Rischiano cinque anni di prigione per aver provocato un’esplosione mentre cucinavano hashish a Dúrcal

Rischiano cinque anni di prigione per aver provocato un’esplosione mentre cucinavano hashish a Dúrcal
Rischiano cinque anni di prigione per aver provocato un’esplosione mentre cucinavano hashish a Dúrcal

CORTI | 19 maggio 2024 – 11:59 | EP

La Procura chiede la condanna dei tre imputati al pagamento di una multa di 8.500 euro

La Procura ha chiesto la condanna a cinque anni di carcere per i giovani rimasti feriti nell’esplosione avvenuta in un’abitazione a Durcalnel giugno 2021, mentre cucinavano l’hashish in compagnia di due minorenni, anch’essi riportati gravi ustioni.

Quattro delle persone che quel giorno si trovavano nella casa, e che all’epoca avevano tra i 16 e i 21 anni, hanno riportato gravi ustioni a causa dell’incidente. deflagrazione. Tre, infatti, sono arrivati ​​in ospedale intubati e hanno dovuto essere operati d’urgenza quella stessa notte, secondo fonti sanitarie.

In un primo momento, la Guardia Civil ha trovato in casa diverse sostanze e macchinari che facevano pensare alla possibilità che stessero cucinando dell’hashish. Ora i tre adulti coinvolti – una giovane donna e due uomini – finiranno sul banco degli imputati per un reato contro la salute pubblica.

I fatti sono avvenuti intorno alle ore 19 del 21 giugno nel patio della casa dove vivevano due degli imputati, che erano una coppia romantica. Erano in compagnia del terzo adulto imputato e di altri due ragazzi minorenni quando si sono apprestati a svolgere il procedimento necessario per procurarsi l’olio di hashish.

L’operazione consisteva sostanzialmente nell’introdurre gas butano in un tubo di estrazione contenente marijuana pressata, esercitando una pressione fino alla fuoriuscita dell’olio di resina dall’altra estremità del tubo. Questo veniva raccolto in un contenitore che veniva poi riscaldato per eliminare l’aria contenuta nell’olio.

In questo caso gli imputati hanno utilizzato a stufa a gas. Nel corso del processo si è verificata un’esplosione che ha causato gravi ferite a tutti i presenti, compresi i due minorenni, che secondo le conclusioni provvisorie della Procura non risultano imputati nel processo.

La Guardia Civil si trova nella casa vicino 3mila euro di droga, soprattutto hashish e marijuana, ma anche cocaina. Gli agenti hanno rinvenuto anche una centrifuga per l’essiccazione della marijuana e vari attrezzi atti alla preparazione della droga per la vendita a terzi.

Il processo si terrà il prossimo 27 giugno nella Prima Sezione del Tribunale di Granada e, oltre ai cinque anni di carcere, la Procura chiede che i tre imputati siano condannati al pagamento di una multa. multa di 8.500 euro.

Pubblicità

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Marieta: questo è il suo clan familiare guidato da matriarche
NEXT Apertura dell’indice azionario ponderato per la capitalizzazione di Taiwan: guadagno dello 0,91% questo 19 giugno