell’omicidio o di essere stato a Bedford. Nel 2005 è stato nuovamente intervistato e ha cambiato la sua storia, secondo il procuratore distrettuale, sostenendo che gli era stato chiesto da un gruppo criminale organizzato di uccidere Scheublin ma lui ha rifiutato.

Nel 2019 le indagini presso la Cold Case Unit dell’ufficio del procuratore distrettuale del Middlesex hanno riesaminato il caso e hanno trovato un nuovo testimone, una donna che ha ammesso di essere stata coinvolta in piani per frodare le banche con Massei. Ha detto agli investigatori che ha parlato dei suoi legami con la criminalità organizzata e che una volta le ha detto di aver pugnalato a morte qualcuno nella loro casa. Sono state queste informazioni, insieme ai precedenti dettagli dell’indagine, che alla fine hanno fornito ai pubblici ministeri informazioni sufficienti per l’accusa di omicidio di primo grado.

Più di 50 anni dopo l’omicidio di Natalie Scheublin a Bedford, Arthur Massei fu trattenuto senza cauzione nel caso.

Secondo l’accusa, quando Massei era detenuto con l’accusa di omicidio, ha tentato di trovare qualcuno che desse falsa testimonianza sul caso. Dall’ufficio dello sceriffo del Middlesex a Billerica, Massei ha scritto a una donna per reclutare qualcuno che testimoniasse che Massei era stato incastrato, usando una storia da lui inventata, hanno detto i pubblici ministeri. L’assassino accusato avrebbe offerto 1.000 dollari per la testimonianza.

Le lettere di Massei includevano minacce crescenti, tra cui che avrebbe ordinato a qualcuno di farle del male e che avrebbe preso la donna “come un proiettile”, secondo l’annuncio.

Gli investigatori hanno anche scoperto che l’uomo aveva detto a persone fuori dalle carceri di riscuotere debiti illegali per strozzinaggio, hanno detto i pubblici ministeri.

È stato accusato di istigazione a falsa testimonianza nel processo con un’accusa capitale.

I pubblici ministeri hanno notato che Massei ha una lunga storia di condanne penali e sentenze detentive, ha aggredito agenti penitenziari, è stato condannato due volte per fuga e, solo nel 2016, è stato condannato per aver violato ordini del tribunale riguardanti molestie e abusi.

“Natalie Scheublin era una moglie, una madre e una sopravvissuta al cancro che amava il giardinaggio e la pittura. È stata brutalmente assassinata da uno sconosciuto nella sua stessa casa”, ha detto il procuratore distrettuale del Middlesex Ryan. “Per più di cinquant’anni questo caso è rimasto irrisolto. Il verdetto di oggi è il culmine di anni di lavoro investigativo ed esemplifica la missione principale della mia Cold Case Unit: fornire risposte alle famiglie”, ha affermato il procuratore distrettuale Ryan

La sentenza Massei è prevista per il 31 maggio.

Arthur Massei, 76 anni, mercoledì affronta un giudice con l’accusa di omicidio di primo grado in relazione a un caso irrisolto di 50 anni a Bedford, Massachusetts. Gli è stato ordinato di trattenerlo senza cauzione.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Tribeca Festival: “All That We Love” (2024), con Margaret Cho – Recensioni
NEXT Gli autisti della VLA criticati per aver imitato la presunta fuga di Belinda, video – Publimetro México