Notizie Forexlive Americas FX si concludono il 17 maggio. Il prezzo dell’indice DXY chiude al di sotto della sua 100W MA

Notizie Forexlive Americas FX si concludono il 17 maggio. Il prezzo dell’indice DXY chiude al di sotto della sua 100W MA
Notizie Forexlive Americas FX si concludono il 17 maggio. Il prezzo dell’indice DXY chiude al di sotto della sua 100W MA

La GBP chiude oggi la sessione statunitense come la più forte tra le principali valute. Il CHF è il più debole. L’USD sta chiudendo la giornata in misto con guadagni rispetto a JPY e CHF e perdite rispetto a GBP, AUD e NZD. L’USD è rimasto pressoché invariato rispetto all’EUR e al CAD (-0,05%).

Dalla più forte alla più debole delle principali valute

Durante la settimana di negoziazione, l’indice del dollaro ponderato per il commercio (DXY) è sceso del -0,77%, toccando il livello più basso dalla prima settimana di aprile. Anche questo indice sta chiudendo al di sotto della sua media mobile a 100 settimane a 104,83, dopo 5 settimane di chiusure al di sopra di quella media mobile. Ciò sposta l’orientamento tecnico dell’indice al ribasso (rimanere al di sotto è più ribassista per l’USD).

L’indice del dollaro chiude al di sotto della media mobile a 100 settimane

Osservando le principali valute rispetto all’USD, le variazioni percentuali dell’USD rispetto a ciascuna delle principali valute questa settimana mostrano per lo più movimenti inferiori dell’USD. L’eccezione è il guadagno dell’USD pari allo 0,30% rispetto al CAD.

  • EUR, -0,93%
  • JPY, -0,08%
  • GBP, -1,43%
  • CHF +0,30%
  • CAD, -0,43%
  • AUD, -1,40%
  • NZD, -1,92%

Il movimento al ribasso dell’USD questa settimana ha ricevuto la spinta fondamentale dal contenimento dell’indice dei prezzi al consumo, dalle vendite al dettaglio piatte (inferiori alle attese) e dal calo dell’indice manifatturiero di New York, tutti pubblicati mercoledì. Un numero PPI più forte ma compensato da forti revisioni nel mese precedente ha aperto la porta al ribasso quando è stato pubblicato martedì.

Non congruente con i fondamentali è il fatto che i funzionari della Fed rimangano concentrati sul rialzo più a lungo, mentre altri paesi sono più propensi ad allentare le condizioni prima (soprattutto l’UE). Ciò potrebbe alla fine rallentare il declino del biglietto verde ad un certo punto. Tuttavia, l’EUR/USD ha chiuso al di sopra della sua media mobile a 100 giorni (USD ribassista) a 1,0819 per la prima volta dal 21 marzo, dopo i guadagni di mercoledì. Anche la coppia GBP/USD ha chiuso mercoledì al di sopra della media mobile a 100 giorni per la prima volta dal 9 aprile (ed è rimasta al di sopra).

Anche NZD e AUD si stanno allontanando dalla loro media mobile a 100 giorni (dollaro ribassista). Se si vuole che l’USD torni al rialzo, è necessario che il dollaro torni al di sopra delle MA a 100 giorni su ciascuna di quelle coppie di valute.

Osservando le azioni statunitensi oggi, i principali indici hanno chiuso contrastati con la media industriale Dow in testa. Quell’indice ha chiuso oggi sopra un traguardo chiave superiore a 40.000, e ha anche chiuso a un nuovo livello record. Mercoledì sia il NASDAQ che l’S&P hanno chiuso a nuovi livelli record e, sebbene in rialzo durante la settimana, chiudono la giornata al di sotto di tali chiusure record (marginalmente).

Oggi:

  • La media industriale del Dow è salita di 134,21 punti o del 40,34% a 40.003,60.
  • L’indice S&P è salito di 6,17 punti o dello 0,12% a 5303,26. Mercoledì ha chiuso al record di 5.308,14
  • L’indice NASDAQ è sceso di -12,35 punti o -0,07% a 16685,97. Mercoledì ha chiuso al record di 16.742,39

La media industriale del Dow ha chiuso in rialzo per la quinta settimana consecutiva. Sia gli indici S&P che quelli NASDAQ hanno chiuso in rialzo per la quarta settimana consecutiva.

I rendimenti statunitensi stanno chiudendo la giornata ai massimi, ma sono ancora in ribasso rispetto alla settimana dopo la corsa al ribasso sulla scia dell’IPC/vendite al dettaglio di mercoledì. Tuttavia, il rendimento è rimbalzato giovedì e venerdì.

Per oggi,

  • Rendimento a 2 anni 4,86%, +3,6 punti base
  • Rendimento 5 anni 4,446%, +4,8 punti base
  • Rendimento a 10 anni 4,421%, +4,5 punti base
  • Rendimento trentennale 4,561%, +4,3 punti base

Per la settimana di negoziazione,

  • Il rendimento del titolo a 2 anni è sceso di -4,3 punti base durante la settimana, ma è sceso di -16,6 punti base al minimo settimanale
  • Il rendimento del titolo a 5 anni è sceso di -6,8 punti base durante la settimana, ma è sceso di -20,0 punti base al minimo settimanale
  • Il rendimento del titolo a 10 anni è sceso di -7,8 punti base nella settimana, ma è sceso di -18,7 punti base al minimo della settimana.
  • Il rendimento del trentennale è sceso a -8,0 punti base per la settimana, ma con un calo di -17,3 punti base al minimo della settimana.

Grazie per il vostro supporto questa settimana. Spero che tu e i tuoi cari abbiate un fine settimana felice e sano.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Noticias La giornalista di Caracol si è dimessa da Caracol Radio perché suo marito era il presidente – Publimetro Colombia
NEXT Partita Stati Uniti vs Colombia LIVE. Amichevole oggi 2024