Aggiornamenti in tempo reale su Israele e Gaza: l’IDF pubblica un video di “terrore psicologico” di Hamas su giovani ostaggi

Aggiornamenti in tempo reale su Israele e Gaza: l’IDF pubblica un video di “terrore psicologico” di Hamas su giovani ostaggi
Aggiornamenti in tempo reale su Israele e Gaza: l’IDF pubblica un video di “terrore psicologico” di Hamas su giovani ostaggi

Le forze di difesa israeliane hanno diffuso domenica un filmato grezzo in cui si dice che le sue truppe sono state recuperate a Gaza e che mostra Ela Elyakim, 8 anni, ex ospite israeliana, e sua sorella Dafna Elyakim, 15 anni, costrette dai terroristi di Hamas a filmare ripetutamente.

“Il video, che viene diffuso oggi per la prima volta, era destinato ad essere utilizzato da Hamas per il terrorismo psicologico”, ha detto in un comunicato il contrammiraglio Daniel Hagari, portavoce dell’IDF. “Ma la famiglia di Ela ci ha chiesto di condividerlo con il mondo per denunciare il terrore di Hamas, per denunciare la crudeltà di Hamas, per denunciare la barbarie di Hamas.”

Hagari ha detto che il filmato grezzo delle ragazze che registravano il video è stato recuperato dalle truppe dell’IDF durante le operazioni di terra israeliane a Gaza.

Secondo l’IDF, le sorelle Elyakim sono state rapite il 7 ottobre dalla casa del padre a Nahal Oz. Secondo l’IDF, il loro padre è stato ucciso nell’attacco a sorpresa contro Israele da parte dei terroristi di Hamas.

Ela e Dafana Elyakim sono state tenute in ostaggio per 51 giorni prima che Hamas le liberasse in un precedente accordo sugli ostaggi, ha detto l’IDF.

Ela Elyakim ha detto ai funzionari dell’IDF che i terroristi di Hamas l’hanno costretta a leggere un copione e le hanno fatto cambiare vestiti più volte mentre filmavano il video più e più volte, secondo Hagari.

“Continueremo a fare tutto ciò che è in nostro potere per riportare a casa i nostri ostaggi”, ha detto Hagari.

-Victoria Beaule di ABC News

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Jerry West, il leggendario giocatore NBA che non ha mai voluto essere il suo logo
NEXT Versus/L’Ecuador ritrova il sorriso dopo aver battuto la Bolivia