Don Pettit, l’astronauta più anziano della NASA, torna nello spazio all’età di 69 anni

Don Pettit, l’astronauta più anziano della NASA, torna nello spazio all’età di 69 anni
Don Pettit, l’astronauta più anziano della NASA, torna nello spazio all’età di 69 anni

Don Pettit diventerà il secondo astronauta più anziano della NASA nello spazio, dopo John Glenn. (REUTERS)

Don Pettitl’astronauta attivo più anziano del mondo VASOsi prepara a lanciare una nuova missione per il Stazione Spaziale Internazionale (ISS) quest’estate del nord. Al suo 69 anni, Diventerà Pettit il secondo astronauta più anziano nello spaziodopo il leggendario John Glennche completò una missione a bordo della navetta spaziale Discovery all’età di 77 anni nel 1998. Pettit trascorrerà sei mesi interi in orbitacome riportato Scientifico americano.

Durante la sua missione, Pettit prevede di effettuare numerosi esperimenti scientifici innovativi e di catturare foto uniche dallo spazio. Questo veterano di tre missioni precedenti si sta attualmente allenando per Spedizione ISS 72in una zona denominata città stellare alla periferia di Mosca. La cooperazione spaziale tra Stati Uniti e Russia rimane una delle poche aree di collaborazione nel mezzo delle attuali tensioni politiche e diplomatiche.

Pettit trascorrerà sei mesi sulla ISS, unendo gli sforzi scientifici tra Stati Uniti e Russia in tempi difficili. (Don Pettit/NASA)

Pettit è noto per utilizzare il suo tempo libero sulla ISS in modo produttivo, dedicandosi a ciò che chiama “scienza delle opportunità”. Durante una missione nel 2003, le sue osservazioni su come lo zucchero, il sale e i chicchi di caffè si raggruppano in sacchetti di plastica pieni d’aria gli hanno permesso, insieme al collega astronauta Stanley Love, di offrire nuove intuizioni sulle fasi iniziali della formazione planetaria.

“Ciò che ricarica le mie batterie è sfruttare l’ambiente orbitale e fare osservazioni che non possono essere fatte sulla Terra”disse Pettit. Questo approccio lo ha portato a sviluppare invenzioni come una tazza che utilizza la tensione superficiale per consentire agli astronauti di bere il caffè in condizioni di microgravità come se fossero sulla Terra. Per questa invenzione, Pettit e Marco Weislogeldel Università statale di Portlandha ricevuto il primo brevetto per un’invenzione realizzata nello spazio.

Quest’estate Pettit verrà lanciato nello spazio da Star City, un centro di addestramento russo fuori Mosca. (Don Pettit/NASA)

Oltre alle sue competenze scientifiche e tecniche, Pettit è un appassionato comunicatore scientifico. Ha realizzato due serie di video, Scienza del sabato mattina E Scienza fuori dalla sferache sono stati girati sulla ISS e hanno fatto conoscere la scienza spaziale a un pubblico più vasto.

Durante un’intervista con Scientifico americanoPiccolo ha ricordato la sua ispirazione iniziale nel diventare un astronauta guardando John Glenn sui voli Mercury negli anni ’60. Nonostante sia stato rifiutato dalla NASA tre volte, ha insistito e alla fine è stato accettato alla sua quarta domanda: “Non puoi aspettarti di essere un esperto in qualcosa la prima volta che lo provi. Ecco perché ho continuato a provare”, ha detto Pettit.

Gli astronauti sulla ISS lavorano circa 13 ore al giorno, con un solo giorno libero a settimana. (REUTERS)

Pettit ha anche descritto la sua esperienza a bordo della ISS durante la tragedia dello Space Shuttle. Colombia nel 2003, quando la nave si disintegrò rientrando nell’atmosfera terrestre, provocando la morte dei suoi sette membri dell’equipaggio. Tre dei miei compagni di classe erano in quella missione e gli altri quattro erano molto vicini a me e a mia moglie. All’inizio c’era shock e incredulità, ma abbiamo dovuto compartimentare quella perdita e tornare al lavoro”, ha detto l’astronauta.

Il programma giornaliero sulla ISS è rigoroso e impegnativo. Pettit ha condiviso che gli astronauti dovrebbero lavorare 12 ore al giorno, anche se spesso devono dedicare un’ora o due in più per recuperare. “Non è raro che gli astronauti lavorino circa 13 ore al giorno, cinque giorni e mezzo alla settimana. Siamo fortunati se riusciamo ad avere un giorno libero alla settimana”, ha spiegato Pettit.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Un muratore muore dopo essere stato schiacciato da un escavatore in un cantiere edile
NEXT Enargas ha autorizzato l’inversione del gasdotto Nord in mezzo alla carenza di gas