Uomo condannato per omicidio nella morte di un adolescente di Detroit nonostante il corpo fosse ancora disperso nella discarica

Uomo condannato per omicidio nella morte di un adolescente di Detroit nonostante il corpo fosse ancora disperso nella discarica
Uomo condannato per omicidio nella morte di un adolescente di Detroit nonostante il corpo fosse ancora disperso nella discarica

DETROIT (AP) – Un uomo di Detroit che ha gettato il corpo di un’adolescente in un cassonetto dopo il tramonto ma ha insistito di non essere responsabile della sua morte è stato condannato giovedì per omicidio di secondo grado, un caso che ha colpito la regione nel 2022 quando la polizia ha passato mesi a setacciare una vasta discarica per i suoi resti.

Il corpo di Zion Foster non fu mai ritrovato durante una straordinaria ricerca estiva tra tonnellate di spazzatura. Ma i pubblici ministeri hanno costruito un caso circostanziato contro sua cugina, Jaylin Brazier, sulla base delle sue stesse dichiarazioni, bugie alla polizia, ricerche sospette su Internet e altri passi falsi.

La giuria ha impiegato meno di un’ora per emettere un verdetto.

“Si è sbarazzato del suo corpo perché l’ha uccisa”, ha detto il procuratore aggiunto Ryan Elsey durante la sua discussione conclusiva. “Ecco perché le persone si liberano dei corpi. Periodo. “Punto.”

Foster, che viveva a Eastpointe, era una 17enne liceale nel gennaio 2022 quando scomparve. Brazier ha detto che non la vedeva da mesi, ma in seguito ha ammesso di essere andato a prenderla di notte e di averla portata a casa sua mentre la sua ragazza era al lavoro.

Brazier, 25 anni, ha detto alla polizia di essere stato preso dal panico quando Foster è morto improvvisamente mentre fumavano marijuana. Invece di chiamare i servizi di emergenza sanitaria, ha portato il corpo in un cassonetto dopo mezzanotte. Il contenuto del contenitore è stato infine trasportato in una discarica suburbana.

“È stata una decisione sbagliata, ma ciò non significa che sia stato lui a causare la morte”, ha detto ai giurati l’avvocato difensore Brian Brown, aggiungendo che era probabile uno strano attacco fatale.

Ha liquidato il caso dell’accusa come niente più che “teorie, ipotesi, allusioni, supposizioni, sensazioni viscerali, peli sulla nuca”.

Brazier ha dichiarato di non aver mentito alla polizia e ha scontato una breve pena detentiva nel 2022 mentre le autorità cercavano di trovare il corpo.

Elsey ha detto che i messaggi di testo suggerivano che Brazier avesse preparato Foster per una relazione sessuale.

“All’interno di quella casa quella notte ci fu una sorta di incontro sessuale a cui venne resistito. Zion ha pagato con la vita”, ha detto il procuratore.

I giurati hanno riscontrato prove che Brazier ha cercato in Internet informazioni sui compattatori dei camion della spazzatura e sulle tecniche di risoluzione dei crimini.

Durante i cinque mesi di ricerca nella discarica, la polizia che indossava tute ignifughe a 90 gradi di calore ha cercato qualsiasi traccia dei resti di Foster, a volte nella spazzatura fino a 50 piedi (15,2 metri). Non ha avuto successo.

“Avremmo sicuramente cercato di riuscire ad arrivare dove la famiglia potesse riportarla a casa”, ha detto alla giuria il sergente di Detroit Shannon Jones.

___

Segui Ed White su X a https://twitter.com/edwritez

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Un altro quango non fermerà le piccole imbarcazioni
NEXT Jake Paul paragonato a Tommy Morrison dalla leggenda dell’UFC che è preoccupata per l'”amico” Mike Tyson