“Sembrava un terremoto”: i vicini del VMT hanno raccontato il terrore vissuto nel mezzo dell’esplosione al rubinetto Primax

“Sembrava un terremoto”: i vicini del VMT hanno raccontato il terrore vissuto nel mezzo dell’esplosione al rubinetto Primax
“Sembrava un terremoto”: i vicini del VMT hanno raccontato il terrore vissuto nel mezzo dell’esplosione al rubinetto Primax

Un vicino dice che all’inizio pensavano che l’esplosione al VMT fosse un forte terremoto. Canale N

I residenti del quartiere hanno vissuto momenti di terrore. Villa Maria del Triunfo a causa della forte esplosione avvenuta nel Rubinetto Primax del Viale Lima avvenuto nel pomeriggio di lunedì 20 maggio. I danni hanno interessato autobus, case, magazzini, farmacie, ristoranti, un centro commerciale e altre strutture. L’onda, secondo quanto riferito dalle autorità, ha colpito tutto sul suo cammino fino ad un chilometro di circonferenza.

«Saranno state più o meno tra le 16,30 e le 17. Ero all’interno del mio ristorante, quando all’improvviso mi è sembrato di… tremante forte. E cosa era successo? “Tutte le finestre erano scoppiate e hanno detto che il serbatoio del gas del rubinetto era esploso”, ha detto un vicino, ancora ovviamente spaventato. Canale N.

Un altro vicino lo ha vissuto in questo modo: “Si è sentito un forte ruggito. Ho pensato che fosse un tremore, perché sembrava una scossa. La gente fu presa dal panico, si sentirono le finestre scoppiare e c’erano persone che urlavano disperate. “Credeva al peggio.”

L’impatto dell’esplosione ha causato danni ingenti a case, negozi e veicoli. (COEN)

I proprietari di alcune case limitrofe al Rubinetto Primax Hanno dichiarato di essere stati salvati per miracolo, grazie a un forte muro di cemento che non ha permesso che grossi pezzi di ferro e altri oggetti volassero per tutto l’isolato di raggiungerli.

Secondo il titolare del ristorante, quel rubinetto presenta ‘problemi costanti’, poiché in precedenti occasioni erano state segnalate fughe di gas nelle prime ore del mattino, che li avevano costretti a evacuare le proprie abitazioni e locali commerciali per mettersi in salvo.

In collegamento telefonico con Canale NAna Torres, che vive a un isolato dal rubinetto in cui è esplosa Villa Maria del Triunfoha riferito che stava lavorando, quando ha sentito un forte “ronzio” che l’ha motivata a tornare a casa.

Vecina racconta come è stata vissuta l’esplosione di un rubinetto a Villa María del Triunfo. Canale N

“Tutto era un disastro. È saltato tutto, sono saltate in aria le finestre, le porte, anche le moto parcheggiate fuori. Questa è la terza volta che accade questo evento. La prima volta è stata a perdita di gas, abbiamo inviato un memorandum alle autorità, ma non erano interessate. La seconda denuncia riguardava un’altra forte perdita, c’era una contaminazione totale, ma anche questo è stato ignorato”, ha detto.

Secondo Torres, la responsabilità di smascherare i vicini e di non intervenire sulla questione “è responsabilità di Comune di Villa María del Triunfo”. “Il sindaco, solo perché improvvisamente ha una disposizione interna, non fa nulla. Abbiamo fatto delle denunce, siamo andati al comune e non ci hanno ascoltato”, ha detto.

I resoconti del Compagnia dei vigili del fuoco del Perù Sottolineano che, pochi minuti prima delle 17, è stata avvertita una forte esplosione in un rubinetto, situato tra le vie Lima e Pachacutec.

La fuga di gas ha allertato decine di persone spaventate dalla forte esplosione. | Canale N

Fino alla pubblicazione di questa nota, alle 20 di questo lunedì, il Ministero della Salute (Minsa) ha riferito che ci sono stati 13 feriti, di cui 10 sono ricoverati in ospedale. Ospedale d’emergenza Villa El Salvadormentre il resto si trova nel Ospedale Maria Ausiliatrice.

Tuttavia, pochi minuti prima, il ‘uomini in rossoHanno indicato che in totale ci sarebbero 27 persone gravemente ferite e una deceduta.

Il sindaco di Villa María del Triunfo, Eloy Chávez, era presente sul luogo dell’incidente due ore dopo. Egli sottolinea che non ha ricevuto alcuna segnalazione della fuga di gas e assicura che saranno concentrati sull’emergenza e sull’assistenza ai vicini.

Mentre, Osinergmin Hanno dichiarato di aver attivato il piano di emergenza e di aver monitorato le cause dell’incidente nella zona. Hanno anche annunciato di essere nel processo di sospensione dell’iscrizione nel Registro degli Idrocarburi dello stabilimento. Allo stesso tempo, piangevano la morte di una persona a causa del scoppiare.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Trump ha promesso di abbassare le tasse se tornerà alla Casa Bianca
NEXT Partita Stati Uniti vs Colombia LIVE. Amichevole oggi 2024