I leader dell’assistenza a lungo termine tornano alle origini e impiegano l’innovazione per far crescere il personale dell’assistenza diretta

I leader dell’assistenza a lungo termine tornano alle origini e impiegano l’innovazione per far crescere il personale dell’assistenza diretta
I leader dell’assistenza a lungo termine tornano alle origini e impiegano l’innovazione per far crescere il personale dell’assistenza diretta

Di fronte al fatto che la maggior parte dei nuovi infermieri non sceglie di entrare in geriatria, i leader infermieristici e infermieristici qualificati stanno tornando alle origini e sfruttando l’innovazione per espandere il personale di assistenza diretta e mantenerlo.

Un gruppo di donne leader di lunga data provenienti da tutto il settore ha abbracciato questi due temi durante un’esclusiva tavola rotonda tenutasi in occasione della sesta edizione annuale della McKnight’s Evento Donne di distinzione.

“Dobbiamo dare potere ai nostri infermieri esistenti”, ha affermato Sharon Roth Maguire (nella foto), vicepresidente senior e responsabile della salute e del benessere/esperienza residente presso LCS, membro della Hall of Honor 2024.

La società di gestione con sede in Iowa serve circa 140 comunità per anziani, comprese comunità di assistenza continuativa/piano di vita, in 35 stati, dove ora impiega un consiglio di leadership clinica che dà agli attuali infermieri più voce in capitolo nella nuova programmazione e negli sforzi di reclutamento e fidelizzazione.

“Portare infermieri da tutti gli Stati Uniti, da diverse comunità LCS, è stato davvero rafforzante”, ha osservato Maguire. “Stiamo dando loro la voce per dire: ‘Cosa pensate che farà la differenza qui?’ Cosa consideri una necessità e come possiamo attrarre più infermieri e infermieri più giovani?’”

Ha detto che vede grandi esigenze di infermieri autorizzati per ricoprire posizioni di leadership e di assistenti infermieristici certificati.

Altri, tra cui Rachel Shearer, vicepresidente senior delle operazioni presso Ignite Medical Resorts, nominata nella Hall of Honor del 2024, hanno affermato che l’attuale necessità di infermieri registrati incombe molto prima di un mandato federale di personale per le case di cura. Tale mandato si applica direttamente solo alle case di cura, anche se l’industria degli alloggi per anziani si aspetta che colpisca anche i fornitori di alloggi per anziani perché reclutano dallo stesso pool di lavoratori.

“Penso che stiamo andando meglio della media nazionale”, ha detto Shearer, le cui strutture si concentrano sulla riabilitazione rapida e sulla programmazione clinica avanzata. “Se dovesse verificarsi il mandato del personale, ci troveremmo in difficoltà proprio come tutti gli altri”.

Shearer ha definito una piccola vittoria l’inclusione di infermieri pratici autorizzati nella regola definitiva del personale, ma ha detto che rimane difficile mantenere le “rock star” tra gli LPN su cui fa affidamento l’approccio del personale di Ignite.

“Sanno che possono andare in ospedale per strada, avere meno regolamentazioni, meno stress, meno pazienti”, ha detto Shearer. “Qualificato, secondo me, è l’ambiente più difficile.”

Presso Principle LTC, le strategie di reclutamento hanno incluso bonus RN fino a $ 25.000, che non hanno ancora attirato un’ondata di nuovi lavoratori. Ad un certo punto l’azienda aveva perso 10 direttori infermieristici in un’area di 46 edifici.

Molti infermieri oggi non vogliono le ore di straordinario, che comportano una retribuzione extra che in passato incoraggiava i lavoratori. Quindi si torna alle origini, ha affermato il direttore operativo Joylin Nation, al 2022 McKnight’s Candidata alla Sala d’Onore delle Donne Distintive.

Soprattutto nelle zone rurali, Principle LTC ha avuto successo con nuove partnership con scuole superiori e università locali. L’azienda si è offerta di pagare per sviluppare programmi di formazione per infermieri e ha offerto il proprio personale certificato per insegnare.

Una partnership con la Eastern Carolina University ha portato all’inserimento in corsi di formazione di numerosi amministratori retribuiti, che Principle garantisce l’inserimento lavorativo. Sette hanno completato il programma e ora lavorano per il fornitore.

La promessa della tecnologia

Sebbene gli ospedali possano assumere lavoratori tanto necessari, possono anche offrire una via da seguire per i fornitori pronti a innovare.

Solo pochi anni fa, Becky Bodie, candidata alla Hall of Honor del 2024, ha detto di aver lavorato per un’azienda infermieristica qualificata che utilizzava ancora documenti cartacei. Questo approccio obsoleto non solo svantaggia i fornitori quando si tratta di raccolta dati e approfondimenti; semplicemente non è attraente per la forza lavoro di oggi.

“Penso che dovremo iniziare a utilizzare alcuni tipi di oggetti ospedalieri, come i letti ospedalieri [with sensors]“, ha affermato Bodie, vicepresidente esecutivo e COO di Diversicare Healthcare Services. “In alcuni scenari è proibitivo in termini di costi, ma penso che dobbiamo continuare a cercare tutti quei tipi di cose che rendono il tutto un po’ più semplice per i nostri infermieri e le nostre CNA. Tutto ciò che può ritagliare un’ora aiuterà ad alleggerire il peso e aiuterà a trattenere il personale”.

Diversicare ha recentemente ampliato la sua presenza nel settore residenziale per anziani con l’acquisto, lo scorso autunno, di St. Martin’s in the Pines, una comunità di assistenza continua per pensionamento/piano di vita dell’Alabama.

Ignite ha recentemente sperimentato uno strumento di rilevamento delle cadute di KamiCare che utilizza una combinazione di intelligenza artificiale e monitoraggio umano per prevedere le cadute, mentre LCS lancerà presto un progetto pilota di un nuovo sistema aggiornato di chiamata degli infermieri.

E diversi relatori hanno elogiato il valore degli scrubber dei pagamenti pre-invio che controllano la documentazione di supporto, esaminano i modelli e i rischi di assistenza e offrono approfondimenti e previsioni che possono aiutare a promuovere miglioramenti nella misurazione della qualità.

Claire Stephens, vicepresidente dello sponsor della tavola rotonda PointClickCare, ha affermato che la sua azienda sta “molto” investendo per scoprire dove l’intelligenza artificiale ha più senso per il personale di assistenza post-acuta, in modi che siano sicuri e conformi.

Il fornitore di software è stato inoltre recentemente certificato dall’Ufficio del coordinatore nazionale per la tecnologia dell’informazione sanitaria, il che significa che è consentito dalle normative federali condividere più dati tra ospedali e fornitori di cure a lungo termine. Questa capacità dovrebbe fornire nuovi strumenti per alimentare anche iniziative di assistenza basate sul valore, ha osservato Stephens.

“Stiamo raddoppiando anche il lavoro di insight”, ha affermato. “L’analisi è un’area enorme, direi [electronic health records systems] non abbiamo attribuito un’elevata priorità, semplicemente alla natura di tutto il lavoro che dobbiamo svolgere. …[In the future] “Vogliamo fornirti i tuoi dati e assicurarci che tu possa facilmente visualizzarli nello strumento principale, senza dover andare sul mercato.”

Altre strade per il successo

Sebbene anche Annie Pineda-Eiland, direttrice regionale del servizio clinico per Legacy Healthcare con sede nell’Illinois, candidata alla Hall of Honor del 2024, stia abbracciando la tecnologia, vede la riforma dell’immigrazione come un’altra chiave per il futuro dell’assistenza a lungo termine.

La sua azienda ha ridotto la dipendenza dagli infermieri dell’agenzia, ne ha assunti alcuni nel proprio team e ha creato un proprio pool interno. Ma la possibilità di assumere più infermieri nati all’estero aiuterebbe a soddisfare le esigenze attuali, ha affermato.

È venuta negli Stati Uniti come infermiera straniera 30 anni fa e desidera vedere tale accesso e programmazione crescere per gli infermieri autorizzati.

“Il reclutamento di infermieri stranieri è stato vietato per molto tempo, a causa di una serie di ragioni legislative e regolamentari, ma stiamo iniziando a rientrare in tale ambito”, ha aggiunto McGuire. “Abbiamo una comunità che ha avuto un grande successo. “Non l’abbiamo fatto su larga scala, ma lo esploreremo sicuramente.”

Per tutte queste soluzioni, hanno affermato i relatori, i fornitori hanno bisogno di maggiore sostegno da parte di un governo che sta promuovendo personale più elevato e una qualità più elevata da parte dei fornitori di assistenza a lungo termine a livello nazionale.

“Dobbiamo considerare ciò che è veramente importante per noi, e ciò che è importante per noi è la nostra gente”, ha detto Pineda-Eiland. “La proprietà deve assicurarsi che ci prendiamo cura di noi. Anche il nostro governo ha la responsabilità di prendersi cura di noi. Se non ci prendiamo cura gli uni degli altri, chi si prenderà cura delle persone?

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gli autisti della VLA criticati per aver imitato la presunta fuga di Belinda, video – Publimetro México
NEXT Lola Indigo ci fa ballare con “La Reina”