La NASA mostra come sarebbe cadere in un buco nero

La NASA mostra come sarebbe cadere in un buco nero
La NASA mostra come sarebbe cadere in un buco nero

Un recente Simulazione della NASA Visualizza come sarebbe cadere in a buco nero supermassiccio, con una massa pari a 4,3 milioni di volte quella del nostro Sole.

Questi oggetti enigmatici I corpi astronomici racchiudono ancora molti segreti, ma la tecnologia moderna ci permette di immaginare come sarebbe scavarne uno.

Cos’è un buco nero?

Secondo Kip Thornefisico teorico e vincitore del Premio Nobel 2017, nel suo libro La scienza dell’interstellarei buchi neri sono composti da spazio e tempo deformati, non da materia.

Sebbene siano formati da collasso della materiala loro vera natura risiede nelle strane proprietà della geometria spazio-temporale che manifestano.

La simulazione della NASA

Dentro video pubblicato dalla NASApuoi vedere come lo spazio inizia a deformarsi mentre ti avvicini al buco nero.

La simulazione immagina a fotocamera che cade nel buco neroe mostra come la velocità aumenta fino a raggiungere magnitudini vicine alla luce.

Secondo VASO, il bagliore del disco di accrescimento e le stelle sullo sfondo vengono amplificate, in modo simile all’effetto Doppler nel suono.

IL vista dello spazio Si deforma, permettendo di vedere gli oggetti dietro il foro in strane geometrie, allungando e allungando ciò che si osserva.

Effetti visivi e unicità

IL distorsione dello spazio di sfondo rende possibile vedere oggetti dalle forme insolite, effetto che continua fino a raggiungere la singolarità, il centro dell’ buco nero. A questo punto, la fisica come la conosciamo smette di funzionare.

Raccomandazioni per cadere in un buco nero

Sebbene la simulazione sia affascinante, non saremo in grado di verificare questi effetti a breve. Kip Thorne menzionare in La scienza dell’interstellare che se qualcuno cade in a buco nero con un trasmettitore, una volta che passa attraverso il orizzonte degli eventisarà trascinato inesorabilmente verso la singolarità, e nessun segnale potrà sfuggire.

Jeremy Schnittmannastrofisico del Goddard Space Flight Center VASO e creatore della simulazione, consiglia che, se mai dovessi scegliere un buco nero per cadere, scegline uno super massiccio.

buchi neri con masse simili a quella del Sole generano forze di marea più mirate, che potrebbero distruggerti molto prima che raggiunga l’orizzonte degli eventi.

Effetti del viaggio attraverso un buco nero:

  • Distorsione della luce: Il bagliore del disco di accrescimento e delle stelle di fondo risulta amplificato.
  • Effetto Doppler: Simile al suono di un’auto da corsa che si avvicina, la luce si comporta in modo simile.
  • Deformazione dello spazio: Oggetti dietro buco nero Appaiono allungati e distorti.
  • Singolarità: Nel centro di buco nerola fisica convenzionale smette di funzionare.

La simulazione di VASO ci offre un Eccezionale E educativo vista di cosa potrebbe significare cadere in a buco nero.

Anche se è un’esperienza che non potremo vivere presto, ci permette di farlocapire meglio questi misteriosi oggetti dell’universo.

Quindi, se mai Hai l’opportunitàricorda che a buco nero supermassiccio sarebbe l’opzione “più sicura”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Buona festa del papà”, hanno detto i figli del presidente Gustavo Petro in alcuni messaggi emozionanti per celebrare questa data
NEXT Riprese di Venom 3 nella Città della Luce | Le riprese di Venom 3 ad Alicante lasciano 35 milioni di euro nella Comunità