Trump sta cercando di conquistare la Silicon Valley e di cancellare il margine di cassa di Biden

Trump sta cercando di conquistare la Silicon Valley e di cancellare il margine di cassa di Biden
Trump sta cercando di conquistare la Silicon Valley e di cancellare il margine di cassa di Biden
Icona dell’angolo verso il basso Un’icona a forma di angolo rivolto verso il basso.
L’ex presidente Donald Trump.
Scott Olson/Getty Images
  • Trump sta sollecitando il sostegno dei donatori della Silicon Valley per ridurre il margine di cassa di Biden.
  • Trump sta discutendo una raccolta fondi con due venture capitalist di alto profilo, ha riferito Bloomberg.
  • L’ex presidente si ritrova a seguire il presidente in carica nella corsa alla raccolta fondi.

L’ex presidente Donald Trump si sta rivolgendo alla Silicon Valley e agli ex donatori dell’ex rivale Ron DeSantis per aumentare le casse della sua campagna elettorale e ridurre il forte margine di raccolta fondi del presidente Joe Biden.

Bloomberg ha recentemente riferito che i venture capitalist David Sacks e Chamath Palihapitiya erano in trattative con la campagna di Trump per organizzare una raccolta fondi a giugno presso la residenza di Sacks a San Francisco. Trump avrebbe anche partecipato alla registrazione del podcast della coppia, All In.

Sacks, cofondatore di Craft Ventures, in precedenza aveva sostenuto l’ormai defunta campagna presidenziale del governatore della Florida.

Palmer Luckey, il fondatore di Oculus VR, ospiterà anche una raccolta fondi di giugno per Trump a Newport Beach, una città costiera nel sud della California, ha riferito Bloomberg.

Prima di partecipare alla corsa presidenziale lo scorso maggio, DeSantis era la principale alternativa conservatrice a Trump, attirando il sostegno di ricchi donatori repubblicani e sostenitori della campagna dell’ex presidente. Ma Trump non ha mai ceduto la sua popolarità tra la base repubblicana e l’ex presidente ha successivamente conquistato i principali dirigenti del settore petrolifero e del gas, che hanno iniziato ad aprire i loro libretti degli assegni.

La spinta dell’ex presidente a fare appello ai donatori di alto profilo della Silicon Valley segue un percorso simile.

Biden gode da tempo di un notevole sostegno tra i luminari della tecnologia della Silicon Valley. Proprio la settimana scorsa, il presidente si è recato nella zona per eventi ospitati dall’ex amministratore delegato di Yahoo Marissa Mayer e dal venture capitalist Vinod Khosla, come parte della sua attività di raccolta fondi attraverso la California.

Mentre Biden e Trump sono emersi entrambi dalle primarie dei rispettivi partiti come presunti candidati all’inizio del processo di nomina, il presidente in carica è molto più avanti nella corsa al denaro mentre inizia il periodo critico estivo della campagna.

La campagna di Biden ha chiuso marzo con 85,5 milioni di dollari in contanti. Secondo la Commissione Elettorale Federale, la campagna ha incassato 43,8 milioni di dollari solo in quel mese.

I numeri di Biden hanno finora fatto impallidire la campagna di Trump, che ha raccolto 15,3 milioni di dollari a marzo e aveva 44,6 milioni di dollari in contanti alla fine di quel mese.

La campagna di Trump e il Comitato nazionale repubblicano hanno annunciato all’inizio di questo mese di aver raccolto oltre 76 milioni di dollari per l’ex presidente ad aprile.

La campagna di Biden, che ha già battuto Trump sul tempo aprendo numerosi uffici elettorali negli stati critici, non ha ancora pubblicato i dati di aprile.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Amazon ha tagliato il prezzo di questo soffione doccia più venduto a $ 15 (ovvero con uno sconto del 50%)
NEXT I giudici federali lanciano una mappa del Congresso della Louisiana, portando nuova incertezza sul futuro di un seggio alla Camera