I biologi della TSU suggeriscono un nuovo metodo per la purificazione dell’acqua con olio di palma

I biologi della TSU suggeriscono un nuovo metodo per la purificazione dell’acqua con olio di palma
I biologi della TSU suggeriscono un nuovo metodo per la purificazione dell’acqua con olio di palma

Un gruppo di ricerca dell’Istituto biologico dell’Università statale di Tomsk ha creato un prodotto medico biologico in grado di decomporre gli scarti di palma da olio in componenti sicuri. Lo sviluppo si è rivelato efficace: dopo l’utilizzo dei batteri il numero di acidità (un indicatore della decomposizione dei grassi) è risultato 50 volte più elevato. Gli scienziati della TSU si recheranno in Indonesia nel 2024 per condurre esperimenti sugli stagni di sedimenti e testare il consorzio microbico creato che decomporrà i composti nocivi. Il progetto è stato implementato dalla Scuola di Studi di Ingegneria Avanzata Agrobiotech della TSU.

L’Indonesia è il principale produttore mondiale di olio di palma. Pertanto, l’utilizzo dei rifiuti generati e già accumulati è fondamentale. Nel 2023 la TSU e il Sepuluh Nopember Institute of Technology hanno deciso di implementare progetti congiunti. Nell’ambito di uno di questi progetti, scienziati russi e indonesiani stanno sviluppando una biotecnologia sicura per l’utilizzo dell’olio di palma e dei rifiuti industriali.

“L’aumento della produzione di olio di palma si traduce in una grande quantità di rifiuti, causando enormi danni all’ambiente. Il successo del progetto ridurrà il carico tossico sugli ecosistemi inquinati e ci consentirà di introdurre lo schema biotecnologico sviluppato negli impianti di trattamento dell’olio da cucina produzione non solo in Indonesia, ma anche in altri paesi”, ha affermato Anna Gerasimchuk, responsabile del progetto, capo del Laboratorio di microbiologia industriale presso Agrobiotech.

Anna Gerasimčuk

Il progetto è progettato per due anni. Dopo aver ottenuto tre tipi di campioni da stagni di sedimenti, gli scienziati hanno isolato 30 ceppi batterici e hanno studiato quali ceppi fossero più efficaci nel decomporre i composti nocivi dai rifiuti in condizioni di laboratorio. Il consorzio formato da due ceppi ha ottenuto i migliori risultati: Pseudomonas sp. A-CMC-05 e Gordonia sp. A-CMC-11. Questi batteri crescevano bene su un terreno di crescita che conteneva solo olio come sostanza organica. Gli scienziati hanno utilizzato il numero di acidità per misurare l’efficienza dei consorzi batterici e l’esperimento ha mostrato un aumento di 50 volte del numero di acidità, indicando la degradazione.

Il partner industriale del progetto è Darwin Group, che fornisce le attrezzature. Per pulire efficacemente l’olio di palma dalle acque, verrà utilizzato anche il principio della flottazione, su cui si basa l’esclusiva tecnologia Aeroschup della TSU. Permetterà di sollevare l’olio che si è depositato sul fondo.

Gli scienziati intendono visitare l’Indonesia nell’aprile 2024, dove metteranno il prodotto medico biologico negli stagni e poi valuteranno i risultati. Il progetto sarà finalizzato con lo sviluppo di uno schema biotecnologico per la depurazione dei corpi idrici.

Oltre a sviluppare approcci rispettosi dell’ambiente per l’utilizzo dei rifiuti di olio di palma, la TSU e il Sepuluh Nopember Institute of Technology intendono sviluppare altre due aree: pulire le aree marine costiere (compresi i porti) dall’inquinamento da petrolio dei fondali e ricercare il livello di micro e macroplastiche in Indonesia. corpi d’acqua.

/PublicRelease. Questo materiale dell’organizzazione/degli autori di origine potrebbe essere di natura puntuale e modificato per chiarezza, stile e lunghezza. Mirage.News non prende posizioni o schieramenti istituzionali e tutti i punti di vista, posizioni e conclusioni qui espressi sono esclusivamente quelli dell’autore(i). Visualizza integralmente qui.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il programma di Gervonta Davis vs Frank Martin, che trasmette IN DIRETTA OGGI
NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita