Il Governo non metterà in atto l’aumento del gas previsto per maggio

Il Governo non metterà in atto l’aumento del gas previsto per maggio
Il Governo non metterà in atto l’aumento del gas previsto per maggio

Con l’obiettivo di consolidare il percorso di riduzione dell’inflazione, il governo nazionale ha confermato l’impegno rinvio dell’aumento delle tariffe del gas. Per questo mese si prevedevano incrementi superiori al 400%.

Secondo il calendario fissato dallo stesso Ministero dell’Energia, le fatture subiranno aumenti compresi tra il 350% e il 400% a maggio. Tuttavia, il ministro dell’Economia Luis Caputoha chiesto al ministro dell’Energia, Eduardo Rodríguez Chirillo, di non applicare gli aumenti concordati.

Il Ministero dell’Economia lo ha presentato al Ministero dell’Energia “al fine di consolidare il processo di disinflazione effettuata dal Governo, fino ad oggi verificata, È ragionevole e prudente rinviare al mese di maggio l’effettiva applicazione degli aggiornamenti previsti nelle delibere degli Enti sopra citati e gli incrementi della PEST corrispondente all’energia elettrica e della PIST nel gas”.

A fronte di tale situazione, il Ministero dell’Energia ha informato i Concessionari del Servizio Pubblico di Trasporto e Distribuzione del Gas e REDENGAS SA che l’aggiornamento tariffario previsto per il mese di maggio 2024 non avrebbe avuto luogo. Rimarrebbero pertanto in vigore e senza modifiche le tabelle tariffarie pubblicate in Gazzetta Ufficiale il 3 aprile 2024.

Gli aumenti stabiliti avrebbero avuto un impatto superiore al 350% e in alcuni casi ben superiore al 400%. Ad esempio, a utente “R1″ di Capital Federal, la categoria che comprende il 53% delle famiglie, avrebbe pagato circa 7.000 dollari al mese, secondo i calcoli del distributore. Coinvolgeva a aumento del 352% rispetto ai 1.547 dollari pagati finora.

Mentre un utente della stessa categoria R1 della Provincia di Buenos Aires Avrei pagato una fattura stimata di $ 7.400 al mese. UN Aumento del 390%. rispetto ai $ 1.512 pagati fino al mese scorso.

Un utente R22d’altra parte, sarebbe passato dal pagare $ 4.527 a circa $ 25.200 al mese, ovvero 456% in più rispetto a prima.

L’inflazione di aprile ha segnato un rallentamento all’8,8% dopo l’11% di marzo, il 13,2% di febbraio, il 20,6% di gennaio e il 25,5% di dicembre dopo il svalutazione. Tuttavia, il mese scorso Indic ha registrato un forte incremento nella categoria dei servizi pubblici, balzata del 35,6%, accumulata finora nel 2024 con il 110,5% e negli ultimi 12 mesi con il 311,6%. L’intenzione ufficiale è che l’IPC generale per maggio mostri ancora una volta un calo.

Un rapporto di Fondazione Capitale dettagliato che gli aumenti medi delle residenze in elettricità (146%), gas (427%) e acqua (209%) nel primo trimestre avvenuto in un periodo in cui l’inflazione era al 112% e gli stipendi crescevano solo del 96%.

 NULL      
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Dipartimento Morón vs. San Miguel dal vivo: come arrivano alla partita