Gli azionisti sostengono il delisting di MRS Oil da NGX

Gli azionisti sostengono il delisting di MRS Oil da NGX
Gli azionisti sostengono il delisting di MRS Oil da NGX

Alcuni Gli azionisti di MRS Oil Nigeria Plc hanno espresso il loro peso a sostegno della cancellazione della società dalla Borsa nigeriana.

Uno degli azionisti e direttori dell’azienda, Mathew Akinlade, ha osservato che la prevista cancellazione della MRS Oil Nigeria dal mercato azionario non avrebbe effetti negativi sugli investitori.

ho detto PUNTO della domenica che la rimozione di MRS Oil Nigeria dall’NGX le consentirebbe di espandersi e diventare più redditizia.

“Riduce semplicemente i costi in termini di commissioni normative e non influisce sulla performance dell’azienda. Nel recente passato, alcune società sono state cancellate dalla quotazione e passate al NASD. È solo per ridurre i costi.

“Non ha implicazioni negative per gli investitori. L’azienda cresce e cresce anche il profitto. Le cose andranno bene e avremo comunque la nostra assemblea generale annuale”, ha affermato con entusiasmo.

Il Consiglio di amministrazione di MRS Oil Nigeria ha proposto la cancellazione volontaria dalla quotazione delle azioni emesse della società dalla Nigerian Exchange Limited.

L’azienda lo ha rivelato in un avviso di assemblea generale straordinaria depositato venerdì presso la Borsa.

Secondo l’avviso, la decisione comporta la rimozione di 342.884.706 azioni ordinarie dal listino ufficiale giornaliero e dal consiglio principale di NGX.

Nelle note di accompagnamento all’avviso dell’Assemblea straordinaria si afferma che il consiglio di amministrazione ha tenuto conto dei requisiti normativi, dei costi amministrativi e di conformità, delle nuove opportunità, delle mutevoli condizioni di mercato e della traiettoria dei piani a lungo termine previsti per quotare le azioni emesse della società, per un totale di 342.884.706 azioni ordinarie, per la crescita finanziaria e operativa della società.

“Il consiglio di amministrazione della società (il “Consiglio”), dopo aver subito una rivalutazione strategica dello status della società, in particolare considerando gli obblighi normativi, i costi amministrativi e di conformità, le opportunità emergenti, l’evoluzione delle condizioni di mercato e la traiettoria delle proiezioni a lungo termine crescita finanziaria e operativa, propone di cancellare dal listino ufficiale delle azioni ordinarie emesse dalla Società, per un totale di n. 342.884.706 (trecentoquarantaduemilioniottocentottantaquattromilasettecentosei) quotazione e negoziazione nel consiglio principale di NGX (il “delisting volontario)”, ha spiegato l’azienda.

Nel frattempo, lo ha detto il coordinatore nazionale dell’Associazione degli azionisti indipendenti della Nigeria, Moses Igbrude PUNTO della domenica che gli azionisti non avevano motivo di preoccuparsi perché la MRS Oil Nigeria sarebbe rimasta una società per azioni e avrebbe svolto le stesse funzioni.

«Non ci sarà molta differenza, in quanto resterà una società per azioni, ma non quotata in borsa. La stessa cosa che potete fare a livello di Borsa, potete ancora farla a livello di NASD. È la stessa cosa e hanno le loro ragioni per farlo.

“Il mercato si contrarrà. Perderanno entrate e si ridurranno di numero, e queste sono le principali implicazioni”, ha osservato.

Un analista dell’economia e del mercato dei capitali, Rotimi Fakayejo, ha affermato che la cancellazione dell’azienda è stata vantaggiosa per gli azionisti, poiché ridurrebbe le spese post-quotazione e raramente comporterebbe sanzioni per la mancata presentazione dei rapporti.

“Per il mercato, ci sarà meno visibilità di quel titolo, e questa è una battuta d’arresto per il mercato. Per la società o gli stakeholder della società, è a loro vantaggio perché credono che la loro commissione post-quotazione sia ridotta, e raramente c’è qualche sanzione quando non effettuano la rendicontazione quando è dovuta. Hanno tutti i vantaggi.

“Dopo la conclusione della delisting volontario, il consiglio si assicurerà che tutte le azioni necessarie affinché le azioni della società siano intraprese e accettate al NASD OTC Securities Exchange, tenendo conto delle esigenze commerciali degli azionisti”, ha spiegato.

La quota di MRS Oil Nigeria è rimasta stabile, chiudendo le negoziazioni della settimana a N135 e si è apprezzata del 263,88% nell’ultimo anno.

La società di commercializzazione del petrolio è stata quotata alla Borsa nigeriana il 1° gennaio 1978 come Chevron Oil Nigeria, ma ha cambiato nome in MRS Oil Nigeria nel 2009.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Stati Uniti – MLS: St. Louis City – Colorado Rapids Settimana 18 | Altri campionati di calcio
NEXT Tatiana Calmell del Solar: cosa pensa della bellezza, del “mondo delle miss” e della controversa ultima edizione di Miss Perù | intervista | SONO