Il DC-8 della NASA completa il volo finale

Il ritiro di questo aereo lascia l’organizzazione di beneficenza Samaritan’s Purse che gestisce l’unico DC-8-72 registrato negli Stati Uniti rimasto. Secondo il database Fleet Discovery di Aviation Week Network, gli unici altri DC-8 ancora in funzione si trovano nella Repubblica Democratica del Congo, dove l’aeronautica ne gestisce uno e la compagnia di trasporto merci Trans Air Cargo Service ne utilizza due.

Nel suo ruolo di Airborne Science Laboratory della NASA, il DC-8 è stato utilizzato principalmente per quattro tipi di missione chiave: sviluppo di sensori, verifica di sensori satellitari, lancio di veicoli spaziali o recupero di dati telemetrici di rientro e tracciamento ottico e studi di ricerca sulla superficie terrestre e sull’atmosfera. .

DC-8 N801BN in atterraggio al LAX NEL 1980. Foto di Ron Monroe Braniff International Heritage Archives

Le missioni di verifica dei sensori satellitari prevedevano il volo del DC-8 sotto il percorso di un satellite e il confronto dei dati degli strumenti di bordo con i dati del satellite per perfezionare gli algoritmi utilizzati per interpretare le informazioni satellitari. Le missioni di dati di telemetria hanno supportato i lanci di satelliti dimostrativi di tracciamento spaziale e sorveglianza della Missile Defense Agency e il lancio del satellite scientifico Glory Earth della NASA.

Il DC-8 ha anche fornito il tracciamento ottico per i rientri di veicoli spaziali, come il veicolo spaziale europeo di trasferimento automatizzato nel 2008 e il veicolo spaziale Hayabusa della Japan Aerospace Exploration Agency nel 2010.

Il DC-8 NASA817 ritorna al Dryden Flight Research Center dopo due anni con l’Università del North Dakota, l’8 novembre 2007 (NASA Photo _ Tony Landis)

Negli ultimi 30 anni, il DC-8 è stato strettamente associato alla missione di scienze della Terra della NASA, in particolare attraverso la sua ampia partecipazione all’operazione IceBridge. Questa campagna annuale sui ghiacci polari prevedeva voli sull’Antartide da Punta Arenas, in Cile, e indagini simili sull’Artico da basi in Groenlandia.

La NASA sta attualmente modificando un 777-200ER per sostituire il DC-8, con la scelta annunciata nel gennaio 2023. Questo ex aereo della Japan Airlines, consegnato nuovo alla compagnia nel 2003, era stato immagazzinato a Victorville, in California, dal maggio 2020 davanti alla NASA lo ha acquisito. Il 777 motorizzato General Electric GE90 è stato trasportato in aereo al NASA Langley Research Center nel dicembre 2022 per la modifica. La NASA prevede che l’aereo intraprenderà le sue prime missioni scientifiche aviotrasportate nel 2025.

Il ritiro del DC-8, guidato dai crescenti costi di manutenzione, ricambi, supporto e addestramento, segue il ritiro, previsto per dicembre 2022, dell’altro grande velivolo scientifico della NASA, il telescopio aereo 747SP dell’Osservatorio stratosferico per l’astronomia a infrarossi (SOFIA).

Fine di un’era: il DC-8 della NASA Airborne Science va in pensione dopo 37 anni. Foto della NASA
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La Florida dichiara lo stato di emergenza a causa delle gravi inondazioni in cinque contee del sud
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita