Dannel Malloy nominato membro della Commissione internazionale contro la pena di morte

Dannel Malloy nominato membro della Commissione internazionale contro la pena di morte
Dannel Malloy nominato membro della Commissione internazionale contro la pena di morte

Il rettore del Sistema dell’Università del Maine è stato nominato membro di una commissione internazionale che chiede la fine della pena di morte.

Dannel Malloy farà parte della Commissione internazionale contro la pena di morte, ha annunciato giovedì mattina il sistema universitario.

La commissione con sede in Spagna lavora per l’abolizione della pena di morte con il sostegno dei suoi 24 paesi membri, compresi gli Stati Uniti.

“La mia posizione sulla pena di morte si è evoluta attraverso le mie esperienze in tribunale come pubblico ministero e le mie conversazioni come governatore con i cari di coloro che sono morti a causa del crimine più orribile. Non solo sono arrivato a considerare la pena capitale come crudele e disumana, ma ho imparato che la realtà giuridica del processo significava che ai familiari delle vittime di omicidio veniva negata la giustizia e l’opportunità di iniziare a guarire e ricostruire le proprie vite per decenni”, Malloy ha detto in una nota. “Sono incredibilmente onorato di unirmi alla Commissione e di continuare a promuovere i nostri diritti umani più fondamentali, primo tra tutti il ​​diritto intrinseco alla vita”.

La sua nomina è un riconoscimento del lavoro svolto da Malloy per porre fine alla pena di morte quando era governatore del Connecticut, dove ha prestato servizio dal 2011 al 2019.

Nel 2012, Malloy ha convertito in legge un disegno di legge che pone fine all’uso della pena di morte. Ma tra la pressione politica e la rabbia per la prospettiva che gli autori degli orribili omicidi del Cheshire nel 2007 sarebbero stati risparmiati, il disegno di legge non ha annullato le condanne a morte di 11 uomini nel braccio della morte, secondo il New York Times.

La situazione è cambiata nel 2015, quando la Corte Suprema del Connecticut ha stabilito che la pena di morte violava la costituzione dello stato, annullando le condanne a morte di quegli 11 uomini. L’Alta Corte ha inoltre ritenuto che la pena di morte costituisse una punizione crudele e insolita, ha riferito il New York Times.

Nonostante la pena di morte fosse prevista fino al 2015, il Connecticut ha giustiziato solo una persona dal 1960.

Nell’annunciare la nomina, il sistema UMaine ha evidenziato l’impegno di Malloy per l’equità, l’equità e la giustizia come assistente procuratore distrettuale a New York e come sindaco di Stamford, Connecticut.

Malloy è stato nominato cancelliere del sistema universitario pubblico del Maine nel 2019.

Il sistema UMaine ha affermato che la sua nomina non interferirà con i suoi doveri di cancelliere e Malloy si è impegnato a pagare di tasca propria tutti i costi associati al suo lavoro per l’organismo.

Altre nomine recenti alla commissione includono l’ex Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani e presidente del Cile Michelle Bachelete e l’ex Taoiseach della Repubblica d’Irlanda Enda Kenny.

Il Maine ha abolito la pena di morte nel 1887. L’ultima persona messa a morte nel Maine, l’inglese Daniel Wilkinson, 38 anni, fu giustiziata nel 1885.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il governo considera molto “pericoloso” il suggerimento di Trump secondo cui Biden lo voleva morto – Telemundo Washington DC (44)
NEXT Devolver Direct: quando e dove vedere l’evento di notizie Devolver Digital