Luis Matta condannato a 17 anni per omicidio colposo nella morte della fidanzata

Luis Matta condannato a 17 anni per omicidio colposo nella morte della fidanzata
Luis Matta condannato a 17 anni per omicidio colposo nella morte della fidanzata

PROVIDENZA – Un uomo di Cranston, 39 anni, è stato condannato mercoledì a 17 anni di prigione per l’omicidio accoltellato della sua ragazza nel 2019.

Luis Matta è stato condannato dal giudice della Corte Superiore Joseph A. Montalbano a 30 anni, di cui 17 da scontare, per omicidio colposo nell’accoltellamento mortale di Rachele Renéla madre del figlio di Matta.

Il resto della pena sarà sospeso con la libertà vigilata.

A febbraio una giuria ha assolto Matta dall’omicidio domestico di primo e secondo grado, condannandolo invece che per omicidio colposo.

“Abbiamo considerato che fosse una grande vittoria. Il giudice Montalbano ha fatto un ottimo lavoro”, ha detto Craig V. Montecalvo, che rappresentava Matta.

Inoltre, è stato condannato per aver violato l’ordine di non contatto, per il quale Montalbano gli ha condannato contemporaneamente una pena sospesa di un anno con libertà vigilata. È detenuto senza cauzione presso gli istituti di correzione per adulti dal suo arresto nel 2019.

La confessione porta all’arresto

Lo dicono le autorità Matta ha pugnalato René il 15 gennaio 2019, lo stesso giorno in cui è stato presentato un ordine di consenso che concedeva a Matta la visita di suo figlio di otto mesi.

Poi ha confessato al delitto avvenuto al quartier generale della polizia di Providence dopo aver portato il bambino a casa di sua madre a Cranston.

Gli agenti di polizia si sono precipitati nell’appartamento di River Avenue, dove hanno trovato Rene morta nella sua cucina, secondo il rapporto della polizia. Per il bambino è stato chiamato il Dipartimento statale per l’infanzia, la gioventù e le famiglie, che è rimasto illeso.

Matta è stato accusato mesi prima della morte di René in tribunale di aver fatto irruzione nella sua residenza a Warren. È stato rilasciato dietro riconoscimento personale e gli è stato ordinato di non contattare René.

Altro sulla vittima

Rene era un parrucchiere che lavorava in diversi saloni, tra cui Hair Heart and Soul a Bristol e il Jon Richard Salon a Cranston.

Sarah Redman, la proprietaria di Hair, Heart and Soul, ha descritto Rene come amato sia dai colleghi che dai clienti.

Era nota per aver partecipato a eventi di beneficenza sponsorizzati dal salone, inclusi tre eventi “Positively Pink”, in cui lei e Redman hanno lavorato insieme applicando il trucco e acconciando i capelli per le sopravvissute al cancro al seno.

È stata la seconda perdita che la famiglia di René ha subito nel giro di pochi mesi. Sua sorella minore, Melanie, 28 anni, è morta di malattia in agosto.

Il caso è stato perseguito da Timothy G. Healy e Robert E. Johnson.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Omicidio: tre trattenuti da Dharashiv per l’omicidio di Beed man | Notizie di Aurangabad
NEXT Hope Hicks, l’ex consigliere di Trump che piange durante l’interrogatorio nel processo all’ex presidente